Documenti e materiali prodotti da maggio 2017 a gennaio 2014

Il prof. Antonio Papisca ricordato in Senato
Martedi' 16 maggio e' morto improvvisamente Antonio Papisca, docente emerito di Relazioni internazionali all'Universita' di Padova, noto come uno dei principali difensori dei diritti umani dei nostri giorni. Aveva 80 anni.
Studioso, ricercatore, impegnato sul fronte della pace, insigne studioso nel campo della protezione internazionale dei diritti umani e della democrazia, intellettuale impegnato in tutti quei movimenti della societa' che generano cambiamento, partecipazione, impegno trasformatore, il prof. Papisca credeva fortemente nelle istituzioni e nella via istituzionale alla pace. Nel 1982 aveva fondato il Centro di studi e di formazione sui diritti della persona e dei popoli. "Dal quartiere all'Onu" amava dire, descrivendo efficacemente il campo d'azione dei costruttori di pace: dal piccolo al grande, dal locale al globale.
Il 23 maggio ho voluto rendergli omaggio nell'aula del Senato.

Foto del prof. Papisca


Presentato il I Rapporto ANMIL sulla salute
e la sicurezza nei luoghi di lavoro
Mercoledi' 17 maggio nella Sala Zuccari del Palazzo Giustiniani l'ANMIL ha presentato il 1o Rapporto sulla salute e sicurezza sul lavoro, allo scopo di contribuire all'innalzamento del livello di conoscenza, di spirito critico e di consapevolezza che il tema merita.
Silvana Amati, membro dell'Ufficio di Presidenza del Senato e Franco Bettoni, presidente nazionale ANMIL, hanno aperto i lavori. Maria Giovannone, responsabile ANMIL per la Salute e la Sicurezza, ha presentato il Rapporto.
Sono intervenuti:
il Presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi; il Presidente della Commissione Lavoro della Camera dei deputati, Cesare Damiano; il Presidente della Commissione di inchiesta sugli Infortuni sul lavoro e le malattie professionali, Camilla Fabbri; il Presidente del CIV INAIL, Francesco Rampi; il Presidente dell'INAIL, Massimo De Felice. Sandro Giovannelli, direttore Generale dell'ANMIL, ha concluso i lavori.

Fotografie - Il testo del Rapporto


Martedi' 16 maggio presso la Sala Aldo Moro di Palazzo Montecitorio, la presidente della Camera, Laura Boldrini, ha aperto i lavori del convegno "Specie diverse, stesse tutele - Proposte di equiparazione dei reati online".
All’iniziativa organizzata dall'ENPA, Ente nazionale protezione animali, hanno partecipato, oltre ai vertici dell'associazione, anche rappresentanti degli Animalisti italiani e di LAV, LEIDAA, LIPU, Lega nazionale per la difesa del cane, OIPA.
Dopo il saluto introduttivo della Presidente Boldrini, le associazioni hanno presentato una proposta per il contrasto dei reati contro gli animali sul web e hanno rivolto un appello ai social network perche' non sottovalutino il fenomeno e si attivino per introdurre nelle regole delle community riferimenti espliciti all'hate speech contro gli animali.

Fotografie - Registazione integrale dell'evento



Richiesta una riunione di Senatori PD sulla legge elettorale
Entro questa settimana la Commissione Affari Costituzionali della Camera dovrebbe assumere il testo base per la nuova legge elettorale. Con una lettera, che ho sottoscritto insieme ad altri 50 colleghi, abbiamo chiesto al presidente del Gruppo PD Luigi Zanda la convocazione di un assemblea di gruppo per definire gli orientamenti da assumere riguardo alle possibili soluzioni che ci verranno prospettate a breve dalla Camera.

Il testo della lettera



Visualizza in formato PDF


Festa della Liberazione nell'Istituto Nori de' Nobili di Ripe
Il 22 aprile ho prtecipato, nella Sala Consiliare del Comune di Trecastelli, al'incontro con gli studenti dell'Istituto comprensivo "Nori de' Nobili" organizzato dall'Amministrazione Comunale. Sono intervenuti l'attore Mauro Pierfederici e Maria Lisa Cinciari Rodano, partigiana romana arrestata per attivita' contro il fascismo, prima donna eletta vice presidente della Camera dei Deputati, carica ricoperta dal 1963 al 1968.
Nel corso dell'incontro gli studenti hanno letto al pubblico i loro lavori sul tema della liberta', ricevuta in eredita' da chi e' morto per riconquistarla e bene prezioso che tutti siamo chiamati a salvagardare e difendere.

Il servizio su viveresenigallia.it

Fotografie - Locandina


Care amiche, cari amici,
come candidato alla segreteria nazionale del Partito Democratico ho voluto dedicare le settimane che precedono le primarie del 30 aprile all'ascolto e al confronto con le tante realtà economiche, culturali e sociali del nostro Paese. Credo che conoscere e cercare soluzioni condivise sia la condizione per fare e fare bene per l'Italia.
Su alcuni temi mi sono soffermato e li ho approfonditi anche grazie al contributo di tanti, uomini e donne, che hanno sostenuto la mia candidatura.
I diritti degli animali sono uno di questi.
Sono certo che anche per voi questo sia un tema importante, per questo voglio condividere alcuni spunti di riflessione. Infine vi rinnovo l'invito a votare il prossimo 30 aprile.
Le primarie del PD sono una straordinaria occasione di partecipazione democratica, una grande opportunita' per cambiare il partito e riprendere il dialogo con tante persone. Se non lo avete ancora fatto, vi invito a conoscere la mia mozione sul mio sito, dove ho pubblicato una dettagliata pagina con tutte le informazioni sul voto.
Un caro saluto

MINE ACTION: un investimento sull'umanita'
Invitata come prima firmataria del DDL "Misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e sub-munizioni a grappolo", martedi' 4 aprile a Palazzo Giustiniani ho partecipato alla Conferenza Mine Action: un investimento sull'umanita', organizzata dalla Campagna Italiana contro le mine e l'Associazione Vittime Civili di Guerra. Sono intervenuti:
Nicolas MARZOLINO, Vittima di un ordigno bellico a Novalesa nel 2013; Giuseppe CASTRONOVO, Presidente Nazionale dell'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVCG); Santina BIANCHINI, Presidente Nazionale della Campagna Italiana Contro le Mine (CICM); Benedetto DELLA VEDOVA, Sottosegretario di Stato agli Esteri e Presidente del Comitato Nazionale Azioni Umanitarie contro le Mine (CNAUMA); Andrea SENATORI, delegato del Direttore dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS); Alberto CAIRO, Delegato del Comitato Internazionale Croce Rossa in Afghanistan (ICRC); Giuseppe SCHIAVELLO, Direttore Nazionale della Campagna Italiana Contro le Mine.

Fotografie - Locandina


Mercoledì 22 marzo alle ore 11.30, nella Sala Istituto Santa Maria in Aquiro, presso il Senato della Repubblica, come responsabile Pd per il benessere e tutela degli animali, ho organizzato la presentazione del libro dal titolo "Vicini alla terra", di Silvia Ballestra.
Pubblicato dalla Giunti Editore, il libro racconta le storie dei volontari e dei veterinari dell'Ente Nazionale Protezione Animali che tra agosto e novembre 2016 hanno presidiato i territori colpiti dal sisma del centro Italia, soccorrendo e assistendo migliaia di animali rimasti vittima delle scosse insieme ai loro proprietari.
Alla presentazione del libro sono intervenuti:
- Emanuela Bonchino, giornalista;
- Silvia Ballestra, autrice del libro;
- Isabella Coppola e Patrizia Waskiewicz studentesse del L. C. Tacito di Roma
- Stefano Bozza, vicepreside L.C. Tacito di Roma
- Carla Rocchi, presidente Nazionale ENPA.

Video - Fotografie


Presentato a Senigallia il
"Testo unico della normativa in materia di amianto"
Lunedi 13 marzo ho presieduto il convegno, patrocinato dal Senato della Repubblica, dall'Anci Marche e dal Comune di Senigallia, nel quale e' stato presentato il DDL "Testo unico della normativa in materia di amianto".
Sono intervenuti il sindaco Maurizio Mangialardi, la presentatrice del DDL sen. Camilla Fabbri, presidente della Commissione infortuni e lavoro al Senato, il presidente dell'ANMIL Franco Bettoni e il magistrato della Corte di Cassazione Bruno Giordano.
E' un testo che ora dovra' ora essere approvato dal Parlamento e che introduce nuove misure finalizzate alla riconversione e alla riqualificazione delle aree industriali dismesse, alla tutela della sicurezza del lavoro, e che aumenta il numero delle attivita' lavorative che espongono a un rischio piu' diffuso.
Inoltre introduce novita' che riguardano l'ambiente e la sua tutela: individua il soggetto titolare degli obblighi funzionali alla bonifica, e introduce l'obbligo di valutazione del rischio e di denuncia degli edifici o dei beni che possono emanare fibre aerodisperse di amianto.

La notizia su SenigalliaNotizie.it - Il testo del DDL

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4 -


Un impegno tutto teso a unire il PD e a includere
Insieme a Dario Romano e Cristian Mazzoni sono coordinatrice del comitato per sostenere Andrea Orlando nella sua candidatura alla segreteria del Partito Democratico nella valle del Misa e del Nevola. Fanno parte del comitato i consiglieri comunali Sandro Urbinati, Margherita Angeletti, Mauro Piefederici, Maurizio Salustri, la presidente della Provincia di Ancona e sindaco di Montemarciano Liana Serrani.

La notizia su viveresenigallia.it

Dario Romano presenta il comitato per Orlando (audiovideo)


Per la prima volta in Italia esiste una
misura universale di contrasto alla poverta'
Giovedi' 9 marzo c'e' stata l'approvazione definitiva da parte del Senato del DDL poverta'.
l'Italia si dota finalmente di una legge per una misura universale di contrasto alla poverta', stanziando 1,8 miliardi di euro.
Si conferma, ancora una volta, la grande attenzione avuta in questa legislatura per le politiche sociali e per i diritti dei piu' deboli. E' un risultato importante, fortemente voluto da tutto il Partito Democratico. Un dovere nei confronti dei nostri connazionali piu' in difficolta'
Si associa un sostegno economico diretto a una serie di servizi alla persona, individuati sulla base dei bisogni individuali e con standard qualitativi uniformi su tutto il territorio nazionale. Sara' possibile garantire ai singoli beneficiari non solo la possibilita' di far fronte a uno stato di indigenza ma anche il reinserimento nel contesto sociale e lavorativo, che e' il vero obiettivo ultimo del provvedimento.
La legge delega contiene gia' in se' la previsione di un'estensione della misura, sia in termini di risorse economiche che del numero dei beneficiari. Si tratta quindi di un primo, per quanto fondamentale passo, al quale dare concretezza approvando rapidamente i decreti legislativi.

La notizia nel sito Economia e Finanza di Repubblica


Il candidato alla segreteria nazionale del PD Andrea Orlando
nelle Marche per una serie di incontri
Venerdi' 10 marzo 2017 il ministro della Giustizia e candidato alla segreteria nazionale del Pd Andrea Orlando e' stato in visita nelle Marche.
Orlando ha partecipato ad un incontro pubblico organizzato presso la Sala Consiliare di Palazzo Sforza di Civitanova Marche.
Successivamente ha incontrato l'Unione dei Comuni di Pian del Bruscolo, presso la sala Job del centro commerciale Le Cento Vetrine di Morciola (Vallefoglia) e ha concluso la sua visita prendendo parte all'assemblea politica presso la Casa del Popolo di Villa Fastiggi, di Pesaro.

La notizia su viveremarche.it - Locandina col programma della visita

Unire l'Italia, unire il PD - Linee politico-programmatiche di Andrea Orlando


Martedi' 28 febbraio 2017, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani e' stato presentato il volume dell'ANPI LA PARTECIPAZIONE DEL MEZZOGIORNO ALLA LIBERAZIONE D'ITALIA (1943-1945) editore Le Monnier.
Durante il suo saluto d'apertura la sen. Silvana Amati, Segretario di Presidenza del Senato della Repubblica ha letto il messaggio del Presidente del Senato Pietro Grasso.
Enzo Fimiani, Curatore del volume, ha coordinato i lavori che Carlo Smuraglia, Presidente Nazionale ANPI, ha introdotto e concluso.
Hanno svolto i loro interventi: Paolo Corsini, Vicepresidente Commissione Esteri del Senato della Repubblica, gia' Docente di Storia moderna Universita' di Parma; Guido D'Agostino, Presidente Istituto Campano per la storia della Resistenza, dell'Antifascismo e dell'Eta' contemporanea; Claudio Dellavalle, Presidente Istituto Piemontese per la storia della Resistenza e della Societa' contemporanea (ISTORETO).

Audiovideo integrale dell'evento - Il messaggio del Presidente del Senato

Fotografie - La scheda del libro - Locandina dell'evento


Il 30 aprile si svolgeranno le Primarie per eleggere il segretario del PD, un appuntamento importante non solo per gli iscritti ma anche per i simpatizzanti e gli elettori.
Siamo a 10 anni dalla nascita del Partito Democratico e restano tutte in campo le ragioni fondative di questa grande forza politica, l'unica autenticamente organizzata e democratica di questo nostro Paese.
Sono convinta che una grande partecipazione popolare alle primarie sia la prima vera risposta a consolidamento del PD e quindi alla possibilita' di produrre e mettere in atto proposte concrete per fare uscire dalla crisi l'Italia.
Invito quindi tutte e tutti ad andare a votare anche perche' rinunciare a dire la propria significa prima di tutto rinunciare a generare il cambiamento.
Penso poi che serva al PD un segretario che rafforzi le ragioni fondative, che faccia veramente prevalere il noi alla direzione monocratica, che sia inclusivo e che sappia tenere insieme piuttosto che dividere.
Per questo ho deciso di sostenere la candidatura di Andrea Orlando (qui a fianco il video con il suo appello al voto), un uomo giovane ma con una lunga esperienza politica e di governo, al servizio prima del territorio e della sua citta' e poi dell'Italia.
Andrea si e' candidato per responsabilita' e passione.
Per ridare al PD la capacita' di proporre politiche che riducano le distanze economiche, sociali e culturali che oggi troppe volte sembrano incolmabili.
Per ricreare una vera capacita' di ascolto che consenta di ridurre le fratture sociali che soffrono tanti italiani.
Per costruire un nuovo centrosinistra, di cui un PD forte e plurale sia il perno, per sconfiggere la nuova destra nazionalista e populista.
Orlando e' certo l'uomo giusto per questa sfida difficile ma fondamentale per non far prevalere anche nella nostra casa divisioni e muri.

Silvana Amati

A dieci giorni dal voto delle prossime primarie del Partito Democratico il Comitato "Senigallia e la Vallata Misa-Nevola per Andrea Orlando" organizza un incontro con Cesare Damiano, Presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati ed ex Ministro del Lavoro.
L'incontro sara' introdotto dal Presidente del Consiglio Comunale Dario Romano.
Si toccheranno i temi piu' importanti sollecitati dalla mozione di Andrea Orlando: la lotta alla poverta' e il lavoro. Di questi 2 temi, l'unico candidato che alza la voce in maniera decisa e' proprio Orlando. "Dare voce agli ultimi, includerli nel tessuto sociale, riequilibrare le diseguaglianze che stanno aumentando nel nostro Paese" spiega Dario Romano, coordinatore del comitato per Orlando "Lavoro e poverta' sono strettamente correlati e le soluzioni a questi due problemi vanno cercate all'interno di una politica organica e strutturata".
L'incontro e' previsto per sabato 22 aprile alle ore 16.00 presso l'Auditorium San Rocco, la cittadinanza e' invitata a partecipare.
Si ricorda inoltre che l'evento e' legato alle prossime Primarie per la scelta del segretario del Partito Democratico. Primarie che si svolgeranno il 30 aprile dalle ore 8.00 alle 20.00. Tutte le informazioni (comprese le modalita' di registrazione e voto per i giovani da 16 a 18 anni, per i fuori sede e per gli stranieri) sono reperibili sul sito internet www.primariepd2017.it
Comitato "Senigallia e la Vallata Misa-Nevola per Andrea Orlando"
19 aprile 2017

MINE ACTION: un investimento sull'umanita'
Invitata come prima firmataria del DDL "Misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e sub-munizioni a grappolo", martedi' 4 aprile a Palazzo Giustiniani ho partecipato alla Conferenza Mine Action: un investimento sull'umanita', organizzata dalla Campagna Italiana contro le mine e l'Associazione Vittime Civili di Guerra. Sono intervenuti:
Nicolas MARZOLINO, Vittima di un ordigno bellico a Novalesa nel 2013; Giuseppe CASTRONOVO, Presidente Nazionale dell'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra (ANVCG); Santina BIANCHINI, Presidente Nazionale della Campagna Italiana Contro le Mine (CICM); Benedetto DELLA VEDOVA, Sottosegretario di Stato agli Esteri e Presidente del Comitato Nazionale Azioni Umanitarie contro le Mine (CNAUMA); Andrea SENATORI, delegato del Direttore dell'Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS); Alberto CAIRO, Delegato del Comitato Internazionale Croce Rossa in Afghanistan (ICRC); Giuseppe SCHIAVELLO, Direttore Nazionale della Campagna Italiana Contro le Mine.

Fotografie - Locandina


Il contributo dei militari italiani al controllo dei flussi migratori
Giovedi' 6 Aprile, in Commissione Difesa del Senato, ho partecipato all'audizione del Comandante di EUNAVFOR MED operazione SOPHIA, amm. div. Enrico Credendino nel quadro dell'indagine conoscitiva sul contributo dei militari italiani al controllo dei flussi migratori nel Mediterraneo e l'impatto delle attivita' delle organizzazioni non governative.


Venerdi' 8 aprile, ho partecipato alla Conferenza programmatica organizzato dal Andrea Orlando a Napoli. L'evento si e' aperto con un minuto di silenzio durante il quale e' stata proiettata una foto di una piccola siriana per ricordare la strage di bambini del 4 aprile.
Nella sua relazione introduttiva Orlando ha parlato della necessita' di riaprire al piu' presto i corridoi umanitari sollecitando tutte le organizzazioni internazionali e la UE ad agire in questo senso.
Orlando ha poi parlato della necessita' di rigenerare il PD, di ritrovare la capacita' di parlare al Paese e di ascoltarlo. Un ascolto che purtroppo le nostre regole del congresso, simili a quelle di una campagna elettorale non aiutano a realizzare, anche se si fara' del tutto per riavvicinare il Pd al Paese. I danni provocati al PD dalla guida di Matteo Renzi hanno alzato un muro di ostilita' e di diffidenza nel popolo, e non sara' facile tornare a parlare nelle scuole, nelle fabbriche e nelle imprese.
Al centro dell'iniziativa politica deve esserci l'eguaglianza sociale, viste le grandi differenze che si sono determinate nella societa' italiana tra chi ha molto e chi ha pochissimo, tra quelli che ce l'hanno fatta e quelli che rischiano di non farcela. Le proposte di Governo dovranno riguardare la scuola e il lavoro, le questioni di carattere istituzionale, la ricerca, la sanita'.
Sulle tasse il discorso deve essere chiaro: se avremo le risorse, le abbasseremo ma solo per le fasce con reddito piu' basso. Cosi' come sull'aumento della spesa pubblica: deve essere fatto in modo da rispondere a un disegno complessivo e non per racimolare consenso dove possibile.
Come contributo ai lavori preparatori della conferenza, in qualita' di Responsabile del PD per la Tutela e la Salute degli Animali ho fatto arrivare ai coordinatori della conferenza, attraverso la pagina on line #piuvaloreallatuavoce, le proposte riguardanti gli animali e il loro ruolo nella nostra societa', la lotta all'abbandono e al randagismo, la pet therapy, i metodi alternativi alla sperimentazione sugli animali per la ricerca.
Su questi temi mi aspetto dal PD un impegno che non sia di facciata. Un impegno che oltre ad essere giusto in se', risponda all'esigenza di tanti, spesso i piu' deboli, che vedono negli animali la loro ultima, unica compagnia, condizione evidenziata anche nelle vicende del sisma che ha colpito recentemente l'Italia centrale.

Video integrale della Conferenza - Fotografia della nostra delegazione


Incontro in Senato tra ragazze yazide
e parlamentari italiane
Ho partecipato all'incontro che si e' svolto mercoledi' 25 gennaio al Senato, presente la ministra della Difesa Roberta Pinotti ed altre parlamentari, con le ragazze yazide, autrici della mostra fotografica al MAXXI di Roma, "Photographs of Life in Khanke Camp".
Abbiamo ascoltato la drammatica testimonianza della ragazze e discusso tra loro le iniziatrive che potrebbero essere avviate a supporto del popolo yazida vittima di un genocidio che va avanti da due anni e mezzo: seimila donne rapite e rese schiave dai terroristi di Daesh, oltre tremila bambini yazidi rapiti per essere addestrati dall'Isis all'ideologia terrorista che ancora infesta l'area di Sinjar.
Aiutateci a salvare il nostro popolo! Questo, in sintesi, il messaggio che le giovani yazide autrici della mostra fotografica ci hanno rivolto.
La ministra nel suo intervento ha ricordato di aver conosciuto queste ragazze in occasione di una visita al contingente italiano impegnato in Iraq nell'ambito della coalizione globale che lotta contro i terroristi del Daesh.

LA Mostra "Photographs of Life in Khanke Camp" è stata aperta al MAXXI di Roma e potra' essere visitata fino al 29 gennaio.

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

Un servizio sulla mostra nel sito repubblica.it


No al piano del governo e delle regioni
sull'abbattimento selettivo del lupo
Non condividiamo affatto il via libera che il Governo e le Regioni hanno dato all'abbattimento controllato dei lupi. L'approvazione definitiva del Piano dovrebbe esserci il 2 febbraio ma ci auguriamo che questa decisione possa essere rivista.
Gli allevatori hanno perso le loro case e hanno stalle rese inagibili, gli animali, sono risultati troppo spesso difficilmente raggiungibili, esposti al freddo, alla fame, alla sete e alla morte. A loro oltre che tutta la nostra vicinanza in un momento di emergenza dovuto alla neve e al sisma, servono iniziative concrete di sostegno e di ripristino delle strutture abbattute. Altra cosa risulta essere questa decisione relativa all'abbattimento selettivo dei lupi.
Non e' affatto dimostrato che gli attacchi alle greggi, siano causati dai lupi; il piu' delle volte si tratta di aggressioni dovute a cani non sterilizzati e abbandonati a se stessi, in palese violazione delle norme gia' esistenti nel nostro Paese. Comunque esiste e puo' essere rafforzato il sistema dei risarcimenti. Il "Piano per la conservazione del lupo" rileva molteplici problematicita' e soprattutto prevede che si possa abbattere un numero di animali fino al 5% della popolazione complessiva in Italia, percentuale che gia' di per sa' risulta assai difficile da quantificare. Auspichiamo che il Governo riveda questo Piano e che si definisca finalmente una campagna culturale e non solo, che consenta di affrontare in modo più deciso i problemi connessi al randagismo.
Silvana Amati
Responsabile PD Tutela e Salute degli Animali
25 gennaio 2017


Facciamo dell'8 marzo 2017 una giornata di riflessione e di lotta per il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
  • prevenire, contrastare e reprimere la violenza maschile contro le donne e tutte le forme di violenza di genere;
  • contrastare le discriminazioni nelle assunzioni e nell'ambiente di lavoro;
  • ottenere l'applicazione piena della legge sull'interruzione volontaria della gravidanza in tutto il territorio nazionale;
  • rivendicare l'inserimento dell'educazione alle differenze nella formazione culturale e scolastica a ogni livello;
  • denunciare l'inconsistenza degli stereotipi e dei pregiudizi sulle donne e sugli uomini;
  • contrastare la rappresentazione sessista e misogina delle donne e del loro corpo.

Andrea Orlando e' il candidato che puo' unire il centrosinistra
Venerdi' 3 marzo, alle ore 12, presso la sede regionale del Partito Democratico, in piazza Stamira 5, ad Ancona, si e' tenuta la conferenza di presentazione del Comitato promotore regionale della candidatura di Andrea Orlando alla carica di segretario nazionale del Pd.
La scelta di sostenere Andrea Orlando, una figura capace di rappresentare tutto il centrosinistra, e' nel segno dell'unita' del Partito Democratico. Per questo motivo ho deciso di dar vita, insieme ai parlamentari Camilla Fabbri e Luciano Agostini, al comitato che lo sosterra' nella nostra regione.


Martedi' 28 febbraio 2017, nella Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani e' stato presentato il volume dell'ANPI LA PARTECIPAZIONE DEL MEZZOGIORNO ALLA LIBERAZIONE D'ITALIA (1943-1945) editore Le Monnier.
Durante il suo saluto d'apertura la sen. Silvana Amati, Segretario di Presidenza del Senato della Repubblica ha letto il messaggio del Presidente del Senato Pietro Grasso.
Enzo Fimiani, Curatore del volume, ha coordinato i lavori che Carlo Smuraglia, Presidente Nazionale ANPI, ha introdotto e concluso.
Hanno svolto i loro interventi: Paolo Corsini, Vicepresidente Commissione Esteri del Senato della Repubblica, gia' Docente di Storia moderna Universita' di Parma; Guido D'Agostino, Presidente Istituto Campano per la storia della Resistenza, dell'Antifascismo e dell'Eta' contemporanea; Claudio Dellavalle, Presidente Istituto Piemontese per la storia della Resistenza e della Societa' contemporanea (ISTORETO).

Audiovideo integrale dell'evento - Il messaggio del Presidente del Senato

Fotografie - La scheda del libro - Locandina dell'evento


Risarciti per i danni dell'alluvione 996 nuclei familiari senigalliesi
"Quando la bussola delle istituzioni e' rappresentata dalla buona politica esercitata a favore dei cittadini e del territorio, non solo si possono sconfiggere le sirene nichiliste dell'antipolitica, ma, soprattutto, si ottengono i risultati. In questo caso, i risultati dicono che 996 nuclei familiari ieri hanno ricevuto un indennizzo pari all'80% dei danni certificati alla struttura della prima abitazione e al 50% per le seconde case, pari complessivamente a 8,1 milioni di euro.
I soliti improbabili polemisti da social network si sono gia' messi di buona lena a denigrare questo risultato, ma non importa, perche' quello che conta davvero e' la consapevolezza e la serenita' in parte ripristinata degli alluvionati a cui abbiamo comunicato la cifra del loro rimborso. E proprio a loro voglio rivolgere il mio piu' sentito ringraziamento per aver sempre creduto, nonostante i comprensibilissimi momenti di difficolta', in questa amministrazione e nel percorso che abbiamo loro indicato fin dall'inizio per arrivare al risultato di oggi.
"
Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia
Senigallia, 28 febbraio 2017

Il servizio su VivereSenigallia.it

Il comunicato dei Giovani Democratici


Martedi' 14 febbraio 2017 - Senato
Conferenza stampa
Un POSTO OCCUPATO anche in Senato
Martedì 14 febbraio alle ore 11.30 nella sala Nassirya di Palazzo Madama, alla presenza del presidente del Senato, si e' svolta la conferenza stampa che ho organizzato per presentare l'iniziativa "Un posto occupato anche in Senato", evento dedicato alle donne vittime di femminicidio.
"Un posto occupato" è un'iniziativa per occupare fisicamente e in modo permanente una sedia della Sala Nassirya, cosi' come fatto in tutta Italia in cinema teatri, scuole, consigli comunali, per ricordare che in quella sedia poteva esserci seduta una donna che invece e' stata uccisa.
Anno preso la parola: Pietro Grasso, Presidente del Senato; Maria Andaloro, Posto Occupato; Marina Simonelli, studentessa del Liceo scientifico Cannizzaro di Roma; Giuseppa Tomao, Dirigente scolastico del LS Cannizzaro; Franca Cipriani, consigliere nazionale Pari Opportunita'; Cecilia Guerra, senatrice.

Fotografie - Il servizio di TG Parlamento

Registrazione integrale dell'evento


Approvato in Senato il riordino e la
riorganizzazione della Protezione civile
L'approvazione del disegno di legge di riordino e riorganizzazione della Protezione civile era quanto mai necessaria e urgente. Siamo un Paese sempre piu' fragile, nel quale i danni prodotti da anni di incuria, se non di malagestione dell'ambiente, arrivano oggi tutti insieme come nodi al pettine. In questa situazione, abbiamo quindi il dovere di predisporre le misure utili a prevenire il danno e, ove questo si verifichi, a ridurne gli effetti sul territorio e per la ...(leggi tutto)
Silvana Amati
7 febbraio 2017

Il DDL in sintesi


Nel "Giorno della Memoria" Ancona ricorda le sue vittime
Venerdi' 27 gennaio, "Giornata della Memoria", ho partecipato all'inaugurazione di tre "pietre d'inciampo" organizzata dal Consiglio regionale delle Marche in collaborazione con il Comune di Ancona.
L'artista e loro ideatore Gunter Demnig, nei giorni precedenti ne aveva posta una di fronte all'abitazione di Ferruccio Ascoli, deportato ad Auschwitz, e altre due nell'area dove si trovava lo stabilimento farmaceutico Russi, luogo di lavoro di Giacomo Rossi e figlio Sergio morti nel campo di concentramento di Meppen Versen.
Erano presenti gli alunni di due classi quinte delle scuole Faiani e De Amicis, il presidente del Consiglio regionale delle Marche, Antonio Mastrovincenzo, il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, il presidente della Comunita' ebraica, Manfredo Coen, Vera Vigevani Jarach dell'Associazione 24 marzo onlus, e lo storico Marco Labbate.
Subito dopo, l'omaggio a Mafalda Corinaldesi e al figlio Luis Stamponi desaparecidos anconetani, che 40 anni fa furono vittime degli aguzzini al potere in Bolivia e in Argentina.

La notizia nel sito altrogiornalemarche.it


E' grave la decisione del GUP di Roma sul
proscioglimento dei tifosi per i cori razzisti
Solo la settimana scorsa, il giorno 27 gennaio, tutti gli italiani hanno ricordato con dolore e attenzione, nel Giorno della memoria, il dramma della Shoah. E invece qualche giorno fa, a Roma, e' accaduto un episodio spiacevole che ha destato molto sconcerto anche nella Comunita' ebraica romana, che ne ha chiesto ragioni.
Alcuni tifosi della Lazio, durante la partita Lazio-Catania del 2013, hanno intonato cori che dicevano: 'Giallorosso ebreo'. E' evidente che quelle non erano parole gentili ma volevano essere intese come un insulto. E' molto strano e desta un certo stupore (credo che anche il Ministro della giustizia se ne stia occupando) che il gup di Roma qualche giorno fa abbia prosciolto le persone che hanno usato quelle parole, dicendo che non c'era volonta' denigratoria e che si trattava di una questione di tifoseria. A me sembra molto grave perche' in momenti delicati come quello che viviamo oggi, con razzismi non sopiti, non bisognerebbe consentire di usare terminologie come queste.
Silvana Amati
7 febbraio 2017

Le linee-guida per i prissimi mesi proposte
da 40 senatori del Partito Democratico
Sentiamo il bisogno di una presa di parola nel dibattito politico in corso, con un piccolo contributo e una breve presa di posizione. E' necessario l'avvio di una riflessione profonda su in contesto, nazionale e internazionale, piu' vasto di quello che emerge nell'attuale discorso pubblico. Brexit e Trump, lo stato dell'Unione Europea, i prossimi importanti appuntamenti elettorali nel continente, chiamano a un'attenzione vigile e ad ...(leggi tutto)

Approvato in Senato il riordino e la
riorganizzazione della Protezione civile
L'approvazione del disegno di legge di riordino e riorganizzazione della Protezione civile era quanto mai necessaria e urgente. Siamo un Paese sempre piu' fragile, nel quale i danni prodotti da anni di incuria, se non di malagestione dell'ambiente, arrivano oggi tutti insieme come nodi al pettine. In questa situazione, abbiamo quindi il dovere di predisporre le misure utili a prevenire il danno e, ove questo si verifichi, a ridurne gli effetti sul territorio e per la ...(leggi tutto)
Silvana Amati
7 febbraio 2017

Il DDL in sintesi


Nel "Giorno della Memoria" Ancona ricorda le sue vittime
Venerdi' 27 gennaio, "Giornata della Memoria", ho partecipato all'inaugurazione di tre "pietre d'inciampo" organizzata dal Consiglio regionale delle Marche in collaborazione con il Comune di Ancona.
L'artista e loro ideatore Gunter Demnig, nei giorni precedenti ne aveva posta una di fronte all'abitazione di Ferruccio Ascoli, deportato ad Auschwitz, e altre due nell'area dove si trovava lo stabilimento farmaceutico Russi, luogo di lavoro di Giacomo Rossi e figlio Sergio morti nel campo di concentramento di Meppen Versen.
Erano presenti gli alunni di due classi quinte delle scuole Faiani e De Amicis, il presidente del Consiglio regionale delle Marche, Antonio Mastrovincenzo, il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli, il presidente della Comunita' ebraica, Manfredo Coen, Vera Vigevani Jarach dell'Associazione 24 marzo onlus, e lo storico Marco Labbate.
Subito dopo, l'omaggio a Mafalda Corinaldesi e al figlio Luis Stamponi desaparecidos anconetani, che 40 anni fa furono vittime degli aguzzini al potere in Bolivia e in Argentina.

La notizia nel sito altrogiornalemarche.it


Depositati emendamenti al Decreto legge "Salva risparmio"
per maggiore tutela di risparmiatori e lavoratori
Gli emendamenti, presentati dai senatori Camilla Fabbri, Silvana Amati, Francesco Verducci e Mario Morgoni, al Decreto Legge Salva risparmio ora all'attenzione della Commissione Finanze, sono volti a tutelare maggiormente i diritti dei risparmiatori azzerati delle quattro banche in liquidazione.
Le proposte emendative riguardano la  modifica dei criteri di accesso al ristoro per gli obbligazionisti, con il conseguente ampliamento della platea dei risparmiatori beneficiari, nonche' la percentuale dei rimborsi. Questo presuppone la richiesta di proroga a dicembre 2017 della scadenza per la presentazione delle domande.
Tra le proposte la richiesta al Governo di moral suasion nei confronti delle banche acquirenti affinche' siano riconosciuti titoli delle nuove banche ai vecchi soci azzerati, nell'ottica di recuperare e costruire un rapporto di fiducia tra vecchi azionisti e nuovi istituti.  Si chiede, poi, un impegno forte a costruire, insieme alle Regioni, strumenti idonei per il sostengo economico e sociale delle realta' colpite da questa vicenda: il rapporto virtuoso fra mondo del credito e imprese e' infatti la condizione imprescindibile per sviluppo e crescita. Sempre al Governo abbiamo chiesto l'estensione fino al 2021 della possibilita' di accedere alle prestazioni straordinarie del fondo di solidarieta' per la riconversione e riqualificazione professionale. Fattore, questo, centrale per la nostra Regione, colpita in particolare anche dagli eventi sismici e del maltempo, che minano la tenuta economica e sociale di un territorio da sempre produttivo, ma che in questi anni ha pagato un prezzo altissimo per la crisi.

Nelle Marche ancora centinaia di case
senza energia elettrica
A seguito dell'ondata di maltempo che investito pesantemente le Marche piu' di una settimana fa, sono ancora centinaia le utenze di energia elettrica interrotte in provincia di Ascoli Piceno. Molte comunita', in particolare nelle aree rurali sono allo stremo delle forze dopo giorni senza corrente elettrica e riscaldamento. E purtroppo registriamo da parte dell'Enel sul territorio delle Marche gravi disservizi e una inusuale lentezza nel ripristino della rete.
Inoltre, come da verbale del Gruppo funzionale della Regione redatto in collaborazione con Meteomont, Aineva (Associazione interregionale neve e valanghe) e Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) risultano ancora pericoli legati ai cedimenti dei tetti sotto il peso della neve e a causa delle valanghe. Cosi' come molto critica risulta essere ancora la condizione della viabilita' soprattutto all'interno, di competenza non statale: con lo scioglimento della neve aumenta anche il rischio frane e dissesto che possono compromettere ulteriormente la rete energetica.
Ho presentato un'interrogazione al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, sottoscritta anche dai colleghi Camilla Fabbri, Mario Morgoni e Francesco Verducci, per sapere quali iniziative il Governo intenda assumere nei confronti dell'Enel e se non intenda valutare l'opportunita' di prevedere apposite misure di indennizzo in favore degli utenti che piu' al lungo sono rimasti privi di corrente e riscaldamento.

Incontro in Senato tra ragazze yazide
e parlamentari italiane
Ho partecipato all'incontro che si e' svolto mercoledi' 25 gennaio al Senato, presente la ministra della Difesa Roberta Pinotti ed altre parlamentari, con le ragazze yazide, autrici della mostra fotografica al MAXXI di Roma, "Photographs of Life in Khanke Camp".
Abbiamo ascoltato la drammatica testimonianza della ragazze e discusso tra loro le iniziatrive che potrebbero essere avviate a supporto del popolo yazida vittima di un genocidio che va avanti da due anni e mezzo: seimila donne rapite e rese schiave dai terroristi di Daesh, oltre tremila bambini yazidi rapiti per essere addestrati dall'Isis all'ideologia terrorista che ancora infesta l'area di Sinjar.
Aiutateci a salvare il nostro popolo! Questo, in sintesi, il messaggio che le giovani yazide autrici della mostra fotografica ci hanno rivolto.
La ministra nel suo intervento ha ricordato di aver conosciuto queste ragazze in occasione di una visita al contingente italiano impegnato in Iraq nell'ambito della coalizione globale che lotta contro i terroristi del Daesh.

LA Mostra "Photographs of Life in Khanke Camp" è stata aperta al MAXXI di Roma e potra' essere visitata fino al 29 gennaio.

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7

Un servizio sulla mostra nel sito repubblica.it


No al piano del governo e delle regioni
sull'abbattimento selettivo del lupo
Non condividiamo affatto il via libera che il Governo e le Regioni hanno dato all'abbattimento controllato dei lupi. L'approvazione definitiva del Piano dovrebbe esserci il 2 febbraio ma ci auguriamo che questa decisione possa essere rivista.
Gli allevatori hanno perso le loro case e hanno stalle rese inagibili, gli animali, sono risultati troppo spesso difficilmente raggiungibili, esposti al freddo, alla fame, alla sete e alla morte. A loro oltre che tutta la nostra vicinanza in un momento di emergenza dovuto alla neve e al sisma, servono iniziative concrete di sostegno e di ripristino delle strutture abbattute. Altra cosa risulta essere questa decisione relativa all'abbattimento selettivo dei lupi.
Non e' affatto dimostrato che gli attacchi alle greggi, siano causati dai lupi; il piu' delle volte si tratta di aggressioni dovute a cani non sterilizzati e abbandonati a se stessi, in palese violazione delle norme gia' esistenti nel nostro Paese. Comunque esiste e puo' essere rafforzato il sistema dei risarcimenti. Il "Piano per la conservazione del lupo" rileva molteplici problematicita' e soprattutto prevede che si possa abbattere un numero di animali fino al 5% della popolazione complessiva in Italia, percentuale che gia' di per sa' risulta assai difficile da quantificare. Auspichiamo che il Governo riveda questo Piano e che si definisca finalmente una campagna culturale e non solo, che consenta di affrontare in modo più deciso i problemi connessi al randagismo.
Silvana Amati
Responsabile PD Tutela e Salute degli Animali
25 gennaio 2017

Il 1o febbraio sara' la giornata nazionale delle vittime civili
delle guerre e dei conflitti nel mondo
Martedi' 17 gennaio 2017 e' diventato legge in Senato il DDL "Istituzione della giornata nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti del mondo"
Questa legge e' un atto simbolico ma importante. Dalle analisi dei dati relativi alle guerre, soprattutto i conflitti piu' grandi che hanno provocato il maggior numero di vittime, si sa ormai con certezza che le vittime civili sono assai piu' di quelle militari. Lo dicono i numeri: del quasi mezzo miliardo di esseri umani uccisi nei cento massacri piu' rilevanti nella storia dell'umanita' 315 milioni di morti dipendono dalle guerre; si tratta di 49 milioni di soldati uccisi contro 266 milioni di civili. Una media di civili morti durante le guerre che quindi e' dell'85 per cento.
Questa legge e' a costo zero sia per il Paese sia per gli enti locali e le strutture che ad esse sono successivamente deputate. Nel testo si prevede che le Province e gli enti locali possano promuovere una cultura di pace e di conoscenza dei fenomeni che attengono alle guerre e si stabilisce che il Miur fissi direttive per coinvolgere le scuole. Questo ddl, come altri che abbiamo approvato negli scorsi anni, fanno parte di un percorso che il Parlamento porta avanti per realizzare in modo concreto ed attuare la prima parte dell'articolo 11 della Costituzione, quella sul ripudio della guerra, affinche' si possa arrivare a un orientamento culturale crescente nei diversi Paesi. Ci auguriamo che questo sia un obiettivo che impegni sempre di piu' tutto il Parlamento.
Silvana Amati
17 gennaio 2017

Finalmente i nuovi LEA e il nuovo Nomenclatore Tariffario
Varato dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin il decreto con i nuovi Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Approvato anche il nuovo Nomenclatore Tariffario per le protesi e gli ausili per malati e disabili che era fermo dal 1999 e il cui rinnovo ho sollecitato piu' volte nel corso di questa legislatura.
Entrano fra le terapie coperte dal SSN sia la procreazione medicalmente assistita (PMA) che le consulenze genetiche.

La notizia nel sito ilsole24ore.it


Inaugurata la scuola primaria Mario Puccini di Senigallia
Sabato 14 gennaio ho partecipato, all'inaugurazione della scuola primaria intitolata a Mario Puccini, celebre scrittore senigalliese di cui quest'anno ricorre il 130o anniversario della nascita e il 60o della morte. Alla presenza del sottosegretario del MIUR Vito De Filippo, il complesso musicale "Citta' di Senigallia" ha dato inizio all'evento.
Sono state scoperte le targhe dedicate a Mario Puccini e al celebre fotografo Mario Giacomelli, a cui recentemente e' stato intitolato l'Istituto Comprensivo Senigallia nord. Sono intervenuti il sindaco Maurizio Mangialardi, l'assessore regionale all'Istruzione Loretta Bravi, la dirigente scolastica Fulvia Principi, il vescovo di Senigallia S. E. Franco Manenti.

Fotografie di Carlo Leone ----- La notizia nel sito viveresenigallia.it


il 14 gennaio e' stata inaugurata a Roma l'8a edizione di Pietre d'inciampo, gli ormai noti "sampietrini" installati dell'artista tedesco Gunter Demnig davanti alle case dove vissero le vittime dei rastrellamenti, con incisi il nome della vittima, il luogo e la data di nascita e di morte.
L'evento e' organizzato dall'associazione culturale ARTEINMEMORIA, con la quale ho collaborato in occasioni analoghe nel quadro delle iniziative su "La memoria e l'immagine" condotte, con il patrocinio del Senato, insieme al MIUR e coinvolgendo alcuni Istituti scolastici romani.

Locandina ----- Fotografie: 1 - 2 - 3


Contrastare in tutte le sedi internazionali il fenomeno delle spose bambine

I matrimoni precoci violano il diritto di bambine e ragazze di vivere con gioia, serenita' e in piena autonomia. Essere costrette a sposarsi ancora piccole, ben prima dei 18 anni, con uomini gia' adulti, spesso molto piu' anziani e con gia' altre mogli, toglie a bambine e ragazze speranze, occasioni di educazione e lavoro e possibilita' di crescere, seguendo inclinazioni, desideri e tempi non forzati.
Secondo l'ultimo rapporto Unicef presentato nel novembre 2015, nel mondo circa 700 milioni di ragazze si sono sposate in eta' minorile. Oltre un terzo di loro, circa 250 milioni, hanno contratto matrimonio addirittura prima di compiere 15 anni.
Le gravidanze precoci provocano ogni anno 70.000 morti fra le ragazze di eta' compresa tra 15 e 19 anni e costituiscono una quota rilevante della mortalita' materna complessiva. A sua volta, un bambino che nasce da una madre minorenne ha il 60 per cento delle probabilita' in piu' di morire in eta' neonatale.
Ho sottoscritto un'interrogazione presentata dalla vicepresidente del Senato Valeria Fedeli con la quale si impegna il governo:
- ad attivarsi, nelle sedi internazionali, al fine di garantire il pieno rispetto, da parte dei Paesi che ne sono firmatari, della Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza;
- ad assumere tutte le opportune iniziative per la piena attuazione della risoluzione del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite "Child, early and forced marriages";
- a valutare l'opportunita' di dotare l'Italia, in linea con l'esempio virtuoso della Svezia, di un'apposita normativa, al fine di configurare quale nuova fattispecie delittuosa il matrimonio forzato e tutte le attivita' connesse.

Il testo della mozione


Contrastare possibili infiltrazioni malavitose nel territorio marchigiano
La famiglia pescarese De Nicola, sotto inchiesta per bancarotta e truffa ai danni dell'erario e dell'INPS, e' titolare della casa di cura Stella Maris di San Benedetto. Per tale azienda e' in corso una istanza di ammissione al concordato preventivo e i dipendenti non percepiscono lo stipendio da oltre sei mesi.
La societa' Neuromed, di proprieta' della famiglia Patriciello, ha chiesto di poter finanziare, con la somma di 800 mila Euro, la societa' dei De Nicola nell'ambito della procedura concorsuale in corso.
La stampa locale (tra cui il Resto del Carlino) ha riportato che il titolare della Neuromed, Stefano Patriciello, sarebbe sotto inchiesta per corruzione con l'aggravante mafiosa.
Ho sottoscritto un'interrogazione, presentata dal collega Francesco Verducci e rivolta ai ministri dell'Interno Angelino Alfano e della Salute Beatrice Lorenzin, in cui si chiede di sapere:
- se il Governo sia a conoscenza dell'assetto societario delle aziende citate;
- se si intenda porre in essere ogni iniziativa preventiva volta a contrastare possibili infiltrazioni malavitose nel territorio marchigiano, per il tramite di operazioni finanziarie e societarie;
- quali iniziative si intende promuovere per verificare l'adeguatezza dei livelli di assistenza forniti ai pazienti della Casa di Cura Stella Maris, valutare il corretto utilizzo delle risorse pubbliche ricevute, garantire i livelli occupazionali.

Il testo dell'interrogazione


Una petizione contro l'uso sistematico e preventivo di antibiotici negli allevamenti intensivi

Negli allevamenti intensivi c'e' un uso sistematico e preventivo di antibiotici. E' opportuno che il ministero della Salute si attivi per realizzare un monitoraggio di dati con un controllo della loro attendibilita', e un piano obbligatorio di riduzione del consumo di antibiotici negli allevamenti italiani. Segnalo che la CIWF Italia ha lanciato una petizione sull'argomento. Nessun interesse commerciale deve venire prima della salute dei cittadini.

Resistenza agli antibiotici

Petizione on line


Riconosciuto il ruolo dell'Italia
nella campagna di sminamento


Dalla Colombia al Sudan alla Libia, attraverso programmi specifici di cooperazione, l'Italia fa la sua parte per eliminare la minaccia delle mine nel mondo. In Colombia squadre di sminatori finanziati da UNMAS e dal governo italiano hanno ripulito quasi ottomila metri quadri di territorio proteggendo 600 residenti. Per il Sudan un contributo di un quarto di milione di euro disposto all'inizio dell'anno liberera' 900 mila metri quadri di territorio nella regione del Kassala e provvedera' ad educare cinquemila persone per fronteggiare e ridurre tale pericolo.

Il resoconto su OnuItalia.com


Una mozione riguardante la sperimentazione "Opzione donna"

Il regime sperimentale "opzione donna" e' una misura introdotta dall'articolo 1, comma 9, della legge 243/2004, e offre la possibilita' di conseguire il diritto all'accesso al trattamento pensionistico di anzianita' alle lavoratrici che abbiano un'anzianita' totalmente contributiva pari o superiore a trentacinque anni e un'eta' pari o superiore a 57 anni per le lavoratrici dipendenti, e a 58 anni per le lavoratrici autonome.
Con le circolari nn. 35 e 37 del 2012, l'INPS applica a tale regime sperimentale un elemento ulteriore stabilendo che, per l'accesso al trattamento pensionistico anticipato, al requisito anagrafico dei 57 anni per le lavoratrici dipendenti e 58 per quelle autonome, si introduce l'incremento di 3 mesi legato all'aumento dell'aspettativa di vita.
Ho sottoscritto una mozione presentata dalla collega Erica D'Adda che impegna il Governo ad assumere le iniziative normative necessarie affinche' gli eventuali risparmi economici derivanti dall'attuazione della sperimentazione "opzione donna" vengano utilizzati in modo certo per le lavoratrici dipendenti nate nell'ultimo quadrimestre del 1958.

Il testo della mozione


Prevenzione e repressione della tratta degli esseri umani

La tratta di esseri umani non solo costituisce una seria violazione dei diritti fondamentali, ma e' anche una delle attivita' piu' lucrose delle reti della criminalita' organizzata transnazionale. L'Italia dispone di un articolato sistema antitratta, rafforzato dal recente recepimento della Direttiva 2011/36/UE. I dati forniti dalle autorita' italiane ad Eurostat per il Rapporto del 2014 sul tema (pubblicato la settimana scorsa) evidenziano che il numero di condanne per reati di tratta e' incredibilmente esiguo. Il problema e' stato recentemente segnalato anche dallo Special Rapporteur delle Nazioni Unite e dal Gruppo di esperti contro la tratta di esseri umani (GRETA) del Consiglio d'Europa . Garantire l'efficacia dell'azione penale costituisce uno degli strumenti fondamentali per la repressione e la prevenzione del fenomeno. Su questo tema ho predisposto un'interrogazione ai ministri dell'Interno, Angelino Alfano, e del Lavoro Giuliano Poletti.

Il testo dell'interrogazione


Via libera definitivo dell'Aula del Senato al ddl sull'omicidio stradale

Il DDL sull'omicidio stradale, ormai arrivato alla quinta lettura, e' stato finalmente approvato dall'Aula di Palazzo Madama ed e' quindi legge. Diventano articoli autonomi del codice penale quelle fattispecie che finora sono state previste solo sottoforma di aggravante dei reati di omicidio colposo e di lesioni personali colpose. Per l'omicidio stradale potranno essere comminate pene fino a 12 anni, con particolari aggravanti per chi si da' alla fuga o guida senza patente o assicurazione. Per lesioni stradali - gravi o gravissime - la pena puo' arrivare fino a 7 anni, anche in questo caso con aggravanti omologhe a quelle per l'omicidio. Come pena accessoria resta la revoca della patente che, nei casi piu' gravi, potra' arrivare fino 30 anni. Prescrizione raddoppiata per i nuovi reati.

Una sintesi del provvedimento


Approvato il divieto di pignoramento degli animali d'affezione o da compagnia

Con l'approvazione dell'emendamento del Governo che introduce l'impignorabilita' degli animali d'affezione, si supera oggi un'anacronistica crudeltà, colmando una lacuna normativa.
La modifica all'articolo 514 del codice di procedura civile e' stata approvata giovedi' 17 settembre, nel corso dell'esame del Ddl 1676 in Commissione Territorio, Ambiente, Beni Ambientali. Il testo, che modifica dell'articolo 514, primo comma, del codice di procedura civile, diventa:
dopo il numero 6) sono inseriti i seguenti:
- 6-bis) gli animali di affezione o da compagnia tenuti presso la casa del debitore o negli altri luoghi a lui appartenenti, senza fini produttivi, alimentari o commerciali;
- 6-ter) gli animali impiegati ai fini terapeutici o di assistenza del debitore, del coniuge, del convivente o dei figli.

Il testo del DDL 1676


Il Senato ha votato la fiducia al governo Gentiloni
Il 13 dicembre il governo Gentiloni ha ottenuto la fiducia alla Camera con 368 voti a favore e 105 contrari. Il giorno successivo, al Senato, i voti favorevoli sono stati 169 e 99 i contrari (presenti 269, votanti 268).
Paolo Gentiloni, nella sua replica ha detto, tra l'altro:
"Non siamo innamorati della continuita', abbiamo anzi rivolto una proposta all'insieme delle forze parlamentari per individuare una convergenza piu' larga. C'e' stata una indisponibilita': la presa d'atto di questa situazione ha spinto le forze che hanno sostenuto questa maggioranza a dar vita a questo governo, per responsabilita'".
Gentiloni ha aggiunto che compito del governo sara' completare le riforme avviate e che tocca al Parlamento l'iniziativa in materia di legge elettorale per la quale il governo "non sara' attore protagonista".
Il premier ha anche sottolineato la necessaria armonizzazione della legge elettorale tra Camera e Senato, ed ha aggiunto: "Spetta a voi la responsabilita' di promuovere e provare intese efficaci. Certo il governo non stara' alla finestra, cerchera' di accompagnare, sollecitare. Una sollecitudine che non deriva dalle considerazioni sulla durata dell'esecutivo ma dalla consapevolezza che il sistema ha bisogno di regole certe".

Marche: la modifica delle norme regionali sugli
animali d'affezione e' un'inaccettabile involuzione
Le modifiche approvate il 13 dicembre alla Legge regionale 65/1997, su animali d'affezione e prevenzione del randagismo, costituiscono una vera e propria involuzione normativa in tema di tutela della salute e del benessere animale.
Una decisione incomprensibile, perche' le motivazioni avanzate a sostegno di questa revisione regressiva sono prive di fondamento. A meno che non si voglia considerare un argomento accettabile l'incapacita' di effettuare un controllo sull'implementazione delle norme in vigore, come suggerito da alcuni dei consiglieri che hanno approvato la proposta. C'e' anche chi ha affermato come queste modifiche non possano che essere considerate migliorative, perche' "vanno incontro" ai proprietari degli animali. Una logica decisamente antropocentrica e, comunque, ingannevole.
Le modifiche approvate non vanno incontro a chi gode della compagnia di un animale, ma a specifiche categorie. In questo senso, condivido la posizione espressa dal consigliere Fabrizio Volpini, che si e' infatti astenuto dalla votazione. Queste modifiche non tutelano gli animali, ne' rafforzano gli strumenti a prevenzione del randagismo, ma favoriscono allevatori e cacciatori...(leggi tutto)
Silvana Amati
Responsabile Pd Tutela e Salute Animali

Rassegna stampa: Corriere Adriatico - Corr. Adr. di Ancona - ANSA - DIRE

14 dicembre 2016

Lutto per la scomparsa di Giulia Spizzichino, testimone fondamentale per l'estradizione e la condanna di Priebke
Ho appreso della scomparsa di Giulia Spizzichino, che ho avuto il piacere di conoscere quando porto' la sua testimonianza qui in Senato, e voglio esprimere la mia sincera vicinanza alla famiglia e alla Comunita' Ebraica.
Giulia si salvo' dal rastrellamento del Ghetto di Roma del 16 ottobre 1943, ma perse moltissimi familiari nell'eccidio delle Fosse Ardeatine e nei campi di sterminio. La sua testimonianza, la sua forza d'animo e la sua tenacia sono state fondamentali nel percorso che ha portato all'estradizione di Erich Priebke, al processo e alla condanna per crimini contro l'umanita'.
Anche molto anziana, ha continuato fino all'ultimo a portare nelle scuole la sua testimonianza. Abbiamo il dovere di raccogliere il testimone, perche' rimanga sempre viva la memoria degli orrori della Seconda guerra mondiale, perche' non possano mai piu' ripetersi.
Silvana Amati
13 dicembre 2016

Testimonianza di Giulia Spizzichino

al convegno da me organizzato il 28 aprile 2015 a sostegno della rapida approvazione anche alla Camera della legge, a mia prima firma, per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del "Negazionismo", approvata poi in via definitiva l'8 giugno 2016.

La modifica della Costituzione e' stata respinta a larga maggioranza, con una altissima partecipazione popolare al voto
La modifica della Costituzione e' stata respinta a larga maggioranza con una altissima partecipazione popolare al voto.
Come ho avuto gia' modo di dire, uno dei punti fermi della mia vita politica ed istituzionale e' stata la difesa della nostra Costituzione, che certo andrebbe prima di tutto interamente applicata.
Sono molto soddisfatta del risultato, ma non ho mai approvato quanti, da una parte o dall'altra, hanno voluto trasformare la campagna referendaria in qualcosa che non aveva nulla a che vedere con un rigoroso dibattito riguardante le modalita' di intervento sul dettato costituzionale e il merito di questo.
Una lezione possiamo trarre tutti quanti dall'esperienza che abbiamo appena fatto, a prescindere dal giudizio sul risultato che ognuno puo' legittimamente dare: bisogna fare sempre ogni responsabile tentativo per riuscire ad evitare che l'impianto delicato e prezioso di una Costituzione sia lasciato in balia di eccessive semplificazioni, rabbie emotive, facili demagogie il cui esito nessuno puo' mai prevedere e che solo per caso potrebbe coincidere con le aspirazioni riformiste di chiunque si avventuri in un rischio simile.
Silvana Amati
5 dicembre 2016

Approvata la manovra di bilancio 2017
Il 7 dicembre e' stata approvata la manovra di bilancio 2017. E' stato un atto di responsabilita' verso il Paese teso a contribuire alla ripresa economica e a rendere meno incerta la crisi politica aperta.
Il gruppo dei Senatori PD ha approvato questa manovra, che contiene provvedimenti di natura strutturale e che e' coerente con le politiche di sviluppo che hanno segnato questa legislatura, iniziata in una fase di grande recessione, con un percorso di riforme. La manovra supera il patto di stabilita' e delinea interventi sulla famiglia e sul contrasto alla poverta' che sono solo un avvio e che devono essere reiterati anche nei prossimi anni.

La legge di bilancio 2017


Il Senato ha approvato il decreto sul terremoto
Il 23 novembre e' stato approvato il decreto sul terremoto che ora passa alla Camera. Questo provvedimento si caratterizza per velocita' dei tempi d'approvazione, interventi integrati sul territorio, sicurezza, trasparenza e legalita' (con l'istituzione di una "struttura di missione" del Viminale, controlli da parte di Anac e Corte dei Conti e l'istituzione di un elenco speciale dei professionisti abilitati), mediante l'uso delle buone prassi e sulla base di positive precedenti esperienze quali la ricostruzione emiliana e la sorveglianza degli appalti di Expo. I comuni interessati dal provvedimento sono 131.
La sfida insita al provvedimento approvato e' ricostruire rapidamente territori ricchi di storia e di cultura quanto deboli a livello sociale e umano mantenendo integro il tessuto umano e civile e restituendo forza e futuro a quello sociale ed economico. Nascono gli Uffici speciali per la ricostruzione post sisma.
Il decreto stabilisce di ricostruire oltre alle prime case anche le seconde fuori dal cratere se lesionate e affittate come prima casa.
Il decreto finanzia le micro e piccole imprese, da' sostegno ai lavoratori (introdotta la cosiddetta busta paga pesante, cioe' comprensiva della parte a lordo, esteso lo stop di sei mesi previsto per i pagamenti di acqua, luce e gas anche alle bollette telefoniche, al canone Rai e ai pagamenti assicurativi) sostiene le aziende agricole e lo spostamento temporaneo all'interno delle stesse comunita' di piccoli esercizi commerciali quanto di aziende piu' grandi. Favorisce inoltre l'autorganizzazione dei cittadini e stabilisce l'aumento del personale degli enti locali. Sono previsti contributi fino al 100% dei danni subiti tramite finanziamenti agevolati garantiti dallo Stato; aiuti per la ripresa delle attivita' produttive danneggiate; poche stazioni appaltanti e centrale di committenza unica; controlli di Anac e Corte dei conti; stop agli adempimenti fiscali e di bilancio.
Per l'attuazione di interventi di immediata necessita', la dotazione assegnata nel decreto per il 2016 al fondo della ricostruzione e' pari a 266.427.000 euro. A questi vanno aggiunti gli interventi previsti nella legge di Bilancio: 100 milioni per il 2017 e 200 milioni di euro annui dall'anno 2018 all'anno 2047 per la concessione del credito d'imposta per l'accesso ai finanziamenti agevolati, di durata venticinquennale, previsti per la ricostruzione privata.

Addio a Equitalia e a studi di settore per un
migliore rapporto tra Stato e contribuente
Numerose le misure rilevanti contenute nel decreto fiscale approvato il 24 novembre in via definitiva al Senato: l'abolizione di Equitalia, la possibilita' di "rottamare" le cartelle esattoriali, gli interventi di semplificazione fiscale e l'abolizione degli Studi di Settore.
La rapidita' dei tempi di esame del provvedimento ha sacrificato un maggior approfondimento di alcuni temi delicati come quelli della riorganizzazione delle agenzie fiscali e della semplificazione degli adempimenti tributari, anche attraverso la riapertura della delega fiscale. La Commissione Finanze e Tesoro dovra' esaminarli in un provvedimento ad hoc, con la disponibilita' del Governo.

Il decreto fiscale


Incontro degli studenti di Ancona con il Presidente del Senato
Il 18 novembre ad Ancona, nell'Aula Magna del Polo Monte Dago dell'Universita' Politecnica delle Marche, ho partecipato all'incontro del presidente del Senato Pietro Grasso con gli studenti per parlare di legalita' e diritti. L'evento, e' stato organizzato dal Consiglio regionale delle Marche in collaborazione con l'Universita' e l'Ufficio Scolastico regionale.
La legalita' e' al centro delle attivita' che il Consiglio regionale ha intrapreso sin dall'avvio di questa legislatura, come ha ricordato il presidente dell'Assemblea legislativa Antonio Mastrovincenzo, e l'iniziativa con il presidente Grasso ha rappresentato un importantissimo momento di confronto in particolare con gli studenti delle scuole marchigiane perche' proprio con i giovani si deve promuovere la cultura della legalita'.

Fotografie


Martedi' 15 novembre 2016
Senato della Repubblica - Sala Nassirya
Le celebrazioni per il centenario della nascita
dello scultore senigalliese Alfio Castelli

Fotografie - Registrazione integrale dell'evento


Il 3 e il 4 dicembre
in piazza con la LAV
per sostenere il DDL
sulla graduale dismissione
degli animali nei circhi

Scheda informativa - Adesione del Presid. del Senato
la Locandina

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7


Martedi' 8 novembre 2016
Senato della Repubblica - Sala Zuccari
2010-2016: 500 pietre d'inciampo
nella mappa della memoria europea

Registrazione audiovideo: Convegno - Dibattito

Lectio Magistralis di Anna Foa

Fotografie - Programma


Una corretta informazione per votare consapevolmente
al referendum del 4 dicembre
"Tra le ragioni del SI' e del NO al Referendum costituzionale di domenica 4 dicembre" e' il titolo dell'incontro organizzato dall'associazione "Gli Amici dell'Unita' solidale" che si e' tenuto lo scorso 3 novembre a Senigallia.
E' stato un confronto tra due esponenti del Partito Democratico: il consigliere regionale Fabio Urbinati, del Comitato del SI', e la senatrice Silvana Amati, per il No. Ha moderato il dibattito il giornalista televisivo Ciro Montanari.

Registrazione audio dell'incontro


Mercoledi' 26 ottobre 2016
Festival #Animali
Factory del Macro/Testaccio

Farmaco Generico Veterinario

Interventi di sen. Silvana Amati, responsabile PD tutela e salute degli animali e organizzatrice dell'incontro; dott. Marco Melosi, presidente Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani; dott. Angelica Maggio, direttrice generale della sanita' animale e dei farmaci veterinari del Ministero della Salute; dott. Carla Rocchi, presidente Ente Nazionale Protezione Animali.

foto di Simone Biagiotti (ist. Rossellini)


Gli allevamenti intensivi dei conigli
Il 25 ottobre, presso la Sala ISMA del Senato, ho promosso la conferenza organizzata da CIWF Italia Onlus dedicata all'allevamento di conigli in Italia, un'occasione per discutere dello stato dell'allevamento cunicolo in Italia e riflettere sulle opportunita' rappresentate dall'adozione di sistemi di allevamento piu' sostenibili e rispettosi del benessere animale, come quelli alternativi alle gabbie.
La conferenza e' stata un'opportunita' di networking e di scambio di esperienze e buone pratiche tra tutti gli addetti ai lavori.
Come responsabile PD del Settore Tutela e Salute Animali, lavoro da anni perche' le politiche a livello nazionale e locale riflettano la trasformazione culturale ormai completamente avvenuta nella nostra societa', con il fondamentale contributo di molte associazioni che lavorano sui temi del benessere animale e colleghi parlamentari.
Come sapete, non esistono ancora specifiche normative nazionali o europee per la tutela dei conigli negli allevamenti e, spesso, vengono tenuti in gabbie simili a quella delle ormai superate batterie per le galline ovaiole.
Come politici, abbiamo il dovere di impegnarci, a livello nazionale ed europeo, su due fronti:
- perche' si introducano almeno standard minimi per la protezione dei conigli negli allevamenti
- perche' Governo e parlamento introducano misure efficaci per sostenerne e promuovere l'adozione di sistemi alternativi alle gabbie da parte dei produttori.
In questo senso, la conferenza promossa da CIWF Italia Onlus, segna una tappa importante nel percorso verso l'eliminazione dell'anacronistico sistema dell'allevamento in gabbia del coniglio e la diffusione di sistemi piu' rispettosi del benessere animale, come i sistemi Park (a recinto) gia' utilizzati in altri paesi europei.

Fotografie: 1 - 2 - 3


Alla Rotonda a mare si Senigallia con
Dacia Maraini e Carla Rocchi
Sabato 15 ottobre ho partecipato alla iniziativa "L'anello mancante: conoscere e salvaguardare i diritti degli animali", dove ho anche avuto modo di parlare del Festival #Animali in corso a Roma, nella Factory del Macro /Testaccio.
Sono intervenuti il sindaco Maurizio Mangialardi, l'assessora alle politiche per lo sviluppo sostenibile Ilaria Ramazzotti, la presidente dell'ENPA - Ente Nazionale Protezione Animali Carla Rocchi, e la scrittrice Dacia Maraini. L'incontro e' stato moderato da Mauro Pierfederici.

Foto di Patrizia Lo Conte ------ Locandina


66a Giornata nazionale
per le Vittime del Lavoro
Domenica 9 ottobre, ho partecipato alla manifestazione che che ha avuto luogo ad Ancona, organizzata dalla sezione territoriale dell'ANMIL, per celebrare la Giornata per le Vittime del Lavoro.
Nel corso della cerimonia ho avuto modo di ribadire il mio personale sostegno alla battaglia finalizzata alla sensibilizzazione sul fenomeno degli incidenti sul lavoro, delle malattie professionali e sulla loro prevenzione.

Invito - Foto - Diretta notte di Radio Impegno


Giovedi' 6 ottobre 2016
Aula del Senato

La cooperazione e un piano comune per il rafforzamento della Difesa Comune Europea

Interrogazione della sen. Silvana Amati, risposta della ministra della Difesa Roberta Pinotti e replica della sen. Silvana Amati.

Il testo dell'intervento


ROMA - Al via il 4 ottobre la prima edizione del
Festival #Animali al Museo Macro/Testaccio
Al via la prima edizione del Festival #Animali, in programma a Roma presso la Factory del Macro dal 4 al 27 ottobre. Nata su mia iniziativa la rassegna e' organizzata da Enpa con l'obiettivo di riflettere e di far riflettere sul legame multidimensionale che unisce l'uomo al resto dei viventi e all'ambiente.
E' un contenitore di iniziative sul rapporto uomo-animale, con un calendario che prevede piu' di 40 incontri, proiezioni, spettacoli dal vivo, installazioni e mostre di arti visive su una superficie espositiva di duemila metri quadrati... (leggi tutto)
Foto presentazione: Andrea Derogati - Antonio Fiorenza
Servizi televisivi: TG3 Regionale del Lazio - Rai News 24

Monitorare e raccogliere dati sui casi di intersessualita' sul
territorio italiano ed evitare la soluzione chirurgica precoce
Con il termine intersessualita', intersex, o DSD (disturbi nello sviluppo sessuale), si intendono quelle caratteristiche di sesso cromosomico, gonadico o anatomico che non rientrano nelle tipiche nozioni binarie di femmina e maschio.
Secondo gli studi piu' accreditati su 1.000 nati 17 presentano una qualche forma di intersessualita' (A. Fausto-Sterling 2000)
Il rapporto 2015 della Fundamental rights agency (FRA), sostiene che le persone intersessuali potrebbero gia' essere protette dall'articolo 2 della Costituzione, anche se occorrerebbe una legge ad hoc per evitare di perpetuare la loro invisibilita' politica e sociale e garantire loro una piu' efficace protezione. L'obbligo di legge di registrare il sesso del nascituro sul certificato di nascita rafforza l'aspettativa sociale. Lo scarso interesse nei confronti di azioni di monitoraggio dimostrato fino ad oggi da molti Paesi non ha agevolato l'analisi di questo fenomeno su larga scala.
Recentemente la stampa ha riportato la notizia di un intervento chirurgico su un o una duenne dalle caratteristiche intersex eseguito al policlinico universitario "Paolo Giaccone" di Palermo. L'intervento che avrebbe compreso l'asportazione delle gonadi, dell'utero e la ricostruzione del pene della o del giovanissimo paziente.
Ho sottoscritto un'interrogazione presentata dal collega Sergio Lo Giudice e rivolta alla ministra della Salute Beatrice Lorenzin con la quale si chiede, tra l'altro, di sapere:
- se abbia raccolto informazioni sull'accaduto e se la persona interessata sia stata sottoposta a intervento chirurgico a causa di un imminente e serio pericolo per la sua salute;
- se non intenda avviare un'iniziativa di monitoraggio e raccolta dati sui casi di intersessualita' sul territorio italiano;
- se non ritenga opportuno avviare dei programmi informativi rivolti alle famiglie interessate, affinche' siano consapevoli dei rischi che possono scaturire da tali operazioni e possano valutare opzioni alternative, quali quella di crescere il figlio o la figlia senza sottoporlo o sottoporla a interventi invasivi e lasciandogli o lasciandole la scelta sul proprio corpo quando sara' in grado di scegliere per se.

Il testo dell'interrogazione


L'opera dei volontari ENPA nelle zone terremotate
13 settembre 2016 - Aula del Senato
Intervento per sottolineare l'impegno straordinario dell'ENPA e i notevoli risultati raggiunti nell'opera di salvataggio degli animali nelle zone colpite dal terremoto del 24 agosto 2016.

Lettera di parlamentari marchigiani del PD al presidente del Consiglio Matteo Renzi, al commissario straordinario per la ricostruzione nei territori colpiti dal terremoto del 24 agosto 2016 Vasco Errani, al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli

Testo della lettera - Comunicato stampa


La scomparsa del prof. Enrico Moroni
Il 10 settembre e' prematuramente scomparso Enrico Moroni, docente universitario, studioso di filosofia del diritto, impegnato da sempre sul fronte della diffusione della conoscenza e della difesa dei diritti umani e della Carta Costituzionale.
Con lui, gia' dal 1994, abbiamo seguito l'appello di Giuseppe Dossetti per la Costituzione, salendo al convento di Monteveglio dove, al richiamo di questo grande padre costituente, Nilde Jotti, Romano Prodi e il giudice Antonino Caponnetto si incontravano con tanti giovani per trasmettere i valori della nostra democrazia.
Importante poi l' impegno di Enrico nell'ambito della sinistra e in particolare nella direzione della sezione centro dei Democratici di Sinistra di Senigallia e nei comitati comunale e federale dei DS. Successivamente al 2007 Moroni ha dato il suo contributo di idee per la costruzione del partito democratico di Senigallia per il quale ancora oggi era componente della unione comunale.
La nostra citta' perde irrimediabilmente una intelligenza arguta e vivace, accompagnata da un carattere schivo, rigoroso e coerente.
Manchera' di certo agli alunni della sua Universita' che tanto amava, a quelli della nostra Universita' per anziani, agli amici e compagni dei PD e non solo, a noi che gli abbiamo voluto bene. Al figlio Davide e a tutta la sua famiglia un abbraccio.
Silvana Amati
10 settembre 2016

Giornata mondiale contro il trasporto di animali vivi: basta crudelta'
Il 29 agosto, giorno in cui ricorre il ventennale della tragedia che ha visto 70.000 pecore morire bruciate a bordo della nave che le trasportava dall'Australia in Giordania, ho partecipato ad Ancona alla giornata di mobilitazione mondiale contro i trasporti di animali vivi indetta dall'associazione CIWF Italia.
Ancona e' una citta' di transito per gli animali trasportati in e attraverso l'Italia e la manifestazione ha avuto lo scopo di informare e chiedere che i trasporti a lunga distanza provocano enormi sofferenze agli animali vanno aboliti. Perche' gli animali non sono merce!
Gli animali vengono trasportati molto spesso per lunghe distanze, in viaggi che possono durare anche alcuni giorni prima di raggiungere la loro destinazione finale. E nessuno viene risparmiato: animali malati, oppure troppo giovani, vacche e pecore gravide che magari si trovano in difficolta' a partorire durante il viaggio.
Va denunciata la sistematica violazione del Regolamento europeo sul trasporto: vitelli e agnelli non svezzati viaggiano ben oltre le 8 ore, (a volte per giornate intere), senza essere nutriti adeguatamente. E purtroppo l'Italia e' pesantemente coinvolta, essendo il terzo importatore di vitelli e il primo importatore di agnelli in UE.

Il resoconto dell'associazione CIWF Italia

Il servizio su TCNEWS della manifestazione di Ancona


Lutto per la scomparsa di Alberta Levi Temin,
testimone del rastrellamento del ghetto di Roma
Ho appreso della scomparsa di Alberta Levi Temin, che ho avuto la fortuna di conoscere, e voglio esprimere la mia sincera vicinanza ai familiari e ai suoi tanti amici.
Alberta riusci' a salvarsi nascondendosi sul balcone dal rastrellamento del Ghetto di Roma, dove si era trasferita con la famiglia dopo le perquisizioni della loro casa di Ferrara. Per tutta la vita si porto' dentro il dolore di non aver potuto far nulla per i suoi cari. Un dolore che, a 96 anni, ricordava ancora come il piu' grande della sua vita. Per molto tempo non riusci' a parlare della tragedia vissuta, fino a quando, col diffondersi delle teorie revisioniste sulla Shoah, nel 1990 trovo' la forza di raccontare la sua storia ai giovani e nelle scuole.
La sua preziosa testimonianza, insieme a quelle di altri che come lei riuscirono a salvarsi dagli orrori del nazismo, ha svolto un ruolo fondamentale nel percorso che ha portato all'approvazione, lo scorso giugno, della Legge contro il Negazionismo. Accusare le stesse vittime di falsificazione della storia, negando questo crimine contro l'umanita', rappresenta, infatti, una delle forme piu' sottili di diffamazione razziale e xenofoba e incitamento all'odio.
Con la scomparsa di Alberta Levi Temin perdiamo una persona eccezionale, di straordinaria lucidita'. Abbiamo il dovere di raccogliere il testimone perche' rimanga sempre viva la memoria e simili orrori non possano mai piu' ripetersi.
Silvana Amati
31 agosto 2016

13/10/2010 - Testimonianze di A. Levi Temin e P. Terracina


Presentata in Senato un'eccellenza
della ricerca accademica delle Marche
Martedi' 5 luglio in Senato abbiamo avuto un'altra importante occasione per valorizzare e diffondere le eccellenze della Regione Marche.
E' stato presentato il libro "Neuroeconomia ..Neurofinanza. I correlati neurali del Direct Access Trading" alla presenza della vicepresidente del Senato Valeria Fedeli, degli autori della ricerca, GianMario Raggetti e Maria Gabriella Ceravolo, docenti dell'Universita' Politecnica delle Marche, Enrico Bondi, Dirigente d'azienda, Nicola Mercuri, Neurologo, Girolamo Crisi, Direttore Dipartimento Neuroscienze dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.
La neuroeconomia e la neurofinanza, gia' materie curricolari in diversi paesi, si trovano all'intersezione di discipline differenti e ne fanno convergere i contributi per risolvere l'enigma di come il cervello prende decisioni. Ricerche affascinanti, che offrono anche un importante contributo all'analisi di temi estremamente attuali, come il comportamento dei mercati. Alcuni strumenti di ultima generazione per le risonanze permettono oggi diagnosi non invasive, con significativi benefici in termini di salute dei pazienti. Gli stessi strumenti, sarebbero anche necessari allo sviluppo delle ricerche menzionate. Mi auguro, quindi, che Ospedali Riuniti di Ancona possa dotarsene presto, in modo da rafforzare la cultura della prevenzione fra i cittadini e, contemporaneamente, valorizzare la ricerca d'avanguardia della nostra Regione.

Fotografie - Scheda del libro


Uno dei punti fermi della mia vita politica ed istituzionale e' stata la difesa della nostra Costituzione, da tanti considerata la piu' bella del mondo, che certo andrebbe prima di tutto interamente applicata.
Dal 1994 ho aderito all'appello di Giuseppe Dossetti all'allora sindaco di Bologna Walter Vitali e con Carlo Emanuele Bugatti ed Enrico Moroni abbiamo dato vita al primo comitato italiano per la difesa della Carta , tanto che conservo gelosamente la lettera che allora Dossetti ci scrisse invitandoci a Monteveglio. Poi le opportunita' che la mia vita istituzionale mi ha offerto mi hanno consentito di dibattere nel merito molti tentativi di cambiamento. Cosi' da presidente della Conferenza dei Presidenti dei Consigli Regionali Italiani mi sono spesa gia' nella bicamerale D'Alema contro l'elezione diretta dei presidenti delle giunte regionali e contro la modifica del titolo quinto. Modifica, che fu votata allora a stretta maggioranza e che si rivelo' poi foriera di quei problemi che avevamo denunciato. Infatti viene oggi proposta nuovamente a modifica come se cambiare la Carta sia cosa da fare e disfare.
Conseguentemente nel 2001 ho votato No a quel referendum costituzionale. ... (leggi tutto)

Alla Rotonda di Senigallia convegno su inquinamento, cattive abitudini
e l'insorgenza di patologie tumorali
Giovedi' 8 settembre ho partecipato al convegno sul tema delle malattie oncologiche organizzato da Rossana Berardi, direttore della clinica oncologica dell'Universita' Politecnica delle Marche, e socia Fidapa, che si e' tenuto alla Rotonda a Mare di Senigallia.
Nel corso del convegno, dal titolo "I sette vizi capitali...in oncologia", sono state esaminate le condizioni di inquinamento ambientale in cui viviamo e le cattive abitudini individuali, a volte veri e propri vizi, connessi al fumo, all'alcol, all'alimentazione, all'igiene, alla sedentarieta', alle droghe, che possono influire nell'insorgenza di patologie tumorali.

Locandina dell'iniziativa - Fotografie: 1 - 2 - 3


Per questa nostra bella Costituzione #IOVOTONO
Il 9 settembre al Porto storico di Ancora sono intervenuta all'iniziativa organizzata da ANPI e ARCI "Per questa nostra bella Costituzione #IOVOTONO"
All'incontro, presieduto dal magistrato gia' membro del Consiglio Superiore della Magistratura
, Vito D'Ambrosio, hanno preso la parola Carlo Smuraglia, presidente dell'ANPI e Francesca Chiavacci, presidente dell'ARCI.

Su Facebook la registrazione audiovideo dell'evento

Foto - Locandina


Terremoto. Il gatto Pietro, sedici giorni sotto le macerie, soccorso da Vigili del Fuoco e veterinari Enpa
Sedici giorni sotto le macerie. Sedici giorni sepolto da detriti e calcinacci. Sedici giorni vissuti in condizioni incompatibili con la vita, senza cibo, con pochissima aria, con qualche goccia di acqua piovana. Eppure, nonostante tutto questo, il gatto Pietro ne e' uscito vivo.
I Vigili del Fuoco hanno sentito i flebili miagolii di Pietro proprio mentre stavano cercando di recuperare dalla casa alcuni effetti personali dei suoi proprietari del gatto. I quali, tanto increduli quanto commossi, hanno assistito al salvataggio del loro compagno di vita, dato ormai per perso.
Non appena lo hanno estratto dalle macerie, i vigili lo hanno portato al Posto Veterinario Avanzato di Enpa ad Amatrice, dove e' stata fatta una prima valutazione del suo stato di salute. Purtroppo le condizioni di Pietro sono risultate molto critiche ed e' stato trasportato in una clinica veterinaria di Rieti con l'ambulanza dell'ENPA ISOTTA.
Volontari, veterinari e Guardie Zoofile Enpa sono tuttora presenti ad Amatrice dove si stanno occupando della fase di mantenimento e monitoraggio.

Il video del salvataggio


La discussione sulle prospettive dell'Italia alla Festa dell'Unita' di Pesaro
Lunedi' 29 agosto alla Festa dell'Unita' di Pesaro ho partecipato, insieme ad Enrico Zanetti, viceministro dell'economia e delle finanze ed Alessia Morani, vicecapogruppo PD alla Camera, ad una intervista condotta da Luca Fabbri sul tema "Prospettive per far ripartire l'Italia".

Fotografie: 1 - 2 - 3

Il resoconto dell'intervista


Approvata dalla Commissione Esteri la risoluzione
sulle mine antiuomo
Mercoledi' 6 luglio la Commissione affari esteri ha approvato lo schema di risoluzione, che prende spunto dal World Humanitarian Summit organizzato dall'ONU ad Istanbul lo scorso maggio. La risoluzione ricorda che l'Italia rappresenta nel settore un Paese leader a livello internazionale, sul piano sia delle attivita' di cooperazione che delle buone pratiche interne, come dimostra il fatto che, per il biennio 2016-2017, e' stata chiamata a ricoprire il ruolo di presidente del Mine Action Support Group, organismo che, in sede ONU, coordina i programmi di sminamento umanitario a livello internazionale.
La risoluzione, da me promossa in collaborazione con la Campagna Italiana Antimine, impegna il Governo, tra l'altro, a promuovere l'universalizzazione e la compiuta implementazione della Convenzione di Ottawa sulle mine antiuomo e della Convenzione di Oslo sulle munizioni a grappolo.
Il Governo e' anche impegnato a valutare l'opportunita' di intraprendere misure che consentano di stabilizzare una dotazione adeguata del Fondo per lo sminamento umanitario, in modo da rendere possibile una migliore pianificazione delle attivita' in questo settore.

Il testo della risoluzione


Riallineare la Protezione Civile ad un contesto
profondamente cambiato

Il territorio italiano ha ancora forti elementi di criticita' e fragilita' dovuta non solamente a fenomeni naturali ma dall'azione dell'uomo. Il sistema di protezione civile che non e' perfettamente o per nulla integrato con il sistema di sussidiarieta' territoriale. I livelli di organizzazione delle varie regioni e' molto disomogeneo, e che questo impone alla Protezione Civile centrale una funzione spesso sostitutiva.
Ho sottoscritto l'ordine del giorno presentato dalla collega Daniela Valentini che impegna il Governo a inserire nei decreti attuativi della delega ricevuta:
- i compiti di formazione ed informazione dei cittadini;
- l' emanazione, nei tempi previsti dalla presente legge, della "Carta dei Diritti dei cittadini colpiti da calamita' naturali".

Il testo dell'ordine del giorno


Le condanne a morte dei tribunali militari italiani
nella Prima guerra mondiale

Sappiamo che nel corso della Prima guerra mondiale i tribunali militari italiani condannarono a morte per diserzione e altri reati analoghi circa 4000 soldati. 750 di costoro furono effettivamente fucilati, ai restanti la pena venne commutata. Molti furono uccisi per decisione arbitraria di ufficiali e sottufficiali o scelti tirando a sorte, quando i colpevoli dei "reati" non venivano individuati.
Mercoledi' 6 luglio in Commissione difesa, in relazione all'esame del DDL n.1935 recante Disposizioni concernenti i militari italiani ai quali e' stata irrogata la pena capitale durante la prima Guerra mondiale, si sono svolte le audizioni del prof. Antonino Intelisano, gia' procuratore generale militare, del dott. Marco De Paolis, procuratore militare e del col. Antonino Zarcone, gia' componenti del Comitato tecnico-scientifico per la promozione di iniziative di studio e ricerca sul tema del cosiddetto "fattore umano" nella Grande Guerra.
Sono emersi alcuni punti critici del testo all'esame della Commissione. Al termine delle audizioni sono intervenuta per richiamare l'attenzione su alcuni dei temi trattati e per sottolineare l'importanza di tenere nella dovuta considerazione alcune differenze fra i casi in esame, come l'effettivo riscontro di prove durante lo svolgimento dell'eventuale processo.
La giustizia militare italiana fu molto piu' rigida di quella di altre nazioni combattenti. Delle 1787 condanne a morte emesse in contumacia per diserzione e passaggio al nemico, una sola risulta davvero corroborata da prove.
Ci fu anche il caso dell'artigliere di Castelfidardo Alessandro Ruffini, di 23 anni, fucilato sul posto il 3 novembre 1917 a Noventa Padovana per ordine del Generale Graziani perche', sfilando di ritorno col reggimento dal Carnia, non si tolse il sigaro dalla bocca.
Un caso paradigmatico, perche' riassume in se' le centinaia di esecuzioni sommarie compiute, e singolare, perche' per la sua crudelta' fu riportato nel 1919 da L'Avanti! e fu oggetto di due interrogazioni parlamentari.

Il testo del DDL


Presentato al Senato il Regolamento sulla firma digitale
Giovedi' 30 giugno in Senato ho organizzato la conferenza di presentazione del Regolamento europeo sulla firma digitale che e' in vigore ed e' applicabile dal 1 luglio 2016 in tutti gli Stati membri. Questa importante innovazione rende possibile la gestione totalmente dematerializzata dei documenti. L'Italia gia' dispone di norme avanzate e potra' quindi beneficiare fin da subito delle opportunita' che si aprono. Un'innovazione fondamentale, che ho sostenuto con convinzione gia' dal 2013, avendo seguito con impegno e costanza i lavori sui regolamenti per la firma digitale. Non solo si rafforza la trasparenza e il rapporto fiduciario fra cittadini, imprese ed istituzioni, ma si risparmia in termini di tempo, impatto ambientale e costi delle procedure. Si stima che la digitalizzazione consentira' di risparmiare circa 200 miliardi di euro l'anno, di cui 43 per la sola pubblica amministrazione. Inoltre la diffusione dell'identificazione digitale e' un'opportunita' importantissima per predisporre strumenti alternativi per coloro che non possono sottoscrivere i documenti di proprio pugno, garantendo quindi la tutela della privacy e l'autonomia.

Locandina dell'iniziativa - Fotografie

Testo del Regolamento europeo 910/2014

Diapositive utilizzate dai relatori:
dr. Stefano Arbia - dr. Elio Gullo - dr. Antonio Samaritani

Rassegna stampa
L'Unita (Silvana Amati) - Corriere della sera (Alessio Lana)
Sole24Ore (B.Sa. - A.Mastr.) - Corriere Comunicazioni (F. Me.)


Staffetta parlamentare sui femminicidi

Mercoledi' 29 giugno, con un intervento di fine seduta della collega Maria Cecilia Guerra, ha avuto inizio in Senato, la staffetta con cui, assieme a tante altre senatrici, ricorderemo ogni donna che verra' uccisa per mano di un uomo a cui e' o e' stata legata da relazione amorosa.
Lo faremo fino a che sara' necessario ricordare al Parlamento e al nostro Paese l'urgenza di arginare la violenza nei confronti delle donne.

Il testo dell'intervento


Finalmente la legge contro il negazionismo
Con l'approvazione definitiva del DDL sul negazionismo, di cui sono prima firmataria, il Parlamento ha finalmente introdotto sanzioni verso chi nega o minimizza accertati crimini di genocidio. Un atto fondamentale per contrastare concretamente atti che continuano a ispirate, o persino a sollecitare e incoraggiare, le azioni di gruppi razzisti, xenofobi e antisemiti.
E' quindi una grande soddisfazione aver ottenuto questo risultato, frutto di un lavoro lungo e complesso, iniziato gia' nel corso della precedente legislatura.

L'articolo di Silvana Amati su L'Unita'

La dichiarazione di Renzo Gattegna su Pagine Ebraiche


Concluse le sterilizzazioni dei randagi al "CARA Mineo"
Si e' chiusa l'11 giugno, con un pieno successo, l'operazione "CARA Mineo" promossa dall'Ente Nazionale Protezione Animali con l'obiettivo di sterilizzare, vaccinare, prestare assistenza ai randagi che vivono nel Centro di Accoglienza Richiedenti Asilo di Mineo (Catania).
Sino a pochi anni fa la popolazione canina del CARA, la piu' grande struttura di accoglienza in Europa con ben 4mila migranti e con una superficie di 253mila metri quadrati, era composta soltanto da quattro animali, entrati chissa' come nel centro. Poi, con il tempo, il loro numero e' aumentato senza sosta fino a raggiungere gli attuali 80 esemplari.
Era urgente intervenire e occorreva farlo subito, prima che la situazione potesse sfuggire di mano, diventando ingestibile. Per questo, Enpa ha schierato sul posto una task force formata da ben 20 volontari.
"Siamo intervenuti per sanare una situazione divenuta insostenibile", ha dichiarato la Presidente Nazionale di Enpa Carla Rocchi, "e per contenere il randagismo all'interno del centro per richiedenti asilo e nel territorio di Mineo. Se non sterilizzati, i cani si riprodurranno in maniera esponenziale determinando una emergenza gravissima e una situazione in cui il benessere animale non e' tutelato. Con la nostra missione, alla quale ha dato un contributo preziosissimo la senatrice PD Silvana Amati, avviamo una collaborazione con la Prefettura, con il Comune di Mineo e con la Direzione del CARA grazie alla quale il controllo del randagismo sara' continuo e costante anche in futuro".

Fotografie - Comunicato stampa e dati


A due anni dall'alluvione, il lavoro per concretizzare
l'erogazione dei contributi per la fase 2 dell'emergenza

Nel secondo anniversario dei drammatici eventi alluvionali che hanno colpito la nostra citta', torno a fare il punto della situazione sulla base delle informazioni ora disponibili.
Rispondo, cosi', anche al Consigliere comunale Sartini, al quale peraltro avevo gia' risposto, e che potra' collaborare alla riuscita di questa difficile impresa attraverso i canali che sapra' anche lui mettere in campo, se ritiene, nel rapporto con il Governo e con le istituzioni coinvolte. Ogni collaborazione istituzionale e' certamente utile, se si lavora per il comune obiettivo di trovare soluzioni concrete ai problemi della gente.
Sono stata fin da subito e sono ancora capofila e coordinatrice dei senatori e deputati del mio Partito che, nei mesi scorsi, hanno chiesto con costanza al Governo di reperire le risorse necessarie a far fronte anche alla fase 2 delle emergenze. Continuo a seguire con determinazione l'iter, tenendomi quotidianamente in contatto con tutte le istituzioni coinvolte.
Come e' ormai noto, con la Legge di Stabilita' e' stato identificato uno stanziamento una tantum di 1.5 miliardi di euro per la fase 2 delle emergenze. Queste risorse sono destinate ai cittadini e alle imprese, sulla base delle ricognizioni dei fabbisogni completate, come nel caso di Senigallia, per le emergenze riconosciute dal 2013 a livello nazionale.
Si parla di finanziamento agevolato perche' Governo e ABI sottoscriveranno un'apposita convenzione e i contributi saranno erogati direttamente dalle banche. Una scelta che dovrebbe rendere piu' facile l'erogazione delle risorse, non dovendo transitare nei bilanci delle pubbliche amministrazioni interessate o richiedere ulteriori adempimenti burocratici.
Il procedimento e' articolato e complesso, ma e' stato gia' efficacemente testato nel processo di ricostruzione dopo il sisma dell'Emilia del 2012. Gli Uffici della Protezione Civile nazionale, su richiesta diretta, hanno nuovamente confermato che il cittadino e l'impresa che beneficeranno del contributo non dovranno, naturalmente, restituire nulla. Sara' lo Stato a rimborsare il finanziamento direttamente alle banche, attraverso il credito di imposta.
Gli stessi Uffici, la scorsa settimana, hanno incontrato i rappresentanti del MEF, che dovranno ora stabilire i criteri di gestione del meccanismo. Una volta concluso il lavoro, il Consiglio dei Ministri ripartira' la cifra stanziata in misura proporzionale ai danni rappresentati nelle ricognizioni dei fabbisogni, definendo il tetto massimo delle risorse destinabili a ciascuno dei contesti emergenziali.
Sulla base di questa ripartizione, secondo la procedura prevista, i Commissari delegati dovrebbero poi essere chiamati a trasformare le ricognizioni effettuate in veri e propri elenchi di beneficiari, che possano recarsi in istituti bancari identificati per ricevere il finanziamento a loro spettante. Come gia' chiarito, sara' naturalmente lo Stato, non il beneficiario, a rimborsare il finanziamento alla Banca.
Ci sono ancora aspetti operativi che il MEF sta approfondendo in questi giorni, alcuni dei quali sollevati dalla protezioni civile, altri dalle istituzioni locali ed altri ancora dagli stessi cittadini danneggiati.
Sono consapevole del fatto che, per chi ha subito un danno, e' importante avere una risposta precisa. Appena le procedure saranno del tutto concluse e la delibera di merito assunta dal Consiglio dei Ministri, sara' mia cura darne tempestiva comunicazione.
Silvana Amati
4 maggio 2016

L'articolo su SenigalliaNotizie.it


20 aprile 2016
Biblioteca del Senato
A N M I L
Tour per la sicurezza
sul lavoro


19 aprile 2016
Senato della Repubblica
Bio Balance: la prima
area di farmacologia clinica
a misura di donna


Torino a misura di cani e gatti.
Ora il "Garante degli animali"

Lunedi' 18 aprile a Torino ho partecipato all'iniziativa "Modello Torino - Gli animali nel cuore", organizzata dal Comitato elettorale Piero Fassino 2016 in collaborazione con l'ENPA.
Presenti all'incontro Carla Rocchi, presidente dell'Enpa, il responsabile della sezione di Torino e presidente del consiglio nazionale dell'Enpa Marco Bravi, l'assessore al verde Enzo Lavolta. Lavolta ha fatto il punto sulla condizione dei canili, visitati anche dai giornalisti di Striscia la notizia che non hanno rilevato alcuna nota negativa. Il canile rifugio e quello sanitario saranno riuniti in una sola struttura in via Cuorgne'.

Fotografie: 1 - 2


Programma dei lavori

Fotografie - Comunicato stampa


5 aprile 2016
Senato della Repubblica

Norme per la
Parita' di Genere:
dalla Legge Nazionale alle Leggi Elettorali Regionali


Solo garantendo la possibilita' di ricorrere alla 194
su tutto il territorio nazionale si puo'contrastare
la pratica dell'aborto clandestino

All'inizio dell'anno sono state depenalizzate alcune fattispecie di reato, sostituendole con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma di denaro.
Il fatto, di per se' positivo, colpisce anche la pratica dell'aborto clandestino, che puo' essere punito fino a 10.000 euro di multa se non si rispetta la disciplina della legge 194/78.
Va pero' sottolineato come nel nostro paese il fenomeno dell'aborto clandestino sia causato dell'applicazione, troppe volte "carente", della legge 194. Si pensi soltanto che in tutte le regioni la percentuale di ginecologi obiettori e' superiore al 50 per cento, ma vi siano regioni, come Sicilia o Campania, in cui queste percentuali superino l'80 per cento. Solo il 60 per cento delle strutture abilitate pratica regolarmente l'interruzione volontaria della gravidanza. Ho sottoscritto un'interrogazione presentata dalla collega Laura Puppato e rivolta ai ministri della Giustizia Andrea Orlando e della Salute Beatrice Lorenzin, in cui si chiede di sapere:
- se il ministro della Giustizia non intenda modificare la misura della sanzione amministrativa pecuniaria inflitta alla donna che ricorra ad interruzione volontaria della gravidanza (IVG) in violazione delle disposizioni della legge 194/1978;
- se il ministro della Salute non ritenga di dover intervenire con la massima urgenza al fine di garantire la piena applicazione della 194 sull'intero territorio nazionale, visto che l'impossibilita' di fatto per le donne di accedere alle prestazioni di IGV rende l'Italia passibile di condanna da parte della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.

Il testo dell'interrogazione


Quando la Politica e' Donna

Venerdi' 1 Aprile ho partecipato all'incontro pubblico dal titolo "Quando la Politica e' Donna" che si e' tenuto al Ridotto Teatro delle Muse di Ancona, organizzato dal PD Marche. Il dibattito e' stato centrato sul contributo femminile alla politica, dalle leggi che hanno tracciato la storia nazionale agli obiettivi prossimi da raggiungere.
Oltre alla vice presidente del Senato, Valeria Fedeli sono intervenuti anche il segretario regionale del PD Marche, Francesco Comi, l'assessore regionale alle Pari Opportunita', Manuela Bora, la Coordinatrice della Conferenza delle Donne Democratiche del PD Marche, Letizia Bellabarba, il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli, la presidente della Commissione regionale Pari Opportunita', Meri Marziali e Antonella Ciccarelli, responsabile regionale Pari Opportunita' del PD Marche, moderatrice dell'incontro.

Resoconto e foto dal sito picchionews.it

La locandina dell'evento


Desaparecidos a quarant'anni dal golpe

Venerdi' 1 aprile ho partecipato, come membro della Commissione Diritti Umani del Senato, al convegno "School of memories: costruzioni di memorie - Desaparecidos a quarant'anni dal golpe" che si e' svolto nell'Aula Magna del Liceo Classico Giulio Perticari di Senigallia. Oltre alla Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli sono intervenuti Walter Calamita, vicepresidente Onlus 24marzo di Roma, testimone e vittima del terrorismo di Stato, coautore del libro "Quebrantos", Laura Pergolesi, componente della Casa delle Culture di Ancona, della Onlus 24marzo e della Onlus Terzavia, Estela Robledo, testimone e vittima del terrorismo di Stato, autrice del libro "Memorie del Buio", Zelda Alice Franceschi, docente di Antropologia delle Americhe presso l'Universita' di Bologna, Donatella Schmidt, docente di Etnologia e Antropologia Sociale presso l'Universita' di Padova, Mauro Pierfederici, attore, regista, operatore del Teatro nella Scuola.

L'intervento della Vicepresidente del Senato

Una foto del convegno


La grande bellezza del Made in Italy

Venerdi' 1 Aprile, presso il Rettorato dell'Universita' Politecnica delle Marche la Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli e il Rettore Sauro Longhi, hanno inaugurato la Mostra di immagini fotografiche di Lorenzo Cicconi Massi, dedicate alla "Grande Bellezza del Made in Italy". Con tale evento l'universita' avvia una serie d'iniziative documentarie e didattiche sul ruolo della Fotografia come linguaggio e strumento di ricerca storica, sociale ed economica.

L'intervento della Vicepresidente del Senato

Comunicato stampa - Manifesto

Fotografie di: Andrea Derogati - Marco Mandolini - Donato Mosci


Martedi' 15 marzo 2016
Senato della Repubblica
Sala Caduti di Nassirya

presentazione
del terzo volume
della raccolta

DIARIO PUBBLICO - Le imprese a governo femminile
di Oriana Salvucci

Dedicato all'imprenditrice Graziella Rebichini Loccioni

Fotografie


L'Italia e la lotta alle mine antipersona

Martedi' 8 marzo, con il fondamentale contributo della Campagna Italiana Antimine e sulla base del mio continuo lavoro per valorizzare l'impegno del nostro Paese nel campo delle attivita' di sminamento umanitario, ho promosso un'incontro delle Commissioni congiunte Diritti Umani, Affari Esteri e Difesa con la direttrice del Mine Action Service delle Nazioni Unite (UNMAS) Agnès Marcaillou. La direttrice Marcaillou coordina le attivita' dell'UNMAS in atto in tutto il mondo, amministra il Trust Fund for Mine Action e presiede l'Inter-Agency Coordinating Group on Mine Action e il Committee on International Mine Action Standards... ( leggi tutto)

Note della Campagna Italiana Antimine



Negazionismo - L'emendamento approvato in Senato offre
una soluzione per rapida approvazione alla Camera

L'emendamento sostitutivo presentato dal sen. D'Ascola, approvato martedi' in Senato, supera tutti gli ostacoli perche' la norma possa concludere l'iter con una rapida approvazione alla Camera, come auspicato anche dal capogruppo dei deputati Pd Ettore Rosato. Sono passati ormai 5 anni da quando ho presentato il primo DDL sul negazionismo, un atto che allora portava come terza firma quella di Rita Levi Montalcini. (leggi tutto)
Silvana Amati
4 maggio 2016

La notizia su "La Repubblica" - Articolo sul "Corriere della Sera"


Fermare il conflitto in Darfur

Il conflitto in Darfur, a 13 anni dal suo inizio, non cessa di fare vittime e le violazioni dei diritti umani in Sudan proseguono impunemente.
Ho sorroscritto un'interrogazione presentata da Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti Umani, in cui si chiede di sapere:
- se e quali iniziative il Ministro in indirizzo intenda intraprendere, visti i considerevoli rapporti diplomatici ed economici con il Sudan, per chiedere conto al Governo sudanese della recrudescenza dell'azione militare nell'area del Jebel Marra;
- se, attraverso i rapporti diplomatici, si possa favorire la ripresa dei colloqui di pace e la cessazione dei bombardamenti e delle ostilita'.

Il testo dell'interrogazione


26 aprile 2016
Aula del Senato

Non piu' rinviabile una legge contro il negazionismo

Segnalo, sullo stesso argomento, la dichiarazione di Renzo Gattegna, presidente dell'Unione delle Comunita' Ebraiche Italiane:
"In questi giorni l'aula del Senato e' impegnata nell'esame del dispositivo che introdurra', se approvato, un'aggravante di pena per chiunque si renda responsabile di propaganda all'odio e negazionismo della Shoah.
Si tratta di un provvedimento di fondamentale importanza, che dotera' il legislatore di un nuovo strumento giuridico all'altezza e portera' l'Italia, con circa cinque anni di ritardo, al livello delle altre nazioni europee che lo hanno gia' adottato.
Una sfida che e' anche culturale e che sono certo sara' percepita in tutta la sua importanza dal Senato, che tornera' al voto martedi' prossimo, e successivamente dalla Camera per la definitiva approvazione"
.

Un articolo del quotidiano "La Repubblica"


Iniziative in programma


3 marzo 2016
Alla Camera dei Deputati
una conferenza stampa
per fare chiarezza e
smascherare le mistificazioni
e gli attacchi al PD
sulla questione mutui

Una sintesi testuale della conferenza


Il Ministero dell'Economia e delle Finanze definisca rapidamente
il programma di erogazione dei contributi agli alluvionati

Fin dai primi giorni dopo il drammatico evento alluvionale che ha colpito la nostra citta' il 3 maggio 2014, ho lavorato perche' si adottassero misure concrete per facilitare una rapida risposta alle diverse esigenze, a partire dall'impegno profuso perche' fosse dichiarato lo stato di emergenza. Abbiamo cosi' ottenuto, in sinergia con il Sindaco Maurizio Mangialardi e con la Regione Marche, i primi contributi stanziati per far fronte alle necessita' immediate e abbiamo poi lavorato perche' il Governo destinasse risorse per rispondere adeguatamente alle conseguenze di lungo periodo che famiglie ed imprese si trovano ad affrontare (la cosiddetta fase 2 delle emergenze).
Grazie a questo coordinato ed assiduo lavoro di squadra, e con il coinvolgimento dell'ANCI regionale e nazionale e di numerosi colleghi delle regioni colpite da analoghe emergenze alluvionali, abbiamo ottenuto un significativo impegno in termini di risorse stanziate con l'approvazione della Legge di Stabilita' 2016.
Sono stati infatti identificati 1.5 miliardi di euro per sostenere le famiglie e le imprese che affrontano e hanno affrontato i danni causati delle alluvioni, contributi che dovranno essere versati entro la fine del 2016, sulla base delle ricognizioni dei fabbisogni gia' eseguite e direttamente sui conti correnti dei soggetti coinvolti.
Stiamo continuando quindi a lavorare perche' il Ministero dell'Economia e delle Finanze definisca rapidamente il programma di erogazione di questi finanziamenti per la fase 2, dando immediato seguito a quanto previsto dalle norme approvate lo scorso dicembre ai commi 422-428 della Legge di Stabilita'.
Ribadisco il mio impegno, condiviso con il Sindaco di Senigallia, a continuare a promuovere e coordinare il lavoro di vigilanza perche' il MEF concluda le necessarie procedure per l'attuazione e si possa finalmente rispondere, in modo concreto, alle aspettative di quanti continuano a subire le conseguenze di quei drammatici eventi.
Sarebbe certamente auspicabile che il nostro impegno potesse avvalersi di un lavoro sinergico e trasversale, basato sul contributo di tutte le componenti di maggioranza e opposizione che siedono in Consiglio Comunale.
Silvana Amati
10 marzo 2016

Con l'ok del Senato alle unioni civili finalmente arrivano i diritti che non c'erano. E' un traguardo che restera' nella cronaca di questa legislatura e nella storia del nostro Paese. Dopo il dietrofront del M5S sull'emendamento Marcucci e prima del voto di fiducia, il PD con un gesto di responsabilita' nei confronti del Paese ha aperto ad un intervento del governo, per uscire da trent'anni di immobilismo. Si e' scelto di mettere in sicurezza la legge sulle unioni civili, mentre sulle adozioni si lavora gia' ad un ddl ad hoc. Il provvedimento passa ora alla Camera dove non dovrebbe incontrare ostacoli.

Il provvedimento in pillole


A Senigallia l'Assemblea della regione Marche sull'Amianto

Venerdi' 26 febbraio ho presieduto a Senigallia

L'Assemblea Regionale sull'Amianto.
Riforme, giustizia, sviluppo: una sfida ancora aperta.
Verso un Testo Unico.

L'appuntamento e' stato promosso dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro e sulle malattie professionali del Senato, in collaborazione con Anci Marche.

Il servizio su viveresenigallia.it - Locandina dell'evento


Anmil in Tour - 4.200 Km di sensibilizzazione

Il 24 febbraio, a Roma, presso la Sala Conferenze Anci di via dei Prefetti, ho partecipato alla presentazione dell'iniziativa "I tour per la sicurezza sul lavoro" che tocchera' oltre 40 citta' tristemente note per l'accadimento di gravi infortuni sul lavoro.
L'evento e' organizzato dalla Fondazione Anmil "Sosteniamoli subito" con il supporto dell'Anmil e con il patrocinio del Senato e dell'Anci. Hanno partecipato all'evento anche il presidente dell'ANCI Piero Fassino, il presidente della Fondazione Anmil "Sosteniamoli subito" Bruno Galvani e il presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni.

La Commissione pari opportunita' della Regione Marche
in visita al museo Nori De' Nobili di Trecastelli

Una stima di 5.000 minori stranieri non accompagnati
irreperibili in Italia, secondo EUROPOL

3 febbraio 2016 - Aula del Senato
Intervento della sen. Silvana Amati per sollecitare la risposta alla sua interrogazione parlamentare del 28 ottobre 2014, rivolta ai ministri dell'Interno e del Lavoro e delle politiche sociali, riguardante l'attuazione delle disposizioni concernenti misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati.
Secondo stime EUROPOL pubblicate pochi giorni fa, sono circa 10 mila i minori stranieri irreperibili in Europa, di cui 5 mila in Italia.

Il testo dell'interrogazione del 28 ottobre 2016


Centinaia di lupi abbattuti ogni anno dai bracconieri

Il lupo e' tutelato come specie prioritaria dalla direttiva "Habitat" 92/43/CEE, che ne impone a tutti i Paesi membri la tutela, proibendone la cattura, l'uccisione, la detenzione, il disturbo e la commercializzazione.
Il 16 febbraio 2015, nel corso della trasmissione televisiva "Le Iene" si e' discusso di presunti danni imputabili ai lupi, ma piu' frequentemente attribuibili ad altri animali e, in particolare ai cani abbandonati, talvolta ibridi, costretti ad adottare tecniche predatorie per sopravvivere. Su questo fenomeno del randagismo e sulle iniziative per prevenirlo ho scritto un

articolo per l'Unita' pubblicato il 23 febbraio

Sul fenomeno del bracconaggio ho presentato due interrogazioni rivolte ai ministri dell'Ambiente Gian Luca Galletti, della Giustizia Andrea Orlando e della Salute Beatrice Lorenzin.

I testi delle interrogazioni: 4-05280 - 4-05364


Gli allevamenti intensivi e il benessere degli umani e degli animali

Segnalo l'inchiesta di Corriere.TV sul tema

Come la resistenza agli antibiotici si trasmette tramite il cibo

Segnalo inoltre la drammatica inchiesta sui maltrattamenti sistematici di animali durante i trasporti dalla UE verso la Turchia, svolta da Animal Welfare Foundation (Germania) e Tierschutzbund Zurigo (Svizzera) con il supporto di Compassion in World Farming (CIWF).

Video - Servizio di ZoeLaGatta - Comunicato CIWF - Petizione CIWF

Ribadisco il mio impegno a vigilare perche' il Governo dia seguito al piu' presto alle mozioni sul benessere animale approvate in Senato lo scorso 5 maggio, che includono l'impegno a promuovere nelle sedi competenti l'adozione degli standard necessari a garantire la tutela degli animali negli allevamenti e durante i trasporti, e la tutela della salute dei consumatori.



Mercoledi' 20 gennaio 2016 - Aula del Senato
Dichiarazione di voto della sen. Silvana Amati
sulla legge di Riforma Costituzionale


La Citta' della cultura 2017 ponga fine alla Giostra dell'Orso

La proclamazione di Pistoia come Citta' della cultura 2017 puo' essere una straordinaria occasione per superare l'anacronistica Giostra dell'Orso nel corso della quale recentemente si sono infortunati due cavalli successivamente abbattuti per le conseguenze delle cadute. Su questo argomento ho scritto una lettera al ministro dei Beni culturali Dario Franceschini.

La lettera al ministro Franceschini


Mercoledi' 13 gennaio 2016 e' entrato in vigore il nuovo regolamento in materia di parametri fisici per l'ammissione ai concorsi per il reclutamento nelle Forze armate, nelle Forze di polizia a ordinamento militare e civile e nel Corpo nazionale dei vigili del fuoco, a norma della legge 12 gennaio 2015, n. 2.

Il testo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale


Il resoconto nel sito del MUSINF - Fotografie

La mostra e' aperta fino al 15 febbraio 2016


Estratto dal telegiornale regionale RAI del 28/12/2015 con il servizio sulla mostra "DEDICATO A NORI" - 22 artiste per Nori de' Nobili, a cura di Maria Jannelli. La mostra e' stata inaugurata sabato 5 Dicembre 2015 a Trecastelli loc. Ripe e restera' aperta fino al 31 gennaio 2016

"United Nations Mine Action Service" in Commissione Diritti Umani

In continuita' con il lavoro svolto sul tema dello sminamento umanitario con il fondamentale contributo della Campagna Italiana Antimine, martedì 15 dicembre ho promosso un incontro con il Presidente della Commissione Diritti Umani Luigi Manconi e la Direttrice dello United Nations Mine Action Service (UNMAS) Agnes Marcaillou.
Nel corso dell'incontro e' stato evidenziato il ruolo fondamentale svolto dall'Italia sul tema e sono stati presi impegni concreti per organizzare prossimi incontri di approfondimento, coinvolgendo i colleghi delle Commissioni Affari Esteri e Difesa.

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4 - 5


Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali

Martedi' 15 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale per i Diritti degli Animali, ho partecipato al convegno "Aiutiamoli, Aiutiamoci". L'Osservatorio Sanita' e Salute, organizzatore dell'evento, ha colto l'occasione per consentire un momento di riflessione ed approfondimento sulle questioni piu' importanti afferenti i Diritti di tutti gli Animali, ed in particolare dei cani, quali quelle relative all'abbandono, alla violenza, al maltrattamento, alle crudelta' gratuite, alla vivisezione, all'importazione. Hanno partecipato tutti i principali attori del settore, istituzioni, societa' scientifiche, medici ed Associazioni, per approfondire questi temi che hanno importanti risvolti etici e sociali.

Programma dei lavori - Fotografie


Letta in aula del Senato una dichiarazione di Max Fanelli e sollecitato l'inizio della discussione sul DDL di iniziativa popolare sul "finevita"


Seconda riunione dell'Intergruppo Parlamentare
per l'Eutanasia Legale e il Testamento Biologico

Si e' riunito il 2 dicembre, per la seconda volta dalla sua istituzione e per la prima in Senato, l'intergruppo parlamentare sul testamento biologico. Un incontro importante, di cui sono stata promotrice insieme all'Associazione Luca Coscioni, per rafforzare e allargare la base del sostegno alle proposte di legge sul fine vita.
All'incontro sono intervenuti Marco Cappato, Mina Welby e Luigi Manconi, Presidente della Commissione Diritti Umani.
Diversi colleghi hanno preso la parola, avanzando proposte concrete per sollecitare l'inizio di un confronto in Aula. Il tema del fine vita tocca profondamente la sensibilita' della nostra societa' e deve essere affrontato, perche' si colmi finalmente un vuoto normativo che ha gravissime conseguenze. Un'urgenza ribadita dal messaggio di Max Fanelli, letto a tutti i presenti dall'on. Lara Ricciatti. I tempi sono maturi perche' si introducano norme condivise che rendano effettivo il diritto di ognuno a vivere le fasi finali della propria esistenza secondo i propri canoni di dignita' umana.

Intervista a Radio Radicale

Audiovideo dell'evento - Fotografie: 1 - 2 - 3


Cerimonia per lo scambio degli auguri di fine anno
con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Costruire il nuovo Senato

Giovedi' 3 dicembre ho partecipato, nella sala Koch del Senato, al convegno "Costruire il nuovo Senato", organizzato dall'Associazione Italiadecide e dalla Facolta' di Giurisprudenza dell'Universita' la Sapenza di Roma. Ai lavori, introdotti dal presidente di Italiadecide on. Luciano Violante, ha partecipato il Presidente del Senato Pietro Grasso.

L'audiovideo del convegno


Mercoledi' 25 novembre
Giornata internazionale contro la violenza sulle donne
La Convenzione di Istanbul, da noi ratificata all'inizio della legislatura, stabilisce che la violenza di genere e' una violazione dei diritti umani fondamentali, non e' un fatto privato ma pubblico e non deve rimanere nascosta tra le mura domestiche, ma denunciata, contrastata, repressa. Deve anche e innanzitutto essere prevenuta, combattendo stereotipi, pregiudizi, rappresentazioni e linguaggi offensivi della donna. E' un fenomeno fondamentalmente culturale e su tale terreno occorre che sia sconfitto. La Buona Scuola dovra' misurarsi anche su questa battaglia di civilta'.

La giornata del 25 novembre alla Camera


Mercoledi' 28 ottobre 2015

Senato della Repubblica
Sala ISMA

La strada verso il disarmo nucleare
Confronto tra Parlamento, Governo, Societa' Civile

Seminario di approfondimento, organizzato in collaborazione con la Rete Disarmo e i Beati Costruttori di Pace, sulla tematica del disarmo nucleare a partire dalla Mozione n°1-00291 (Amati ed altri) sul percorso di Iniziativa Umanitaria nei confronti dell'impatto problematico delle armi nucleari.

Audiovideo: 1a parte - 2a parte

Fotografie - Il testo dell'intervento


A Senigallia aperto il percorso espositivo in ricordo del "poeta delle Ceneri"

A quaranta anni di distanza dalla morte, a Pier Paolo Pasolini va dato atto del suo fondamentale ruolo di artista e di intellettuale svolto con straordinaria passione e impegno civile. Nella sua produzione letteraria e cinematografica, troviamo continuamente preziosi elementi di riflessione che la sua lungimirante analisi delle profonde trasformazioni della nostra societa', ha ancora la potenza di suggerirci.
La direzione del MUSINF di Senigallia e l'Assessorato alla Cultura, con la collaborazione della Fondazione Senigallia, hanno organizzato la mostra in "Ricordo di Pier Paolo Pasolini", allestita al Palazzo Del Duca e inaugurata venerdi' 27 novembre dall'assessore regionale Manuela Bora, dal sindaco Maurizio Mangialardi e l'assessore alla cultura Simonetta Bucari.

INVITO

La documentazione nel sito del Musinf


Presentato alla Camera il libro "Via Crucis fuori stagione" di Max Fanelli

Il 25 novembre presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati ho partecipato alla presentazione del libro "Via Crucis fuori stagione" di Max Fanelli, e alla proiezione del cortometraggio "Un occhio sul mondo" di Luca Pagliari, organizzate dall'associazione #iostoconmax.
Max vive a Senigallia ed e' affetto da SLA. Ha iniziato la rivoluzione laica, morale e solidale in favore della liberta' e la dignita' di ogni uomo e malato terminale.
Come migliaia di cittadini mi sento di sostenere la sua battaglia affinche' venga calendarizzata la legge d'iniziativa popolare sul "Fine vita" che giace in Parlamento dal 13 dicembre 2013.
Sono intervenuti anche Stefano Rodota', Beatrice Brignone, Paul Manoni e Massimiliano Giacchella. Max Fanelli ha potuto partecipare all'iniziativa in videoconferenza.

Un seminario su "Le periferie urbane" in Senato

Giovedi' 26 novembre ho partecipato al seminario su le "Le periferie urbane" promosso dal gruppo del Partito democratico al Senato e che si e' svolto alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani.
I lavori sono stati aperti e coordinati dal presidente dei senatori del Pd Luigi Zanda e sono intervenuti, tra gli altri, il presidente dell'Anci Piero Fassino, il sindaco di Bari Antonio Decaro, l'assessore all'ambiente e alla mobilita' del Comune di Milano Pierfrancesco Maran e il sindaco di Cagliari Massimo Zedda. Secondo il Pesidente dell'Associazione nazionale dei comuni italiani, la riqualificazione delle periferie e' un elemento essenziale delle politiche della Citta'. I fondi messi a disposizione dal Governo rappresentano un fondamentale contributo alla strategia di rigenerazione degli ambiti urbani che necessitano di riqualificazione.

Audiovideo integrale dell'evento

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4


Decadenza della responsabilita' genitoriale e
allontanamento dei minori dal nucleo familiare mafioso

Negli ultimi 20 anni il Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria ha trattato piu' di 100 procedimenti per reati di criminalita' organizzata e piu' di 50 processi per omicidio o tentato omicidio. Per fronteggiare questi reati commessi da minorenni appartenenti alla storiche 'ndrine del territorio, il Tribunale negli ultimi tre anni e' intervenuto con provvedimenti civili di decadenza della responsabilita' genitoriale e, nei casi piu' gravi, con l'allontanamento dei minori dal nucleo familiare mafioso e l'inserimento in case famiglie o in famiglie di volontari per evitarne una strutturazione criminale.
I risultati di questa azione sono stati esaminati martedi' 24 novembre in un convegno al Senato, a cui ho partecipato, sul tema: "Indottrinamento mafioso e responsabilita' genitoriale: l'orientamento giurisprudenziale del Tribunale dei minorenni di Reggio Calabria. Analisi e prospettive". Il convegno, a cui e' intervenuto anche il Presidente del Senato Pietro Grasso, e' stato organizzato dall'Autorita' Garante per l'infanzia della Regione Calabria, on. Marilina Intrieri e dalla Flying Angels Foundation Onlus presieduta dall'ambasciatore Francesco Maria Greco..

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4



Giovedi' 22 ottobre 2015 - Senato della Repubblica - Conferenza di presentazione del lavoro svolto nelle scuole sul tema
"Dalla Grande Guerra alla Grande Pace"
da: Rete Nazionale delle Scuole per la Pace e i Diritti Umani, Tavola della Pace, Enti Locali per la Pace, Sacro Convento di Assisi, con il patrocinio del Senato, del MIUR, della Regione Friuli Venezia Giulia.
Nel corso della conferenza sono stati proiettati i video "Un grande Meeting di pace" di Nicola Campiotti e "Giovani Costruttori di Pace" di Flavio Lotti, realizzati in occasione del Meeting nazionale delle Scuole di pace che si e' tenuto, il 17 e 18 aprile scorso, a cento anni dalla prima guerra mondiale, a Udine e nelle trincee del Friuli Venezia Giulia. La Conferenza e' stata l'occasione per illustrare numerosi programmi e progetti di Educazione alla pace e alla Cittadinanza Democratica in corso nelle nostre scuole ("Dalla Grande Guerra alla Grande Pace", "Pace, fraternita' e dialogo: sui passi di Francesco", "Telecamere in classe")
Alla Conferenza hanno parteciperanno studenti, insegnanti e dirigenti scolastici di 30 scuole di ogni ordine e grado provenienti da 15 regioni diverse e oltre cinquanta sindaci, assessori, consiglieri regionali, provinciali e comunali ed esponenti del mondo dell'associazionismo e del volontariato.

Video: 1a parte 2a parte - Fotografie - Appello


Il Cow Tour e' arrivato nei pressi del Senato

Una mucca di plastica a grandezza naturale si muove per le piazze delle principali citta' degli stati membri della Comunita' Europea. Si chiama Cow Tour ed e' l'iniziativa di Compassion in World Farming (CIWF), un'associazione con la quale ho avuto modo di collaborare anche in altre occasioni, per attirare l'attenzione dei cittadini e delle istituzioni sulla crudele pratica del trasporto a lunga distanza di animali vivi.
La mucca di plastica viaggera' attraverso l'Europa e tutti potranno aderire alla campagna di sensibilizzazione firmando direttamente sull'istallazione.
Le mozioni sul benessere animale approvate in Senato lo scorso 5 maggio includono impegni concreti per il Governo, perche' promuova nelle sedi competenti l'adozione degli standard necessari a garantire la tutela degli animali da allevamento e, in particolare, per porre fine alle sofferenze che affrontano durante i trasporti, dall'Europa a paesi terzi.
Negazionismo: votato alla Camera, ora subito voto definitivo in Senato

Ho accolto con soddisfazione l'attesa notizia dell'approvazione, alla Camera del Ddl Negazionismo, a pochi giorni dalla commemorazione del rastrellamento del ghetto di Roma, avvenuto il 16 ottobre 1943. Sanzionare chi nega o minimizza crimini contro l'umanita' o genocidi e' un atto di concreto contrasto ad una delle forme piu' sottili di diffamazione razziale, xenofoba, antisemita e di incitazione all'odio.
Il negazionismo e' un inaccettabile abuso di diritto, che non puo' essere protetto dal diritto alla liberta' d'espressione o di ricerca, come riconosciuto anche dalla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.
Alla Camera sono state introdotte modifiche che non incidono sulla sostanza e armonizzano il provvedimento con altre normative approvate in questi ultimi mesi. Il testo del DDL e' gia' stato approfondito a lungo ed e' ormai sostenuto da un largo consenso. Per questo, come prima firmataria del DDL stesso, auspico che il Senato giunga tempestivamente e finalmente all'approvazione definitiva.

Martedi' 29 settembre 2015 - ore 6.50

Il conduttore Paolo Salerno intervista la sen. Silvana Amati, presentatrice del DDL 57 recante Misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo.

La tutela giuridica degli animali

Il 22 settembre, nella Sala Isma del Senato ho partecipato alla presentazione della nuova edizione 2015 del Manuale giuridico sulla Legislazione e la Giurisprudenza a tutela degli animali, anche in riferimento alla nuova legge sulla tenuita' del fatto. L'evento, organizzato dalla LAV insieme alla testata giornalistica online Diritto all'ambiente, ha ricevuto la Medaglia di riconoscimento del Presidente della Repubblica ed ha avuto il patrocinio dai ministeri della Salute, della Giustizia, dell'Ambiente, delle Politiche Agricole e dall'Ordine degli Avvocati di Roma.

Materiali:
Relazione di Giuseppe Saieva, Procuratore Capo della Repubblica di Rieti
Intervento, di Silvana Amati, senatrice e responsabile PD per Tutela e salute degli Animali
Intervento, di Maurizio Santoloci, Magistrato e Carla Campanaro, Avvocato
Intervento di Ciro Troiano, Criminologo, responsabile Osservatorio Zoomafia della LAV

Fotografie dell'evento


Costituito l'intergruppo parlamentare per una legge su
testamento biologico ed eutanasia

Il 16 settembre ho partecipato alla prima riunione dell'intergruppo per una legge su testamento biologico ed eutanasia presso la Sala Salvadori, alla Camera dei Deputati.
Sono ormai due anni che sono state depositate 67.000 firme di nostri concittadini per sostenere la legge di iniziativa popolare promossa dall'Associazione Luca Coscioni e da altre organizzazioni.
L'obiettivo dell'intergruppo è quello di arrivare presto e con la piu' ampia condivisione alla calendarizzazione di una proposta di legge che interrompa la clandestinita', i viaggi all'estero e le morti suicide violente.
Martedi' 8 settembre 2015 - Aula del Senato
Intervento della sen. Silvana Amati nella discussione del DDL di modifica della legge 2 luglio 2004, volto a garantire la parita' di genere nei consigli regionali.


A 70 anni dalla tragedia ricordare Hiroshima e Nagasaki
rafforzando l'impegno per disarmo nucleare

E' fondamentale che la riflessione dedicata in questi giorni alle vittime di Hiroshima e Nagasaki, a settant'anni dai bombardamenti nucleari, sia anche un'occasione per ricordare a tutti noi che dobbiamo imparare dall'esperienza e agire di conseguenza.
Le armi nucleari sono armi indiscriminate, disumane, con conseguenze catastrofiche e persistenti. La garanzia del loro non utilizzo non puo' essere lasciata alla prassi, seppure consolidata. E' necessario che, ad ogni occasione, si ribadisca l'impegno per il rafforzamento del Trattato di Non Proliferazione Nucleare e che si acceleri in ogni modo il processo di disarmo.
Solo cosi' potremo onorare la memoria delle vittime: mettendo al bando armi che non rappresentano altro che la costante minaccia di una distruzione irreparabile.
Silvana Amati
5 agosto 2015

Audiovideo dell'intervento in aula

Il testo dell'intervento


L'intervista di Radio Duomo Senigallia sul DDL Amianto

Il 22 giugno ho rilascito un'intervista ad Antonio Vitale, collaboratore della Redazione de La Voce Misena / Radio Duomo di Senigallia e responsabile del Radio Giornale in onda sull'emittente. Argomento dell'intervista e' stato il DDL per il gratuito patrocinio alle vittime dell'amianto di cui ho scritto nella precedente newsletter.


Presentato il rapporto ANMIL 2014

Nel Rapporto 2014 l'ANMIL, associazione nazionale fra mutilati e invalidi del lavoro, invita a riflettere sull' aumento dei morti nel 2015, l'arresto del calo infortunistico e la pericolosa crescita delle malattie professionali
Il presidente dell'ANMIL Franco Bettoni, ha voluto anche sottolineare la preoccupazione dell'associazione riguardante i dati INAIL piu' recenti, quelli della sezione statistica "Open Data", relativi agli infortuni denunciati nei primi 5 mesi del 2015. Questi dati, seppure siano da considerare ancora provvisori, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, non lasciano presagire nulla di buono.
Ricordo che, sulle questioni riguardanti gli infortuni sul lavoro ho presentato due disegni di legge:
  • il DDL 55 Delega al Governo in materia di tutela contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali
  • il DDL 1769 recante Modifiche al testo unico delle disposizioni per l'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, in tema di trattamenti spettanti al coniuge superstite e ai figli dei caduti sul lavoro, nonche' alla legge 11 marzo 2011, n. 25, in materia di quote obbligatorie e di riserva per l'assunzione di lavoratori.

Mercoledi' 10 giugno 2015
Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya
Presentazione dell'associazione Claudio Rinaldi Giornalista

Fotografie di Ruggero Passeri - Audiovideo dell'evento


Si e' conclusa domenica 12 luglio con l'intervento di Ettore Rosato, capogruppo PD alla Camera dei Deputati, la Festa del Partito Democratico di Senigallia, iniziata il 3 luglio.
Elisabetta Allegrezza, segretario del PD Senigalliese, in un articolo pubblicato nel sito viveresenigallia.it scrive, tra l'altro: "Un vero successo, segno evidente che quando si fa buona politica, la partecipazione dei cittadini e' garantita. Un ringraziamento particolare ai Coordinatori dei Circoli del Partito Giuliana Solfanelli, Michele Castelli, Marco Pettinari, Boris Diotalevi, alle cuoche ed ai cuochi per l'ottima ed apprezzata cucina e a tutti i volontari che con grande spirito di abnegazione rendono ogni anno possibile la realizzazione della Festa. Ancora una volta il Partito Democratico di Senigallia ha dimostrato di essere una grande squadra, presente ed attento sempre ai bisogni della citta' e dei suoi cittadini con cui vogliamo confrontarci per attuare le politiche di buon governo, in risposta alla fiducia che gli elettori ci hanno recentemente rinnovato".

Il testo integrale dell'articolo - Le fotografie: 1 - 2


Attuare la strategia contro le discriminazioni
per orientamento sessuale e l'identita' di genere

Fra gli ambiti della strategia contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identita' di genere, accanto a lavoro, sicurezza e carceri, comunicazione e media, e' previsto un asse "educazione e istruzione" che preveda, tra gli altri, i seguenti obiettivi operativi: ampliare le conoscenze e le competenze di tutti gli attori della comunita' scolastica sulle tematiche LGBT; prevenire e contrastare il fenomeno dell'intolleranza e della violenza legate all'orientamento sessuale o all'identita' di genere; garantire un ambiente scolastico al riparo dalla violenza, dalle angherie, dall'esclusione sociale o da altre forme di trattamenti discriminatori e degradanti legati all'orientamento sessuale o all'identita' di genere; conoscere le dimensioni e le ricadute del bullismo nelle scuole, a livello nazionale e territoriale.
Ho sottoscritto un'interpellanza, presentata dal collega Sergio Lo Giudice, al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi e al ministro dell'Istruzione, dell'universita' e della ricerca Stefania Giannini, dove si chiede di sapere:
-se corrisponde al vero quanto riportato nelle considerazioni in relazione alla decisione del MIUR in merito alla mancata implementazione dell'Asse educazione e istruzione della Strategia LGBT;
-in cosa consistano e come siano strutturate le azioni di prevenzione e contrasto alle discriminazioni previste dal Ministero dell'Istruzione, dell'universita' e della ricerca;
-per quale motivo il portale LGBT, nonostante sia tecnicamente ultimato e pronto alla pubblicazione da diverse settimane, non sia stato ancora reso accessibile online.

Il testo dell'interpellanza


Presentati due emendamenti al DL Enti locali su
precari della giustizia e Polizia provinciale

Sta continuando il lavoro della Commissione Bilancio del Senato sul disegno di legge di conversione del Decreto Legge 78 riguardante gli Enti locali, annunciato in Aula per la prossima settimana (Atto Senato 1977).
Nel Decreto sono contenute disposizioni urgenti per il funzionamento degli enti territoriali, con numerose previsioni che riguardano il personale.
A questo proposito ho presentato due proposte di emendamento, la prima con la collega Camilla Fabbri all'art. 4, in cui si propone l'utilizzo negli enti locali dei cosiddetti "precari della giustizia".
La seconda proposta di emendamento, presentata insieme ad altri colleghi del Gruppo del Partito Democratico, riguarda il futuro della Polizia provinciale ed e' finalizzata a garantire la continuita' nello svolgimento delle funzioni e la tutela delle competenze e professionalita' acquisite.

Il testo dei due emendamenti


Lettera della LAV al Presidente della Repubblica

Dopo quanto avvenuto lo scorso anno con l'uccisione di Daniza, e ora con l'ultima ordinanza di condanna a morte di un orso in Trentino, chiediamo con una lettera aperta al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che la gestione dei plantigradi del Trentino, tornati in quella provincia non per loro volonta' ma per un progetto europeo di reintroduzione finanziato da Bruxelles, sia riportata nell'alveo delle competenze statali, in ottemperanza all'articolo 117 della Costituzione, che prevede la legislazione esclusiva dello Stato in materia di tutela dell'ambiente e dell'ecosistema.

Il testo della lettera della LAV

L'interrogazione sull'orsa Daniza ancora senza risposta


A Senigallia la Giornata del Mutilato del Lavoro

Come sempre accolgo molto volentieri l'invito dell'ANMIL, stavolta per domenica 14 giugno 2015, alla Giornata del Mutilato del Lavoro, organizzato a Senigallia dalla Sottosezione ANMIL con la collaborazione della Sezione Provinciale della stessa Associazione. L'iniziativa ha ottenuto anche il Patrocinio dell'Amministrazione comunale Senigalliese.

Il programma dell'iniziativa


No all'accorpamento con Ravenna dell'Autorita' portuale di Ancona

Ho sottoscritto insieme ad altri colleghi, la lettera inviata al ministro per le Infrastrutture e i Trasporti Graziano Delrio, su iniziativa del collega parlamentare Emanuele Lodolini, per motivare il nostro No all'accorpamento con Ravenna dell'Autorita' portuale di Ancona.
Nella lettera si sottolinea che non e' una battaglia di campanile, ne' si tratta di spirito di conservazione. Ma di dignita' per il territorio. Non sussistono motivazioni tecniche e industriali che giustifichino l'accorpamento, dal momento che l'autonomia di entrambe risponde alla logica dell'efficientamento degli scali ricercata dal Governo.
Ancona e Ravenna sono porti con caratteristiche e strategie commerciali diverse e non complementari. Non esistono forme di integrazione tra i due porti: Ancona ha vocazione traghettistica, Ravenna rinfusoliera.
Infine, entrambi sono port core. Quello di Ancona e' un porto che l'Europa stessa ha definito strategico. E' nel core network. Nessuno dei 14 port core italiani risulterebbe accorpato ad altri, tranne Bari e Taranto che tuttavia appartengono alla medesima regione.
A dar forza a questa ipotesi e' proprio il riferimento, nel comunicato del Consiglio dei Ministri sul tema, alla "rete di trasporto euro-mediterranea". Occorre percio' rafforzare, anche dal punto di vista normativo, tale indicazione.
Le ragioni per cui il porto di Ancona deve rimanere autonomo nel quadro definito dalla riforma sono oggettive: l'Ap di Ancona e' considerata un modello di efficienza nell'utilizzo delle risorse, a tal punto da essere inserita in modelli di sperimentazione nazionali; l'Ap di Ancona ha un indice di efficienza pari al 3,16, tra le piu' virtuose e garantisce 54 milioni di investimenti sul territorio, rappresentando un'importante leva per lo sviluppo e la crescita di un territorio, quello marchigiano, gia' messo a dura prova dalla crisi.
Le Marche, conclude la lettera, dunque non possono rinunciare ad un asset competitivo come il porto, il piu' strategico della Macroregione Adriatico Ionica.

Il Parlamento Europeo vota per la certificazione obbligatoria dei "minerali di conflitto"
Il testo approvato oggi dal Parlamento Europeo con 400 voti a favore, 285 contro e 7 ansensioni, introduce una certificazione obbligatoria, soggetta a revisione periodica, per i minerali provenienti da zone di conflitto e ne dovra' essere monitorato l'impatto sulle popolazioni locali. Un importantissimo risultato, che supera i limiti della certificazione volontaria proposta dalla Commissione europea, troppo debole per rompere i legami tra sfruttamento illegale delle risorse naturali, conflitti e gravi violazioni dei diritti umani.
Rimaniamo vigili pero', perche' l'iter europeo non e' definitivamente concluso. Saranno ora avviate discussioni informali con gli Stati membri, per trovare un accordo sul testo definitivo.
Per quanto riguarda l'Italia, nei mesi scorsi, la collega Elena Fissore e io, abbiamo lavorato sul tema nelle Commissioni Politiche della UE e Industria del Senato, ottenendo l'adozione di atti che riconoscono la necessita' di una certificazione obbligatoria della catena di approvvigionamento dei minerali provenienti da zone di conflitto, di includere anche altre tipologie di risorse naturali e di estendere il campo di applicazione, coinvolgendo le imprese che commercializzano prodotti finiti.
Continueremo a rimanere vigili e a lavorare perche' l'Italia dia seguito al piu' presto agli impegni presi.
Silvana Amati

20 maggio 2015

Il comunicato nel sito del Parlamento Europeo


Servono adeguate misure per i neomaggiorenni delle Case Famiglia

A giorni i Decreti attuativi del Jobs Act saranno trasmessi alle Commissioni lavoro di Senato e Camera, perche' esprimano i loro pareri.
E' fondamentale che in quest'ambito vengano previste misure per risolvere, finalmente, il grave problema dell'assenza di meccanismi per promuovere l'integrazione lavorativa e l'accompagnamento verso l'autonomia dei giovani provenienti da comunita' di tipo familiare o famiglie affidatarie.
Un problema su cui lavoro da tempo e che credo potrebbe essere efficacemente risolto, ma che continua a non essere affrontato. Sul tema avevo scritto al ministro del Lavoro Giuliano Poletti, perche' la situazione di questi giovani particolarmente vulnerabili potesse trovare il giusto ascolto da parte delle istituzioni.
Sono circa 3.200 i neomaggiorenni che ogni anno escono dai percorsi di accoglienza, di cui almeno duemila non rientra nella famiglia d'origine. Questo significa che ogni anno duemila giovani particolarmente vulnerabili, raggiunta la maggiore eta', vengono lasciati completamente soli ed esposti al rischio di marginalizzazione e poverta'. Una situazione inaccettabile, che alimenta il circolo vizioso della marginalizzazione e vanifica gli effetti dell'investimento che lo Stato sostiene per promuovere la crescita individuale di ciascun bambino e adolescente senza o fuori famiglia.
I rappresentanti del gruppo #5buoneragioni (costituito da 6 coordinamenti nazionali che, insieme, rappresentano piu' di 500 organizzazioni che si occupano di tutela dei minori), Terra dei Piccoli Onlus e Federazione Isperantzia, hanno elaborato un documento che presenta proposte concrete basate su un approfondito studio della situazione a livello nazionale.
Ho scritto ai colleghi delle Commissioni lavoro di Senato e Camera perche' si prevedano delle audizioni del corso dell'esame dei testi che verranno trasmessi dal Consiglio dei Ministri, un'occasione importante perche' questa ed altre proposte concrete possano essere ascoltate.

Le proposte - La lettera al ministro Poletti


IX meeting internazionale "Esploratori di valori"

Il 20 e 21 giugno, nella Cittadella di Semi di Pace, Tarquinia (VT), si e' tenuta la due giorni di incontri del IX Meeting Internazionale "Esploratori di Valori". Si sono ascoltate testimonianze e si e' sviluppato il confronto sulle questioni relative alla tutela dei diritti umani, alla tutela dell'infanzia e alla salvaguardia dell'ambiente. Per l'occasione sono arrivati giornalisti, ricercatori, operatori del settore italiani e stranieri. Presenti moltissimi volontari dell'associazione Semi di Pace. Io sono intervenuta in rappresentanza del Senato Italiano per far conoscere le questioni oggi all'attenzione dei senatori, dalla riforma del terzo settore alle iniziative perche in tutti gli Stati membri della UE vengano introdotti degli standard minimi per la tracciabilita' delle catene di approvvigionamento dei minerali provenienti da zone di conflitto. Allego il testo dell'intervento.

Il testo dell'intervento


Chiediamo di inserire la Via Francigena nella lista dei
luoghi Patrimonio dell'Umanita'

La "via Francigena" e' un antico itinerario che attraversa l'Europa e che risale al Medioevo. Oggi il percorso riconosciuto dal Consiglio d'Europa e' quello attraversato nel 990 dall'arcivescovo Sigerico in 79 tappe di cui si ha documentazione conservata alla British library di Londra. L'itinerario parte da Canterbury e arriva a Roma, inserendosi tra i tracciati definiti "romei" che raggiungevano la capitale della cristianita'.
La Francigena, arteria di commercio e di pellegrinaggio, divenne nel corso dei secoli una via di collegamento importantissima tra il nord e il sud Europa e un fecondo terreno di scambio culturale ed economico. Si tratta di un itinerario non costituito da un unico tracciato, ma da un intreccio di strade e sentieri che si sviluppavano in relazione ai differenti contesti e mutamenti storici, economici e sociali. Un itinerario, quindi, in cui i luoghi sacri si intrecciano con le testimonianze di vita comune come grance, granai, ponti fortificati, ospedali, stazioni di posta, cisterne, mulini, antiche locande.
Il Governo ha tempo fino al 30 gennaio 2016 per candidare la via Francigena a essere iscritta nella lista del Patrimonio mondiale dell'umanita'. Ho sottoscritto una mozione presentata dal collega Giorgio Pagliari che impegni il governo italiano, d'intesa con gli altri Paesi europei attraversati dalla Francigena (Inghilterra, Francia e Svizzera), a non perdere questa opportunita'.

Il testo della mozione


Un DDL per valorizzare le attivita' cinematografiche e audiovisive

Ho sottoscritto il disegno di legge, presentato dalla sen. Rosa Maria Di Giorgi recante norme in materia di riassetto e valorizzazione delle attivita' cinematografiche e audiovisive, finanziamento e regime fiscale. Il DDL prevede anche l'istituzione del Centro nazionale del cinema e delle espressioni audiovisive. Tale DDl risponde a un'esigenza presente da tempo nell'ambito parlamentare, accompagnata, gia' nelle scorse legislature, da proposte legislative e da un confronto politico che ha coinvolto i rappresentanti e gli operatori del settore.

Il testo del DDL


Comunicato stampa
la morte annunciata della cavalla Periclea

Mi unisco ai tanti, cittadini e associazioni animaliste, che in queste ore stanno manifestando il proprio sdegno per l'ennesima morte causata dal Palio di Siena. Mentre tutta l'attenzione e' concentrata su fantini e cavalli favoriti, la cavalla Periclea e' stata soppressa in seguito al grave infortunio subito durante una batteria. Non e' un caso, non e' un incidente imprevisto e non accade solo a Siena. Si tratta di morti molto probabili e praticamente inevitabili date le condizioni in cui si svolgono queste gare. Secondo i dati del Rapporto Eurispes 2014, il 65 per cento degli italiani e' contrario all'utilizzo di animali negli spettacoli. L'attuale sensibilita' diffusa e trasversale verso i temi del benessere animale rende inaccettabili manifestazioni, eventi o spettacoli che mettano a rischio il benessere degli animali coinvolti. Una trasformazione culturale di cui le istituzioni locali e nazionali devono prendere atto al piu' presto.
Silvana Amati
30 giugno 2015

L'Universita' di Modena-Reggio Emilia liberera' i macachi
destinati alla sperimentazione
Per la Lav il risultato e' stato reso possibile da dalle azioni azioni realizzate con Animal Amnesty e AnimaAnimale nel coordinamento 'Salviamo i macachi'.
La Lav ha gia' rinnovato al Comune di Modena la propria volonta' di assumere la responsabilita' dell'intera colonia dei macachi liberati.

Un DDL per contrastare l'abusivismo edilizio

A distanza di oltre 12 anni dall'ultimo condono edilizio, si sono costruiti abusivamente nel 2013, circa 26 mila nuovi immobili l'anno, secondo il centro studi CRESME, mentre si abbatte poco o niente visto che appena il 10 per cento delle ordinanze di demolizione va a buon fine.
L'attuale configurazione dei reati previsti dall'art. 44 D.P.R. n. 380/2001, in quanto contravvenzioni, non ha alcuna efficacia deterrente, perche' i processi si risolvono quasi sistematicamente con l'estinzione del reato per intervenuta prescrizione, visto che il termine e' di soli quattro anni. Ne consegue anche il venir meno dell'ordinanza di demolizione disposta dal giudice penale.
Per questi motivi ho sottoscritto un disegno di legge, presentato dal collega Francesco Scalia, che trasforma tali reati in delitti, con conseguente aumento dei relativi termini prescrizionali. Si stabilisce il raddoppio dei termini nel caso di violazioni edilizie compiute in zona vincolata. Inoltre, qualora sia accertato con sentenza passata in giudicato, il carattere abusivo di un'opera edilizia, ne e' disposta la confisca. Per contro, al fine di incentivare la demolizione dei manufatti abusivi, e' qualificato come condizione di non punibilita' e di revoca della confisca il ripristino dello stato originario dei luoghi ad opera dell'autore dell'abuso.

Il testo del DDL


Fotografie: 1 - 2


Quello del 31 maggio nelle Marche e' stato un risultato straordinario. Troppo rapidamente, infatti, i commenti della stampa nazionale hanno giudicato la vittoria di Luca Ceriscioli come una conferma di una storica prevalenza del centrosinistra nel nostro territorio.
Al di la' del fatto che queste elezioni hanno dimostrato che niente deve essere mai dato per scontato, noi, che nelle Marche abbiamo lavorato per sostenere la proposta del nuovo Presidente e del Partito Democratico, sappiamo bene che l'affermazione di Ceriscioli, sia per ampiezza del consenso sia per le grandi difficolta' del contesto, e' invece un grande successo che segna l'inizio di una nuova stagione del governo regionale.
L'esito del voto ha dimostrato con nettissima evidenza, se ce ne fosse stato ancora bisogno, la volonta' dei cittadini marchigiani di chiudere con il passato, una volonta' che il PD aveva saputo interpretare a pieno.
A me senigalliese questo appuntamento elettorale ha riservato anche altre soddisfazioni: la prima e' stata quella del ritorno - con Fabrizio Volpini, primo tra gli eletti PD - di un concittadino in Consiglio regionale dopo dieci anni.
Lunedi' abbiamo potuto poi festeggiare l'elezione al primo turno di Maurizio Mangialardi. Una conferma che e' il riconoscimento del lavoro dell'amministrazione da lui guidata, che ha saputo essere sempre vicina ai cittadini e ai loro problemi e che ha dimostrato di avere un progetto chiaro per il futuro della nostra citta'.
Al Presidente Luca Ceriscioli, al Sindaco Maurizio Mangialardi e a tutti i consiglieri regionali e comunali del PD il mio migliore augurio di buon lavoro.
Silvana Amati

Il Caso dei Cinque: Antonio Guerrero
incontra i Senatori italiani

Martedi' 19 maggio 2015 - Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya - Intervento svolto nel corso dell'incontro tra Antonio Guerrero, uno dei tre cubani liberati dopo 16 anni di carcere in USA e l'Intergruppo Parlamentare Italiano "Il Caso dei Cinque", che ha aderito alla campagna internazionale per la loro liberazione e di cui faccio parte.
Presenti all'incontro la Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli e l'Ambasciatrice di Cuba in Italia S.E. Signora Alba Beatriz SOTO PIMENTEL.

Audiovideo integrale dell'incontro - Fotografie

Incontro tra Luca Ceriscioli e i parlamentari delle Marche

Apprezziamo l'iniziativa del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli che, a pochi giorni dal suo insediamento, ha convocato i parlamentari marchigiani per istituire un tavolo di coordinamento riguardante le esigenze del territorio, partendo da temi considerati strategici per lo sviluppo regionale. La sinergia fra il piano dell'amministrazione locale e la politica nazionale puo' essere determinante per la crescita della Regione Marche. Dal potenziamento del trasporto pubblico locale al sistema di assistenza sanitaria e di welfare, dall'investimento nel settore dell'istruzione al contrasto del dissesto idrogeologico, dal sostegno al turismo e all'occupazione al rafforzamento del sistema infrastrutturale: sono queste le sfide che attendono l'amministrazione e rispetto alle quali, anche in occasione dell'incontro di oggi, si e' registrata la massima condivisione di obiettivi.
Quanto all'ipotesi di accorpamento dell'Autorita' Portuale di Ancona con Ravenna, la contrarieta' e' dovuta alla centralita' che il porto di Ancona possiede per lo sviluppo economico del territorio, essendo per altro alternativo sul piano commerciale a quello di Ravenna, e alla logica di efficientamento prevista anche nella programmazione nazionale. Sulla riforma dello Stato, e' stata condivisa la necessita' di garantire i trasferimenti statali fondamentali perche' siano pienamente soddisfatti i diritti dei cittadini, valorizzando quel ruolo che spetta alle Regioni in quanto primo livello di rappresentanza istituzionale sul territorio.
I parlamentari marchigiani
Amati, Fabbri, Lodolini, Marchetti
6 luglio 2015

La Presidente della Camera, Laura Boldrini in visita a Max Fanelli

Il 4 luglio la Presidente della Camera Laura Boldrini si e' recata in visita privata nell'abitazione di Max Fanelli, il senigalliese malato di SLA che da mesi combatte in prima persona affinche' venga discussa in tempi brevi la legge di iniziativa popolare sul fine vita depositata quasi due anni fa dal comitato "Eutanasia Legale". Max Fanelli ha quindi consegnato, attraverso la moglie Monica, una lettera e alcune delle migliaia di cartoline che da tutta Italia stanno giungendo per sostenere la campagna #IoStoConMax per una legge sull'eutanasia legale, destinate ai capigruppo di Camera e Senato, nella speranza di aprire un dibattito che la classe politica italiana ancora ha il timore di affrontare.

Comunicato stampa



Il Parlamento Europeo vota per la certificazione obbligatoria dei "minerali di conflitto"
Il testo approvato oggi dal Parlamento Europeo con 400 voti a favore, 285 contro e 7 ansensioni, introduce una certificazione obbligatoria, soggetta a revisione periodica, per i minerali provenienti da zone di conflitto e ne dovra' essere monitorato l'impatto sulle popolazioni locali. Un importantissimo risultato, che supera i limiti della certificazione volontaria proposta dalla Commissione europea, troppo debole per rompere i legami tra sfruttamento illegale delle risorse naturali, conflitti e gravi violazioni dei diritti umani.
Rimaniamo vigili pero', perche' l'iter europeo non e' definitivamente concluso. Saranno ora avviate discussioni informali con gli Stati membri, per trovare un accordo sul testo definitivo.
Per quanto riguarda l'Italia, nei mesi scorsi, la collega Elena Fissore e io, abbiamo lavorato sul tema nelle Commissioni Politiche della UE e Industria del Senato, ottenendo l'adozione di atti che riconoscono la necessita' di una certificazione obbligatoria della catena di approvvigionamento dei minerali provenienti da zone di conflitto, di includere anche altre tipologie di risorse naturali e di estendere il campo di applicazione, coinvolgendo le imprese che commercializzano prodotti finiti.
Continueremo a rimanere vigili e a lavorare perche' l'Italia dia seguito al piu' presto agli impegni presi.
Silvana Amati

20 maggio 2015

Il comunicato nel sito del Parlamento Europeo


Anche quest'anno Senigallia ottiene la Bandiera Blu
Martedi' 12 maggio ho partecipato alla cerimonia durante la quale Gennaro Campanile, assessore alla Citta' sostenibile del comune di Senigallia ha preso in consegna la Bandiera Blu 2015, ambito riconoscimento assegnato alla citta'. E' il 19mo anno consecutivo che Senigallia riceve questo attestato internazionale, istituito nel 1987, e conferito ogni anno dalla Fondazione per l'Educazione Ambientale (FEE). Anche il Porto Della Rovere riceve, per il terzo anno, un riconoscimento analogo riservato agli approdi turistici.

La notizia su viveresenigallia.it


Domenica 17 maggio, come responsabile PD del settore tutela e salute degli animali, ho partecipato in piazza del Duca a Senigallia all'iniziativa per conoscere la Mobility Dog, sport non competitivo adatto, come dice il volantino, a tutte le coppie uomo-cane senza distinzione di sesso, razza, taglia ed eta'.
A questo evento hanno dato la loro adesione il Sindaco Maurizio Mangialardi, Fabrizio Volpini candidato regionale e i candidati consiglieri del Pd.

Il volantino


Sabato 16 maggio ho partecipato all'incontro con l'eurodeputata del PD Simona Bonafe' intervenuta a Senigallia per sostenere il sindaco Maurizio Mangialardi, candidato per il secondo mandato e Fabrizio Volpini candidato al consiglio regionale.

Il resoconto dell'incontro su senigallianotizie.it


Sabato 16 maggio ad Arcevia ho partecipato all'incontro con la vicepresidente della Camera dei Deputati, Marina Sereni, intervenuta per inaugurare la nuova sede del Partito Democratico arceviese, che si trova in corso Mazzini, 50. Il segretario del Circolo Fiorenzo Quajani ha definito la nuova sede "una icona sul desktop del territorio, un luogo dove esercitare la democrazia e un punto di confronto, aperto e visibile".

Venerdi' 15 maggio ho partecipato all'aperitivo di finanziamento della campagna elettorale organizzato al Finis Africae dal Comitato del candidato a sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi allargato a tutti i candidati della coalizione.
E' stata una chiamata a raccolta di tutte le energie positive del centrosinistra per il rush finale verso il 31 maggio.

La locandina dell'iniziativa


Venerdi' 15 maggio ad Ancona la candidata PD al consiglio regionale Eliana Maiolini ha organizzato un incontro dal titolo Una nuova Regione per le donne.
L'iniziativa, a cui ho partecipato, si e' svolta al Caffe' Giuliani di Ancona ed ha visto la partecipazione di Valeria Fedeli, vicepresedente del Senato.

La locandina dell'iniziativa



Approvate le mozioni sul benessere degli animali
5 maggio 2015 - Le mozioni approvate oggi stabiliscono impegni concreti per il Governo. Su questi impegni vigileremo con il fondamentale contributo delle associazioni animaliste, sostenuti da una sensibilita' sempre piu' diffusa e trasversale.
Invitiamo i pochi che ancora mettono in dubbio la legittimita' di occuparsi del benessere degli animali, a leggere ... (leggi tutto)

Il Regolamento dei Minerali dei Conflitti,
prossimamente al voto del Parlamento Europeo
Al Parlamento Europeo tra due settimane e' previsto il voto in plenaria sul Regolamento dei Minerali dei Conflitti. Si tratta, come ho gia' avuto modo di scrivere, di uno strumento che dovra' consentire di recidere i legami tra il commercio e l'estrazione di minerali e il finanziamento di conflitti armati. Il suo esame nelle commissioni competenti si e' concluso purtroppo con un taglio molto conservatore imposto dall'alleanza tra Liberali e Popolari, come attesta la Relazione "Winker" (dal nome del Deputato Popolare relatore del Rapporto).
Obiettivo del gruppo Socialisti e Democratici Europei e' costruire, nella seduta plenaria, una maggioranza a sostegno della proposta formulata dallo stesso gruppo, neutralizzando in questo modo il blocco conservatore.
Per la valutazione delle differenti posizioni allego un'analisi comparativa tra la Relazione "Winker" e la proposta di Regolamento dei Socialisti e Democratici Europei.

l'analisi comparativa


Contrastare e reprimere il negazionismo

Il 28 aprile 2015, al Senato, nella sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquiro, ho organizzato un seminario di approfondimento sulle "Modifiche all'articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, in materia di contrasto e repressione dei crimini di genocidio, crimini contro l'umanita' e crimini di guerra, come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale, e modifica all'articolo 414 del codice penale", allo scopo di evitare di rifare di nuovo alla Camera quanto era gia' stato fatto faticosamente ma con successo in Senato in termini di audizioni, elaborazioni e bilanciamenti, per varare una legge che ci metta in grado di contrastare e reprimere il negazionismo.
Sono intervenuti il sen. Lucio Malan, il sen. Paolo Corsini, l'on. Milena Santerini, l'avv. Roberto De Vita, il prof. Giorgio Sacerdoti e il sen. Giuseppe Lumia. I lavori si sono conclusi con la testimonianza di Giulia Spizzichino, scampata alla razzia nazista del 16 ottobre '43 a Roma.

Foto - Registrazione audiovideo


Iniziativa a sostegno di un meccanismo obbligatorio di tracciabilita' per i minerali provenienti da zone di conflitto

In molte zone del mondo dilaniate da conflitti, lo sfruttamento e il commercio delle risorse naturali, permette a numerosi gruppi armati, colpevoli di violazioni dei diritti umani ai danni della popolazone, di finanziarsi.
Il 28 aprile 2015, alla Camera dei Deputati, nella Sala del Refettorio, si e' tenuta la conferenza "Minerali dei conflitti: una legislazione europea favorevole alla pace e alla sicurezza nella Repubblica democratica del Congo?", organizzata dalla collega della Camera Lia Quartapelle in collaborazione con EurAc, Rete Europea per l'Africa Centrale.
Vi ho partecipato, insieme alla collega Elena Fissore e siamo intervenute per illustrare i primi passi utili allo scopo, fatti in Senato su nostra sollecitazione, nelle commissioni Politiche dell'Unione Europea e nella commissione Industria.

Lettera al Presidente V. Chiti - Il parere comm. Politiche UE

Lettera al Presidente M. Mucchetti - Risoluzione comm. Industria

Testo dell'intervento - Registrazione audiovideo - Fotografie: 1 - 2 - 3


Ripristinare la Task Force veterinaria al ministero della Salute

Ho sottoscritto l'interrogazione presentata dalla collega Loredana De Petris e rivolta al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, sulla perdita definitiva dell'operativita' della Task Force veterinaria del Ministero della Salute a tutela dei diritti degli animali e la conseguente revoca dell'incarico di coordinatrice alla dott.ssa Rosalba Matassa. In tale interrogazione si chiede:
- quali siano le motivazioni che hanno determinato tali scelte;
- se non ritenga opportuno intervenire affinche' sia riconosciuto il merito e il servizio reso ai cittadini da parte dell'Unita' operativa e da chi in questi anni l'ha diretta con ottimi risultati e senza oneri aggiuntivi per lo Stato;
- il ripristino della task force cosi' come chiedono le Associazioni e i cittadini.

Il testo dell'interrogazione



Venerdi' 8 maggio 2015 ho partecipato all'incontro del sindaco Maurizio Mangialardi, candidato a un secondo mandato, con Ernesto Carbone, membro della segreteria nazionale PD, Fabrizio Volpini, candidato al Consiglio regionale, Elisabetta Allegrezza, segretaria cittadina del PD di Senigallia, Marco Pettinari, segretario dei Giovani Democratici della provincia di Ancona.
L'incontro si e' svolto nella sede elettorale del sindaco.

A Senigallia l'incontro programmatico dei Giovani democratici delle Marche

Il 26 aprile, nell'Auditorium di San Rocco a Senigallia, ho partecipato all'incontro programmatico organizzato daii Giovani Democratici delle Marche per promuovere un dialogo aperto, sereno e fruttuoso, su quelli che dovranno essere i temi e gli obiettivi del Partito Democratico della Regione nei prossimi cinque anni. Sono intervenuti il candidato del centrosinistra alla Presidenza della Regione Marche, Luca Ceriscioli, il Coordinatore nazionale dei Giovani Democratici, Andrea Baldini e il Segretario regionale dei GD, Roberto Tesei.

Fotografie - Resoconto su viveresenigallia.it


E' imminente l'inizio dell'esame in Commissione Sanita'
del DDL sui farmaci veterinari
La legge attuale dispone l'obbligo, per il medico veterinario, di prescrivere e di utilizzare, sugli animali in cura, solo il farmaco registrato in medicina veterinaria, come specialita' medicinale, per la patologia da curare e per l'animale da trattare.
Il veterinario non puo' utilizzare la migliore molecola attiva al momento (anche in base agli eccipienti e alle vie di somministrazione) che, da una parte, potrebbe curare al meglio il paziente e, dall'altra, far risparmiare ingenti risorse finanziarie sia ai proprietari privati degli animali d'affezione che allo Stato e agli enti locali, vista l'enorme differenza del prezzo esistente tra la specialita' registrata per gli animali e quella per l'uso umano, come il farmaco generico. Il ddl 540, di cui sono prima firmataria, avvicina la normativa dei farmaci utilizzati nel trattamento veterinario a quelli utilizzati nel trattamento umano, garantendo pari tutela della salute a condizioni decisamente piu' economiche sia per gli utenti che per il sistema sanitario veterinario nel suo complesso. Finalmente se ne iniziera' la discussione in Commissione Sanita' tra una decina di giorni.

Il testo del DDL 540


Accolgo con soddisfazione la conferma nell'incarico
di responsabile PD per la Tutela e salute degli animali
Ho ricevuto con grande soddisfazione la conferma dell'incarico come responsabile Pd del settore tutela e salute degli animali, un ruolo che ho svolto e continuero' a svolgere con passione e impegno. Da anni, in sinergia e con il fondamentale contributo delle associazioni animaliste, portiamo avanti un coordinato lavoro di squadra, attraverso il quale abbiamo raggiunto importanti obiettivi. Continuiamo a lavorare per promuovere proposte concrete perche' le politiche a livello nazionale, regionale e locale, riflettano efficacemente la profonda trasformazione culturale ormai completamente avvenuta.

La lettera d'incarico


Un piano di azione nazionale contro la tratta degli esseri umani
La tratta degli esseri umani e' una piaga invisibile, tra i fenomeni criminali internazionali piu' diffusi e redditizi, seconda solo al traffico di stupefacenti e di armi con diverse decine di miliardi di dollari di profitto e la cui reale portata sfugge a causa delle sofisticate strategie di assoggettamento poste in essere dagli sfruttatori. Un crimine che porta in Italia migliaia di ragazze e ragazzi provenienti da terre disagiate ed in guerra, nonche' da Paesi Europei, molti dei quali reclutati nei Paesi di origine e trasportati in Italia contro la loro volonta'.
Per questo ho ritenuto giusto sottoscrivere la mozione, presentata dalla collega Donatella Mattesini, che impegna il governo:
- ad adottare con urgenza un piano di azione nazionale contro la tratta, che definisca priorita', obbiettivi, attivita' concreta come indicato nel rapporto GRETA dalla Commissione Europea, con una specifica attenzione al tema dei minori;
- a rafforzare, nell'ambito dell'intesa Stato Regioni siglata il 10 luglio 2014, gli interventi inerenti i minori;
- ad adempiere in tempi rapidi ai pagamenti dovuti dallo Stato a diverse comunita' della Sicilia, Campania, Puglia, che stante il permanere dello stato di insolvenza, vedono messa a rischio la loro stessa esistenza con il conseguente venir meno di un presidio quanto mai essenziale nella lotta per l'eradicazione del fenomeno.

Il testo della mozione


Andare verso il superamento dei campi nomadi
Il 10 marzo la Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei Diritti Umani di cui faccio parte, ha approvato la risoluzione per il superamento dei "campi nomadi" e per la concreta attuazione della Strategia nazionale d'inclusione di Rom, Sinti e Caminanti, tenendo fede agli obblighi e agli impegni internazionali assunti dall'Italia.

Resoconto della seduta della Commissione


L'UE metta al bando i minerali di guerra
In molte zone del mondo dilaniate da conflitti, lo sfruttamento e il commercio delle risorse naturali, permette a numerosi gruppi armati, colpevoli di gravissime azioni ai danni della popolazione, di finanziarsi. Acquistando risorse dalle aree di conflitto o ad alto rischio, le imprese europee potrebbero alimentare la violenza a scapito dei diritti umani, la pace e lo sviluppo.
Quei minerali macchiati di sangue della guerra, finiscono poi nei nostri computer, nei nostri telefoni, nelle nostre automobili...
La Commissione Europea ha suggerito una proposta di legge. Purtroppo il testo proposto e' decisamente insufficiente. Il testo non impone alle imprese di far luce sulle loro catene di acquisto, ma si accontenta di "incoraggiarle" su base volontaria. I parlamentari europei votino a favore di una legge che sia efficace e che contribuisca a ristabilire la pace.

Scrivi ai parlamentari europei per convincerli


Fermare gli investimenti esplosivi
Ho firmato e sostengo la petizione della Campagna italiana contro le mine per fermare gli investimenti esplosivi, e sbloccare l'iter della discussione del Ddl per vietare investimenti finanziari su ordigni proibiti, fermo ormai da due anni, nonostante il voto positivo della Camera nel 2012.
Serve al piu' presto una legge che blocchi il finanziamento alle aziende che continuano a produrre le "bombe a grappolo" (cluster bombs), che ancora oggi nel mondo uccidono e mutilano migliaia di civili.

Un servizio sull'argomento della Radio Vaticana

La petizione di BancaEtica


A settant'anni dall'insurrezione antifascista e antinazista

"Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove e' nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque e' morto un Italiano per riscattare la liberta' e la dignita' della nazione, andate la', o giovani, col pensiero, perche' la' e' nata la nostra Costituzione."
Oggi, nel 70o anniversario della Liberazione, ricordiamo le parole di Piero Calamandrei per ribadire, ancora una volta, quanto la nostra liberta' si debba al sacrificio delle donne e degli uomini che lottarono contro i nazifascisti e diedero cosi' un futuro di pace al nostro Paese.
A noi spetta impegnarci ogni giorno perche' quei valori, su cui e' stata fondata la nostra Repubblica e che non sono mai acquisiti per sempre, continuino ad essere vivi e presenti e possano essere tramandati alle nuove generazioni.

Programma delle celebrazioni a Senigallia


Mattarella ai partigiani: la Resistenza fu soprattutto rivolta morale
Il prossimo 25 aprile saranno passati 70 anni dalla Liberazione dell'Italia dal nazifascismo. Il 16 aprile il Parlamento ha deciso di celebrare questa importante ricorrenza della storia del Paese con una cerimonia alla Camera dei Deputati che ha visto protagonisti i partigiani che diedero un contributo decisivo alla rinascita del Paese. E che ha visto alla fine i deputati del Pd cantare "Bella ciao", l'Inno della Resistenza, mentre il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e i presidenti delle Camere, salutavano, al centro dell'Aula, i partigiani che hanno preso parte alla manifestazione.

Meeting di Pace nelle trincee della Grande Guerra

Il 14 aprile, presso la sede romana della rappresentanza della Regione Friuli Venezia Giulia, ho partecipato alla conferenza di presentazione del Meeting di Pace nelle trincee della Grande Guerra. Il Meeting si svolge il 17 e 18 aprile e vede la partecipazione di oltre tremila giovani studenti che si incontrano a Udine e nelle trincee della prima guerra mondiale per dare vita ad un grande incontro di pace.
Per la prima volta le trincee, che cento anni fa videro scorrere il sangue di tantissimi giovani europei, diventano la sede di un inedito, originale, laboratorio.
Protagonisti sono i giovani studenti e gli insegnanti di 16 regioni italiane impegnati in programmi di educazione alla cittadinanza democratica. Al loro fianco ci saranno amministratori locali, animatori culturali, giornalisti, scrittori e genitori, cittadini e istituzioni preoccupati per il dilagare di guerre, conflitti e violenze e impegnati nella costruzione della pace.

Fotografie della conferenza stampa



8 aprile 2014 - Riunione del Gruppo di lavoro PD Tutela e salute animali, coordinato dalla responsabile nazionale Silvana Amati e aperto al contributo delle principali Associazioni animaliste.
All'ordine del giorno la messa a punto delle iniziative istituzionali e politiche da sviluppare nella seconda parte della legislatura.

Disciplina dei reati connessi alla prostituzione e misure di integrazione sociale
Ho sottoscritto il disegno di legge, presentato dalla collega Giuseppina Maturani che propone di introdurre una serie di misure volte al contrasto della prostituzione coattiva e volte all'integrazione, all'assistenza e alla formazione professionale in favore delle persone vittime del reato di prostituzione coattiva definito dallo stesso DDL.

Il testo del DDL


E' imminente l'inizio dell'esame in Commissione Sanita'
del DDL sui farmaci veterinari
La legge attuale dispone l'obbligo, per il medico veterinario, di prescrivere e di utilizzare, sugli animali in cura, solo il farmaco registrato in medicina veterinaria, come specialita' medicinale, per la patologia da curare e per l'animale da trattare.
Il veterinario non puo' utilizzare la migliore molecola attiva al momento (anche in base agli eccipienti e alle vie di somministrazione) che, da una parte, potrebbe curare al meglio il paziente e, dall'altra, far risparmiare ingenti risorse finanziarie sia ai proprietari privati degli animali d'affezione che allo Stato e agli enti locali, vista l'enorme differenza del prezzo esistente tra la specialita' registrata per gli animali e quella per l'uso umano, come il farmaco generico. Il ddl 540, di cui sono prima firmataria, avvicina la normativa dei farmaci utilizzati nel trattamento veterinario a quelli utilizzati nel trattamento umano, garantendo pari tutela della salute a condizioni decisamente piu' economiche sia per gli utenti che per il sistema sanitario veterinario nel suo complesso. Finalmente se ne iniziera' la discussione in Commissione Sanita' tra una decina di giorni.

Il testo del DDL 540


Accolgo con soddisfazione la conferma nell'incarico
di responsabile PD per la Tutela e salute degli animali
Ho ricevuto con grande soddisfazione la conferma dell'incarico come responsabile Pd del settore tutela e salute degli animali, un ruolo che ho svolto e continuero' a svolgere con passione e impegno. Da anni, in sinergia e con il fondamentale contributo delle associazioni animaliste, portiamo avanti un coordinato lavoro di squadra, attraverso il quale abbiamo raggiunto importanti obiettivi. Continuiamo a lavorare per promuovere proposte concrete perche' le politiche a livello nazionale, regionale e locale, riflettano efficacemente la profonda trasformazione culturale ormai completamente avvenuta.

La lettera d'incarico


Con il 52,53 per cento dei voti Luca Ceriscioli e'
il candidato presidente della Regione Marche
.
Ben 43.588 elettori hanno partecipato alle elezioni primarie organizzate nelle Marche e svolte, nei 309 seggi allestiti, in un clima di grande correttezza e serenita'. I giovani fra i 16 e 18 anni e gli stranieri ammessi al voto con una preregistrazione online sono stati 671.
Questa bella prova di partecipazione democratica ha dato forza non solo al vincitore, ma anche alla proposta di governo del centrosinistra. Ora dobbiamo essere tutti uniti per affrontare nel modo giusto la prova elettorale di maggio.
E' importante che ciascuno di noi si senta impegnato a mobilitarsi per far vincere il PD e le Marche del futuro, riservando una particolare attenzione al recupero del rapporto politico con quegli elettori, tradizionalmente vicini al centrosinistra, che hanno scelto di astenersi nelle ultime consultazioni elettorali.

La valutazione dei punti di forza di una citta'
Venerdi' 6 Marzo 2015 nell'Auditorium della Mole Vanvitelliana di Ancona si e' svolto un incontro con i cittadini anconetani sul tema della "Valorizzazione degli assets di una citta'", organizzato dal Comune e dall'ANCI Marche.
All'incontro sono intervenuti Valeria Mancinelli sindaco di Ancona e Piero Fassino, presidente nazionale dell'ANCI e sindaco di Torino.
I due sindaci hanno potuto descrivere e analizzare i cambiamenti sociali ed economici che hanno investito le due citta': Torino, citta' dell'auto per tutto il Novecento, ha intrapreso un'opera di riconversione profonda con eccellenti risultati; Ancona, citta' portuale e di servizi legati alla Pubblica Amministrazione, viene gradualmente assumendo la fisionomia di una citta' a connotazione turistica.
La discussione ha anche affrontato il tema di come attirare investimenti privati, essendo i trasferimenti statali ormai insufficienti.

La locandina dell'iniziativa


Un piano di azione nazionale contro la tratta degli esseri umani
La tratta degli esseri umani e' una piaga invisibile, tra i fenomeni criminali internazionali piu' diffusi e redditizi, seconda solo al traffico di stupefacenti e di armi con diverse decine di miliardi di dollari di profitto e la cui reale portata sfugge a causa delle sofisticate strategie di assoggettamento poste in essere dagli sfruttatori. Un crimine che porta in Italia migliaia di ragazze e ragazzi provenienti da terre disagiate ed in guerra, nonche' da Paesi Europei, molti dei quali reclutati nei Paesi di origine e trasportati in Italia contro la loro volonta'.
Per questo ho ritenuto giusto sottoscrivere la mozione, presentata dalla collega Donatella Mattesini, che impegna il governo:
- ad adottare con urgenza un piano di azione nazionale contro la tratta, che definisca priorita', obbiettivi, attivita' concreta come indicato nel rapporto GRETA dalla Commissione Europea, con una specifica attenzione al tema dei minori;
- a rafforzare, nell'ambito dell'intesa Stato Regioni siglata il 10 luglio 2014, gli interventi inerenti i minori;
- ad adempiere in tempi rapidi ai pagamenti dovuti dallo Stato a diverse comunita' della Sicilia, Campania, Puglia, che stante il permanere dello stato di insolvenza, vedono messa a rischio la loro stessa esistenza con il conseguente venir meno di un presidio quanto mai essenziale nella lotta per l'eradicazione del fenomeno.

Il testo della mozione


Andare verso il superamento dei campi nomadi
Il 10 marzo la Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei Diritti Umani di cui faccio parte, ha approvato la risoluzione per il superamento dei "campi nomadi" e per la concreta attuazione della Strategia nazionale d'inclusione di Rom, Sinti e Caminanti, tenendo fede agli obblighi e agli impegni internazionali assunti dall'Italia.

Resoconto della seduta della Commissione


L'UE metta al bando i minerali di guerra
In molte zone del mondo dilaniate da conflitti, lo sfruttamento e il commercio delle risorse naturali, permette a numerosi gruppi armati, colpevoli di gravissime azioni ai danni della popolazione, di finanziarsi. Acquistando risorse dalle aree di conflitto o ad alto rischio, le imprese europee potrebbero alimentare la violenza a scapito dei diritti umani, la pace e lo sviluppo.
Quei minerali macchiati di sangue della guerra, finiscono poi nei nostri computer, nei nostri telefoni, nelle nostre automobili...
La Commissione Europea ha suggerito una proposta di legge. Purtroppo il testo proposto e' decisamente insufficiente. Il testo non impone alle imprese di far luce sulle loro catene di acquisto, ma si accontenta di "incoraggiarle" su base volontaria. I parlamentari europei votino a favore di una legge che sia efficace e che contribuisca a ristabilire la pace.

Scrivi ai parlamentari europei per convincerli


Fermare gli investimenti esplosivi
Ho firmato e sostengo la petizione della Campagna italiana contro le mine per fermare gli investimenti esplosivi, e sbloccare l'iter della discussione del Ddl per vietare investimenti finanziari su ordigni proibiti, fermo ormai da due anni, nonostante il voto positivo della Camera nel 2012.
Serve al piu' presto una legge che blocchi il finanziamento alle aziende che continuano a produrre le "bombe a grappolo" (cluster bombs), che ancora oggi nel mondo uccidono e mutilano migliaia di civili.

Un servizio sull'argomento della Radio Vaticana

La petizione di BancaEtica


Contrastare la pratica delle Mutilazioni Genitali Femminili

Le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) costituiscono una delle forme piu' crudeli e lesive di violenza continua sulle donne, in primo luogo sulle bambine, con gravissimi, perenni risvolti fisici e psicologici.
A seguito del fenomeno migratorio degli ultimi anni tale aberrante pratica si e' diffusa anche nei paesi europei.
Per questi motivi ho sottoscritto l'interrogazione, presentata dalla collega Donatella Mattesini, al ministro della Salute Beatrice Lorenzin nella quale si chiede di sapere:
- a quanto ammontano le risorse che il Ministero ha impegnato dal 2007 ad oggi per la formazione degli operatori sanitari che operano con le comunita' di immigrati provenienti da Paesi dove sono effettuate le pratiche di mutilazioni genitale femminile;
- quali siano le Regioni che hanno promosso tale formazione e quanti siano gli operatori coinvolti;
- se tale formazione e' stata inserita nei percorsi formativi di carattere universitario e non per le figure sanitarie interessate;
- quante sono ad oggi le donne presenti nel nostro Paese che sono ricorse alla deinfibulazione;
- quante sono le bambine che sono state accolte dal SSN a causa delle conseguenze fisiche e psicologiche delle MGF.

Il testo dell'interrogazione


Aggiornamento iter tracciabilita' minerali:
un altro risultato positivo

Dopo il primo importante risultato ottenuto con il parere approvato dalla Commissione politiche dell'Unione europea, ho sollecitato, insieme alla collega Elena Fissore, l'esame della proposta di regolamento UE in Commissione industria e commercio. Lo scorso 24 febbraio, la Commissione ha adottato una Risoluzione che riconosce l'importanza di prevedere l'obbligatorieta' della certificazione della catena di approvvigionamento, di includere anche altre tipologie di risorse naturali e di estendere il campo di applicazione, coinvolgendo anche le imprese che commercializzano prodotti finiti.

Il testo della risoluzione

Un reportage sul settimanale l'Espresso (6 Mbyte circa)


"Rispettare gli animali, non significa rinunciare a mangiare con gusto, ma significa arricchire la propria vita riscoprendo sapori che soltanto la nostra meravigliosa natura poteva regalarci." (AnimalEquality)

Suggerimenti per un menu di Pasqua senza crudelta'


L'inserimento lavorativo dei giovani fuori famiglia
nei decreti attuativi del Jobs Act
Nell'ambito dell'elaborazione dei decreti attuativi del Jobs Act, abbiamo formulato alcune proposte per affrontare finalmente il grave problema della mancanza di meccanismi che promuovano l'inserimento lavorativo e l'accompagnamento verso l'autonomia dei giovani provenienti da comunita' di tipo familiare o famiglie affidatarie.
Ho inviato una lettera con le proposte al ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Nella lettera chiedo anche di fissare un incontro con i rappresentanti del gruppo #5buoneragioni, costituito da 6 coordinamenti nazionali che insieme rappresentano piu' di 500 organizzazioni che si occupano di tutela dei minori, Terra dei Piccoli Onlus e Federazione Isperantzia, sul cui fondamentale contributo abbiamo potuto contare nella fase di elaborazione e che sarebbero lieti di avere l'opportunita' di illustrare le proposte.
Mi auguro che il ministro Poletti accolga la mia richiesta perche' le esigenze di questi ragazzi particolarmente vulnerabili possano trovare finalmente il giusto ascolto da parte delle istituzioni.

Il testo della lettera


Mercoledi' 4 marzo 2015
Aula del Senato

Discussione sulla modifica del Codice Penale e della
legge 01/04/1999 n. 91 in materia di traffico d'organi
destinati al trapianto

4 marzo 2015 - Intervento in Senato della sen. Silvana Amati, prima firmataria dell'Ordine del giorno, approvato dall'aula, che impegna il Governo a garantire maggiori tutele sociali e processuali alle vittime di questa odiosa violazione dei diritti umani, riconoscendone la loro particolare vulnerabilita'.
L'equiparazione alle altre forme di tratta degli esseri umani, richiesta nell'OdG, risponde coerentemente agli obblighi assunti dall'Italia un anno fa, con il recepimento della Direttiva 2011/36/UE sulla repressione e la prevenzione della tratta degli esseri umani.

Martedi' 3 marzo 2015 - ore 11.30
Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya

per un Piano Nazionale di Educazione Alimentare
Diritto al cibo e a una corretta alimentazione

3 marzo 2015 - Senato - Iniziativa promossa dalla Alleanza Contro la Fame e la Malnutrizione (AAHM Italia) per proporre alle istituzioni e, in particolare, ai ministri dell'Istruzione, della Salute, dell'Agricoltura e dell'Ambiente, la definizione di un Piano Nazionale di Educazione alimentare per le scuole italiane.
Un tale livello di intervento educativo recepirebbe in modo adeguato le raccomandazioni 19 e 20 contenute nel 'Documento finale - Quadro d'azione' prodotto dalla seconda Conferenza internazionale sulla Nutrizione, organizzata dalla FAO e dall'OMS, che si e' tenuta a Roma dal 19 al 21 novembre 2014. A quell'evento parteciparono i rappresentanti di oltre 190 Paesi e gli esponenti delle agenzie delle Nazioni Unite, delle Organizzazioni intergovernative, della societa' civile e del settore privato, oltre ai Ministri dell'Agricoltura e della Sanita' di piu' di 100 Paesi.
All'iniziativa in Senato, presieduta dalla sen. Silvana Amati, membro della Commissione straordinaria per la Tutela e la Promozione dei Diritti Umani, sono intervenuti: Rosa Maria Di Giorgi, membro della Commissione Istruzione pubblica del Senato; Nanda Nobile, AAHM Italia; Luciana Delfini, ADGI Roma; Lucio Principe, medico farmacologo clinico; Giulia Mennuni, IIS Domizia Lucilla di Roma; Paola Farina, FNISM; Marco Lucchini, FBAO; Marco Foschini, Coldiretti; Daniela Monaco, CNDI; Pierfrancesco Sacco, diplomatico rappresentante permanente presso l'ONU.

Diapositive (7,5 Mbyte) - Fotografie (amatoriali)

PAPPA FISH: un'iniziativa di educazione alimentare nelle Marche

Approvato l'emendamento sui precari della Protezione Civile

E' stato approvato dalle Commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera dei Deputati, l'emendamento al decreto Milleproroghe sui precari della Protezione Civile.
La misura interessa da vicino anche la Regione Marche dove sono numerosi i precari in servizio.
Con l'approvazione di questo emendamento si garantisce la tutela del territorio e la salvaguardia delle persone in merito alla gestione di eventuali situazioni di emergenza o di calamita' naturali. Quello svolto dalla Protezione Civile e' un servizio che non puo' essere sospeso ne' ridimensionato perche' da esso dipende l'integrita' della vita delle persone.
In attesa dell'espletamento delle procedure concorsuali per il reclutamento di personale a tempo indeterminato, si e' quindi reso necessario provvedere alla proroga delle disposizioni di cui all'art. 14 dell'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3891 del 4 agosto 2010, al fine di assicurare il proseguimento di un'attivita' fondamentale perla sicurezza del territorio e della popolazione come quella svolta quotidianamente dalla Protezione Civile.

Comunicato stampa


Finalmente approvato in Senato il ddl che introduce
il reato di negazionismo

L'approvazione in Senato del Ddl sul Negazionismo, di cui sono prima firmataria, e' un atto di concreto contrasto ad una delle forme piu' sottili di diffamazione razziale, xenofoba, antisemita e di incitazione all'odio. Un atto che da' finalmente seguito alle dichiarazioni che si susseguono ogni anno in occasione del Giorno della Memoria, affinche' simili orrori non possano mai piu' accadere.
Il negazionismo e' un inaccettabile abuso di diritto, che non puo' essere protetto dal diritto alla liberta' d'espressione o di ricerca, cosi' come stabilito dalla stessa Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.
L'obiettivo dei negazionisti e' riabilitare il regime nazionalsocialista, accusando di falsificazione della storia le stesse vittime. Ricordo che la dignita' della persona non e' solo un diritto fondamentale, ma e' la base stessa di ogni diritto fondamentale. Attendiamo ora una rapida approvazione del Ddl alla Camera per recepire, finalmente e con oltre quattro anni di ritardo, quanto stabilito anche in ambito UE con la Decisione Quadro del 2008, atto vincolante per tutti gli Stati membri.

Silvana Amati
11 febbraio 2015

La notizia nel sito Repubblica.it

Il servizio di TG Parlamento

Il testo dell'intervento

Il video dell'intervento in aula



Giovedi' 26 febbraio 2015 - ore 10.00
Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya

L'ANMIL per le donne
"Prendersi cura di chi ci cura"

Il ddl 1769, presentato dalla sen. Silvana Amati, sulla tutela delle vittime del lavoro e dei superstiti dei caduti sul lavoro
e
lo studio ANMIL sulla sicurezza e la tutela sul lavoro delle donne che operano nel campo dell'assistenza sanitaria.


Martedi' 24 febbraio 2015 - ore 15.00
Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya

Presentazione del libro

Marilina Intrieri
L'autorita' garante
per i diritti dell'infanzia
e dell'adolescenza

Analisi sul ruolo, funzioni
e attivita' delle authority di
tutela dei diritti minorili
in Italia ed in Europa

Editore ADMAIORA

Venerdi' 27 Febbraio 2015 nel Palazzo delle Marche di Ancona ho partecipato alla quarta tappa del tour italiano per la diffusione del manifesto

#5buoneragioni per accogliere i bambini che vanno protetti
Le storie e i dati dei minorenni allontanati dalla loro famiglia,
dei loro genitori e degli operatori che se ne prendono cura
.

L'iniziativa e' stata organizzata, in collaborazione con l'Ombudsman delle Marche, il Garante Infanzia e Adolescenza dell'Umbria e il Coordinamento delle Comunita' per Minori della Regione Marche, da: associazione Agevolando, Coordinamento Italiano Servizi contro il Maltrattamento e l'Abuso all'Infanzia (CISMAI), Coordinamento Nazionale Comunita' di Accoglienza (CNCA), Coordinamento Nazionale Comunita' per Minori (CNCM), Progetto Famiglia e Sos Villaggi dei Bambini, tutte impegnate, in modi e forme piu' varie, negli sforzi per aiutare bambini, ragazzi, genitori, a "ripartire" e a ricostruire la propria vita dopo difficili e drammatiche esperienze.

La locandina dell'iniziativa

IL servizio su TG Marche


Aggiornamento iter tracciabilita' minerali:
un altro risultato positivo

Dopo il primo importante risultato ottenuto con il parere approvato dalla Commissione politiche dell'Unione europea, ho sollecitato, insieme alla collega Elena Fissore, l'esame della proposta di regolamento UE in Commissione industria e commercio. Lo scorso 24 febbraio, la Commissione ha adottato una Risoluzione che riconosce l'importanza di prevedere l'obbligatorieta' della certificazione della catena di approvvigionamento, di includere anche altre tipologie di risorse naturali e di estendere il campo di applicazione, coinvolgendo anche le imprese che commercializzano prodotti finiti.

Il testo della risoluzione

Un reportage sul settimanale l'Espresso (6 Mbyte circa)


Approvato l'emendamento sui precari della Protezione Civile

E' stato approvato dalle Commissioni Bilancio e Affari costituzionali della Camera dei Deputati, l'emendamento al decreto Milleproroghe sui precari della Protezione Civile.
La misura interessa da vicino anche la Regione Marche dove sono numerosi i precari in servizio.
Con l'approvazione di questo emendamento si garantisce la tutela del territorio e la salvaguardia delle persone in merito alla gestione di eventuali situazioni di emergenza o di calamita' naturali. Quello svolto dalla Protezione Civile e' un servizio che non puo' essere sospeso ne' ridimensionato perche' da esso dipende l'integrita' della vita delle persone.
In attesa dell'espletamento delle procedure concorsuali per il reclutamento di personale a tempo indeterminato, si e' quindi reso necessario provvedere alla proroga delle disposizioni di cui all'art. 14 dell'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3891 del 4 agosto 2010, al fine di assicurare il proseguimento di un'attivita' fondamentale perla sicurezza del territorio e della popolazione come quella svolta quotidianamente dalla Protezione Civile.

Comunicato stampa


Finalmente approvato in Senato il ddl che introduce
il reato di negazionismo

L'approvazione in Senato del Ddl sul Negazionismo, di cui sono prima firmataria, e' un atto di concreto contrasto ad una delle forme piu' sottili di diffamazione razziale, xenofoba, antisemita e di incitazione all'odio. Un atto che da' finalmente seguito alle dichiarazioni che si susseguono ogni anno in occasione del Giorno della Memoria, affinche' simili orrori non possano mai piu' accadere.
Il negazionismo e' un inaccettabile abuso di diritto, che non puo' essere protetto dal diritto alla liberta' d'espressione o di ricerca, cosi' come stabilito dalla stessa Corte Europea dei Diritti dell'Uomo.
L'obiettivo dei negazionisti e' riabilitare il regime nazionalsocialista, accusando di falsificazione della storia le stesse vittime. Ricordo che la dignita' della persona non e' solo un diritto fondamentale, ma e' la base stessa di ogni diritto fondamentale. Attendiamo ora una rapida approvazione del Ddl alla Camera per recepire, finalmente e con oltre quattro anni di ritardo, quanto stabilito anche in ambito UE con la Decisione Quadro del 2008, atto vincolante per tutti gli Stati membri.

Silvana Amati
11 febbraio 2015

La notizia nel sito Repubblica.it

Il servizio di TG Parlamento


Per una legge contro il Negazionismo

10 febbraio 2015 - Aula del Senato - Intervento della sen. Silvana Amati a sostegno dell'introduzione di tale reato sulla base della Risoluzione ONU (61/255) sulla negazione dell'Olocausto, e della Decisione Quadro dell'Unione Europea sul contrasto a talune forme ed espressioni di razzismo e xenofobia attraverso il ricorso agli strumenti del diritto penale.

Il testo dell'intervento


L'iter del decreto sulla non punibilita' per tenuita' del fatto

Nei pareri delle Commissioni competenti di Camera e Senato sul meccanismo di non punibilita' per particolare tenuita', anche se con approcci diversi, i reati di maltrattamento e crudelta' verso gli animali sono considerati esclusi dall'ambito di applicazione dell'istituto introdotto.
Non c'erano invece dubbi, ovviamente, sull'esclusione dell'uccisione di animali nei casi previsti dall'articolo 544-bis c.p., non essendo la morte compatibile con il concetto di particolare tenuita' dell'offesa.
Da mesi ricevo centinaia di mail di cittadini e organizzazioni della societa' civile, che esprimono forte preoccupazione. La deliberazione definitiva sul testo da parte del Consiglio dei Ministri dovra' avere luogo entro marzo e spero confermera' che il meccanismo introdotto non comportera' uno svuotamento della Legge 189/2014, simbolo di una trasformazione culturale e dell'evoluzione del nostro ordinamento in materia di tutela del benessere di esseri senzienti. Per sollecitare la conclusione positiva del problema ho scritto una lettera al ministro della Giustizia Andrea Orlando.

La lettera al Ministro della Giustizia Andrea Orlando

I pareri delle Commissioni Giustizia: Senato - Camera


Comunicato stampa dei parlamentari marchigiani
sul futuro del personale delle Province

I Parlamentari marchigiani, ringraziando per il personale contributo il sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa, apprezzano l'importante passo rappresentato dalle Linee guida emanate dalle ministre Marianna Madia e Carmela Lanzetta.
Dopo le previsioni inserite dal Governo nella Finanziaria, infatti, molte erano ancora le questioni aperte, in particolare quelle relative al futuro del personale. Riteniamo che la circolare dia indicazioni importanti su tempi e criteri.
Noi continueremo a mantenere il nostro impegno perche' siano tutelate le professionalita' presenti negli Enti e i cittadini non debbano avere una riduzione dei servizi finora assicurati dalle Province. Ora, pero', come chiedono anche i cinque Presidenti di Provincia, e' necessario che la Regione Marche dia le risposte che aspettiamo da tempo. Oltre ad adempiere a degli obblighi previsti dalla Legge Delrio, infatti, le decisioni regionali sono fondamentali sia per la tutela dei livelli occupazionali sia per la garanzia dei servizi ai cittadini.

Silvana Amati, Camilla Fabbri, Luciano Agostini, Emanuele Lodolini, Marco Marchetti

30 gennaio 2015


Allargare le tutele dei figli delle vittime sul lavoro

Sulla necessita' di attualizzare il Testo unico n. 1124 del 1965 che regola i trattamenti spettanti al coniuge e ai figli dei caduti sul lavoro, sono stata contattata per un'intervista dalla redazione del portale on line vita.it.
Il T.U. in questione contiene una norma che ha 50 anni e che mostra i segni del tempo. La modifica piu' urgente e' rimuovere la discriminazione che riguarda i figli. La normativa attuale riconosce una rendita Inail sino al compimento del 18esimo anno d'eta', al massimo del 26esimo anno solo se il figlio frequenta un corso di laurea, vive a carico della coniuge supersite e non ha un lavoro retribuito. Si richiede cioe' il possesso simultaneo di tre requisiti. Ma dal 2012 una sentenza della Corte di Cassazione ha sancito l'obbligo genitoriale di mantenimento dei figli sino alla loro indipendenza economica, quindi senza indicare una data eta'. La modifica della legge e' pertanto diventata non piu' rinviabile.

L'intervista su VITA.it


La storia della Scuola come memoria collettiva

Martedi' 13 gennaio 2015 ho promosso in Senato, in collaborazione con il MIUR, il convegno "La memoria e l'immagine: Scuole per la Storia". La storia del nostro Paese si riflette nella storia della scuola, luogo in cui si formano le coscienze, il senso critico, in cui si trasmettono gli strumenti per comunicare e partecipare. Per questo abbiamo voluto dedicare l'appuntamento di quest'anno alle "Scuole per la storia". La scuola e' un'esperienza condivisa tra le generazioni, che produce memorie e ne conserva le tracce attraverso documenti e immagini fotografiche, che e' importante recuperare e valorizzare. L'incontro di oggi e' stata anche l'occasione per lanciare il concorso "FotografiAMO la scuola", aperto a tutti gli studenti, e per costituire una rete di scuole per il recupero della memoria.
IL Presidente del Senato Pietro Grasso e il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, che hanno aperto l'incontro, gli studenti e i relatori hanno potuto visitare le anteprime della Mostra sulla storia della scuola e della Mostra itinerante su Don Lorenzo Milani e la scuola di Barbiana, della Fondazione Don Lorenzo Milani, ospitate nei locali del MIUR ma allestite per l'occasione all'ingresso della Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, sede del convegno. Il successo di questa iniziativa, come di quelle degli scorsi anni, e' un importante riconoscimento della qualita' del percorso che portiamo avanti dal 2009 con il progetto "La memoria e l'Immagine".

Servizi: TG3 Regione Marche - YouDem.TV

Audiovideo degli studenti dell'IIS "R. Rossellini"

Foto di Chiara Pasutto - Foto di Fabrizio Iannaccone

Altre foto


Posate anche quest'anno le "pietre d'inciampo"
per non dimenticare

Mercoledi' 7 gennaio 2015 a Roma, in via del Portico d'Ottavia, ho assistito alla posa di 12 pietre d'inciampo eseguita dall'ideatore, l'artista tedesco Gunter Demnig, in ricordo degli undici membri della famiglia Sabatello e di Celeste Tagliacozzo, prelevati dalle loro case nel Ghetto di Roma e deportati dai nazisti ad Auschwitz il 16 ottobre del 1943.
Questa iniziativa, che e' giunta alla sua sesta edizione, e' curata da Adachiara Zevi, dell'associazione Arte in Memoria, ed e' posta sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica.
Le pietre d'inciampo sono sampietrini di tipo comune e di dimensioni standard (10x10) con una superficie di ottone dov'e' scritto nominativo e data di nascita della vittima, la data dell'arresto e, quando sono noti, il luogo di deportazione e la data di morte. Sono posate sul marciapiede prospiciente la casa in cui hanno vissuto i deportati. L'inciampo non e' fisico ma visivo e mentale, si impone all'attenzione di chi passa, gli fa conoscere e ricordare quanto accaduto in quel luogo e in quella data.

Fotografie


La non punibilita' per tenuita' non si applichera' al maltrattamento di animali

E' con enorme soddisfazione che apprendo che il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha dato seguito a quanto esposto nella nostra lettera del 18 dicembre scorso: il meccanismo di non punibilita' per tenuita' del fatto non potra' riguardare i reati di maltrattamento di animali, date le loro particolari caratteristiche.
Nella lettera, inviata da me e dalla collega Cirinna', segnalavamo al Ministro che, in caso di vittime animali, il meccanismo avrebbe creato le condizioni per un sistematico sbilanciamento del giudizio in favore dell'indagato, dato che lo schema di decreto prevede che il Pm senta indagato e parte lesa prima di proporre l'archiviazione.
E' del tutto evidente, infatti, che gli animali non avrebbero potuto in alcun modo contestare la ritenuta tenuita' del fatto.

La notizia su: La Repubblica - Il Secolo XIX - Il Post - La Stampa


Si approvino subito le leggi sull'amianto

Fa bene il segretario dei Giovani Democratici della provincia di Ancona Marco Pettinari ad esprimere, a nome dei Giovani Democratici, solidarieta' alle vittime dell'amianto e alle loro famiglie e frustrazione profonda per l'annullamento per prescrizione della sentenza di condanna del Maxiprocesso Eternit.
E' difficile accettare che, dopo anni, non ci siano colpevoli ne' risarcimenti, morali ancor prima che economici. Appena eletta in Senato, nel 2006, il mio primo atto ufficiale e' stato sottoscrivere il disegno di legge del collega Felice Casson per la tutela dei lavoratori e dei cittadini ex esposti all'amianto. Come ho spesso avuto modo di ricordare, ho sempre ritenuto un dovere morale verso la mia citta' impegnarmi su questo tema drammatico.

Sfiorando il quorum dei due terzi Sergio Mattarella
e' il nuovo Presidente della Repubblica Italiana

Un meritato riconoscimento del suo alto profilo istituzionale gli e' giunto dal PD in modo unanime, ma anche da altre forze politiche e da singoli grandi elettori.
La politica recupera dignita' e trasparenza agli occhi dei cittadini. Questa e' la strada che dobbiamo continuare a seguire per contrastare l'antipolitica, che in questi giorni ha reso evidenti tutti i suoi limiti, la sua oggettiva impotenza e la deriva antidemocratica che rischia di alimentare.
Ci attendono impegni notevoli e passaggi politici delicati. L'autorevolezza e la competenza del nuovo presidente saranno indispensabili per la buona riuscita degli sforzi necessari a far ripartire l'Italia e a ridare fiducia e speranza soprattutto ai giovani.
Formulo al neo Presidente i miei piu' sinceri auguri di buon lavoro e ringrazio Giorgio Napolitano per il suo straordinario impegno politico e umano sostenuto in questi nove anni, esercitando il suo delicatissimo ruolo nel mezzo di una grave crisi economica, politica e morale, con coraggio, saggezza e lungimiranza.


Nella giornata della memoria e'
bene che i fatti seguano le parole

Il 27 gennaio, come prima firmataria del DDL 54 che introduce il reato di negazionismo per chi nega crimini di genocidio, crimini contro l'umanita' e crimini di guerra, come la Shoah, ho colto l'occasione, nel corso della celebrazione della giornata della memoria in Senato, per protestare contro i ritardi e le resistenze passive che questo ddl incontra e per chiede sua rapida calendarizzazione.
La vice presidente del Senato Valeria Fedeli ha preso l'impegno di portare la proposta alla riunione dei capigruppo.

Le ragioni del DDL 54


Voto si' alla legge elettorale: piu' voce ai cittadini
con le preferenze di collegio e il doppio turno

Da anni si discute della necessita' di approvare una nuova Legge elettorale, necessita' ancor piu' urgente da quando la Corte Costituzionale ha bocciato il Porcellum.
L'obiettivo principale di qualsiasi legge elettorale e' che, una volta scrutinati i voti, ci sia un Governo per il Paese. Dal testo ora in esame emerge, finalmente, una risposta positiva e concreta, che consente di avere una maggioranza consolidata la sera dell'eventuale ballottaggio... (leggi tutto)


Includere il ricordo dello sterminio
di rom e sinti nella Giornata della Memoria

La Repubblica italiana con una legge decise a suo tempo che il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, doveva essere celebrato come "Giorno della Memoria".
Ho ritenuto opportuno sottoscrivere il ddl presentato dal collega Francesco Palermo per l'inclusione del porrajmos (lo sterminio di rom e sinti) in tale ricordo. Il testo e' lo stesso gia' presentato dal sen. Pietro Marcenaro nella scorsa legislatura.

Il testo del DDL


IMU Agricola: il governo ha varato il decreto

Risolta in modo definitivo e strutturale la vicenda Imu agricola. Varato in un consiglio dei ministri straordinario un decreto legge che rivede i contestati criteri altimetrici per il pagamento dei comuni montani introdotti con decreto interministeriale il 28 novembre scorso tornando ai 'vecchi' parametri Istat. Il decreto torna ad esentare quindi tutti i comuni montani e, nei comuni parzialmente montani, vengono esentati tutti i terreni di proprieta' o in affitto a imprenditori agricoli professionali e coltivatori diretti. Ampliato a 3456 (prima erano 1498) il numero dei comuni esenti e sono 655 i comuni parzialmente esenti. Per chi dovra' comunque pagare l'Imu agricola, non rientrando nei parametri di esenzione, il termine di pagamento e' stato posticipato al 10 febbraio. Dalla Coldiretti e' arrivato un attestato di stima al ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina per il lavoro svolto.

La notizia su IlSole24Ore.com


L'iter del decreto sulla non punibilita' per tenuita' del fatto

Ritengo utile fornire un aggiornamento riguardante l'iter dello Schema di decreto legislativo recante disposizioni in materia di non punibilita' per particolare tenuita' del fatto. L'esame e' in corso presso la Commissione Giustizia della Camera, che ha ricevuto le osservazioni scritte di ENPA e LAV. Nella seduta di martedi' 3 febbraio in Commissione verra' messa in votazione la proposta di parere presentata dal relatore.
Le condizioni poste al parere favorevole sul testo, oltre ad intervenire su altre importanti lacune, includono la necessaria modifica che avevamo segnalato: il meccanismo di non punibilita' per tenuita' del fatto non potra' riguardare i reati di maltrattamento di animali (pag. 19 del testo linkato).
L'attenzione va mantenuta alta perche', con l'approvazione della proposta di parere, si concretizzi un importante passo di questo sinergico lavoro di squadra.

Lettera aperta al presidente egiziano Abdel Fattah Al-Sisi

il 24 gennaio scorso Shaimaa El-Sabag, attivista del partito Alleanza Popolare Socialista, che stava manifestando insieme ad un gruppo di altri militanti del suo partito, e' stata uccisa. Voleva deporre una corona di fiori in piazza Tahrir in memoria delle centinaia di persone uccise nelle manifestazioni di quattro anni fa. la manifestazione, non autorizzata ma comunicata alla polizia, e' stata dispersa pare da uomini del ministero degli interni e da militari. Shaimaa El-Sabag, che manifestava chiedendo 'pane, liberta' e giustizia sociale', e' stata colpita alla testa da un proiettile (di gomma?) ed e' morta tra le braccia del marito, ripresa in diretta da un reporter che assisteva alla manifestazione.

Il 26 gennaio u.s. la rete Central and Eastern European Network for Gender Issues ha deciso di sottoscrivere questa lettera al presidente egiziano, firmata anche membri del Parlamento Italiano:

Signor Presidente,
con grande speranza l'abbiamo ascoltata dire, durante il Forum economico mondiale di Davos, che l'Egitto e' pienamente consapevole di doversi aprire al mondo per realizzare le proprie ambizioni. L'abbiamo sentita reiterare il ruolo della gioventu' egiziana nella costruzione del futuro dell'Egitto.
Oggi con grande dolore abbiamo assistito alla perdita di una giovane madre, una patriota egiziana. Shaima El-Sabbagh credeva nei valori della liberta' e dello stato laico. Credeva nelle azioni pacifiche a sostegno dei suoi convincimenti. Era parte delle due rivoluzioni. Certamente non era una terrorista.
Per amore di verita' e giustizia, per amore di un futuro prospero per l'egitto, le chiediamo di aprire un'inchiesta pubblica trasparente sulla sua morte.
La verita' deve essere conosciuta.


Emendamenti al Collegato ambientale

Si chiama "collegato ambientale" l'insieme delle disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali, contenute nel disegno di legge collegato alla manovra di finanza pubblica.
Ho presentato due emendamenti a questo ddl. Entrambi riguardano le emergenze alluvionali, ma in ambiti diversi: il primo interviene sul regime ordinario ed e', quindi, di competenza del Ministero dell'Ambiente; il secondo prevede attivita' connesse all'emergenza ed e' basato su quanto elaborato negli scorsi mesi con il contributo della protezione civile.

I due testi

Ho anche sottoscritto l'emendamento presentato dalla collega Laura Fasiolo per consentire una procedura semplificata per il riutilizzo e il recupero dei materiali quali rocce e terre di scavo al fine di sottrarli allo smaltimento in discarica per, invece, incentivarne il riuso come materia prima secondaria per l'industria ceramica, dei laterizi , per recuperi ambientali e per la formazione di rilevati e sottofondi stradali.

Il testo


Emendamento al testo del DDL sul traffico di organi

Il traffico di organi costituisce una violazione della dignita' umana e dei diritti fondamentali e rappresenta un gravissimo rischio per la salute pubblica.
Il prelievo di organi e' anche una delle forme di sfruttamento tipiche della tratta di esseri umani e della riduzione in schiavitu'.
Il Comitato Nazionale di Bioetica, in un parere del 2013 sulle lacune della nostra normativa nazionale in materia, ha identificato chiaramente le categorie di persone coinvolte in questo odioso fenomeno: i pazienti malati; le vittime a cui vengono prelevati gli organi, persone particolarmente vulnerabili, che vivono in condizioni di miseria, o minori; i chirurghi, i medici e gli ospedali, disposti a violare leggi e regole fondamentali dell'etica e della deontologia; i reclutatori e i trafficanti della criminalita' organizzata.
Negli ultimi anni si e' registrato un aumento a livello mondiale del traffico di organi e del turismo a scopo di trapianto, uno degli esempi piu' evidenti dello sfruttamento senza scrupoli delle disparita' economiche e sociali a livello globale. Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanita', un quinto degli reni trapiantati ogni anno proviene dal traffico di organi.
L'emendamento presentato all'articolo 1 e' stato predisposto per adattare queste modifiche a quelle gia' introdotte all'articolo 600 (riduzione in schiavitu') e 601 (tratta di persone) del codice penale, dal Decreto legislativo n. 24 del 2014, che recepisce la Direttiva della UE per la prevenzione e la repressione della tratta degli esseri umani, e quindi agli obblighi in capo all'Italia come Stato membro della UE.
Teniamo a mente, inoltre, che entro il 6 aprile 2016 la Commissione Europea presentera' una relazione sull'impatto delle misure di prevenzione della tratta di essere umani, in riferimento alla normativa nazionale che incrimina l'utilizzo di beni e servizi oggetto di sfruttamento legato alla tratta.
Il traffico di organi rientra in questa categoria.

Emendamento - Il testo del ddl


Consentiamo che EXPO Milano 2015
sponsorizzi l'ignoranza e il pregiudizio?

Ho sottoscritto un'interrogazione parlamentare presentata dal collega Sergio Lo Giudice e indirizzata al presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, al ministro dell'Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan e al ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina.
L'interrogazione parte dal fatto che sabato 17 gennaio 2015, presso l'Auditorium Testori di Milano, avra' luogo il convegno "Difendere la Famiglia per difendere la Comunita'" organizzato da Alleanza Cattolica, Fondazione Tempi, Nonni 2.0 e Obiettivo Chaire, un'associazione che sostiene le teorie riparative dall'omosessualita' "aiutando" attraverso interventi "psicoterapeutici" le persone gay e lesbiche a "superare il loro disagio", e che il materiale promozionale del convegno riporta il patrocinio della Regione Lombardia, il simbolo di Expo 2015 e il Presidente della Regione Roberto Maroni concludera' il convegno.
Essendo chiaro che gli argomenti affrontati da tale convegno non hanno alcuna pertinenza con il tema "Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita" scelto per Expo 2015, si chiede di sapere:
- se siano al corrente della sponsorizzazione del convegno da parte dell'Esposizione Universale e se la considerino opportuna;
- se legare il nome di Expo Milano 2015 a delle pratiche di "guarigione" dall'omosessualita' non leda il nome e il prestigio, anche sul piano internazionale, dell'evento dal momento che tali pratiche sono considerate antiscientifiche dalla comunita' internazionale in quanto basate su una concezione ideologica e su un mero pregiudizio;
- se non ritengano opportuno chiedere ad Expo di ritirare il patrocinio a tale convegno.

Il testo dell'interrogazione


Disincentivare le mutilazioni degli animali

Ho sottoscritto l'interrogazione parlamentare presentata dalla collega Monica Cirinna' e indirizzata al ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina nella quale si chiede di sapere:
- se puo' garantire che l'esposizione internazionale cinofila di Milano, alla quale partecipano circa 15.000-20.000 esemplari e dove sarebbero ammessi anche cani mutilati provenienti da tutto il mondo, si svolga nel pieno rispetto della normativa italiana;
- se ritenga di doversi attivare con la massima sollecitudine affinche' nel nostro Paese, come nel resto d'Europa, non venga consentita in futuro la partecipazione di animali mutilati alle manifestazioni che li vedono come protagonisti.

Il testo dell'interrogazione


La scelta di Francesco Comi e' un
concreto esempio di spirito di servizio

Dichiarando la sua indisponibilita' a ricoprire il ruolo di candidato alla Presidenza della Regione Marche, il Segretario regionale del PD Francesco Comi ha dimostrato concretamente l'alta qualita' del suo impegno di dirigente.
Infatti, al termine delle consultazioni della Direzione Regionale del PD, degli eletti al Parlamento e al Consiglio Regionale, dei Presidenti delle Province e della rappresentanza dell'ANCI, si era potuta constatare una importante sollecitazione al suo impegno diretto, accanto a una significativa convergenza sul nome della Senatrice Camilla Fabbri.
La scelta di Comi evidenzia il suo spirito di servizio, scongiura ogni strumentalizzazione, purtroppo sempre possibile, e lo conferma alla guida del comune lavoro per la ricerca di una soluzione unitaria.
Questa iniziativa acquista particolare valore visti i tentativi di utilizzare lo strumento delle primarie, sempre statutariamente valido, come mezzo per affermare particolarismi, rischiando di dare anche fiato al rientro in campo di protagonisti ormai superati dalla storia. Il principale impegno politico di tutti noi deve certo essere quello di rispondere alle esigenze reali dei cittadini e delle cittadine delle Marche. Solo cosi' si potra' recuperare la fiducia della gente ed evitare il ripetersi di quella disaffezione al voto cosi' eclatante nelle recenti elezioni regionali in Emilia Romagna.
Silvana Amati
Direzione Nazionale del Partito democratico

La lettera di Francesco Comi agli iscritti PD


Impegno del governo per le emergenze alluvionali

L'ordine del giorno approvato ieri alla Camera dei Deputati impegna il Governo a rifinanziare il Fondo per le Emergenze, in modo da garantire risorse per le immediate necessita', ma anche risorse dedicate alla fase 2, per le regioni che hanno gia' concluso la ricognizione dei fabbisogni.
Abbiamo portato avanti un lavoro quotidiano, attraverso riunioni con tecnici e colleghi, e individuato la copertura concreta per la fase 2. Il voto di fiducia chiesto sulla Legge di Stabilita' al Senato ci ha impedito di veder approvato il nostro emendamento, sottoscritto da oltre 80 senatori, tuttavia il Governo potra' comunque utilizzare le risorse da noi individuate e indicate per rifinanziare il Fondo.
Vigileremo perche' si dia seguito all'impegno assunto con l'approvazione dell'Odg presentato dall'on. Emanuele Lodolini, con cui abbiamo lavorato in sinergia, e il Governo dedichi risorse anche alla fase 2, non lasciando famiglie, imprese ed enti locali soli di fronte alle conseguenze delle calamita'.

Il testo dell'ordine del giorno approvato


Un ticket per le prossime elezioni regionali nelle Marche

Noi parlamentari delle Marche, Silvana Amati, Luciano Agostini, Emanuele Lodolini, Marco Marchetti, esprimiamo piena soddisfazione per la conferma dell'Election Day, il prossimo 17 maggio, giorno nel quale potremo votare contemporaneamente per le amministrazioni locali e il Consiglio Regionale.
L'appuntamento e' di grande rilevanza. Siamo convinti che la nuova stagione portera', anche nella nostra Regione, il segno del rinnovamento e della buona politica. Per questo il Partito Democratico puo' utilizzare le sue giovani forze migliori: la sen. Camilla Fabbri, capolista al Senato nelle elezioni politiche del 2013 e l'avv. Francesco Comi, segretario regionale del PD.

Il testo integrale del documento


E' legge il provvedimento che elimina i limiti di altezza
per Forze Armate, Polizia e Vigili del fuoco

Il provvedimento, di cui sono prima firmataria, che modifica le disposizioni in materia di parametri fisici per l'ammissione ai concorsi per il reclutamento nelle Forze armate, nelle Forze di polizia e nel Corpo nazionale dei Vigili del fuoco, dopo una battaglia durata mesi, ha concluso oggi l'iter con l'approvazione in Aula alla Camera.
E' una grandissima soddisfazione poterlo finalmente dire alle centinaia di ragazzi e ragazze che ci scrivono quotidianamente, che subivano una discriminazione ingiustificata, basata su un parametro anacronistico.
Il criterio selettivo dell'altezza minima per accedere ai concorsi verra' quindi sostituito con un diverso parametro, volto a considerare la piu' generale idoneita' fisica dei candidati per lo svolgimento del servizio. Una necessaria evoluzione normativa che non pregiudica le attuali esigenze operative e funzionali di Forze Armate efficienti e moderne, chiamate ormai a reclutare professionalita' diversificate, e rimuove un ostacolo che penalizza moltissimi ragazzi e ragazze per presunti e superati motivi di ordine tecnico.

Il testo della legge


Fare chiarezza sul caso sollevato da Striscia la Notizia

I maltrattamenti sugli animali sono atti di odiosa crudelta' e reati sanzionati dal codice penale. Se gli autori sono medici veterinari, tali intollerabili abusi violano anche il codice deontologico dell'ordine e danneggiano la categoria professionale. In base a queste valutazioni ho presentato un interrogazione ai ministri della Giustizia Andrea Orlando e della Salute Beatrice Lorenzin, sottoscritta anche dalle colleghe Daniela Valentini e Manuela Granaiola, in merito al caso del veterinario di Milano che un servizio di Striscia la Notizia del 13 ottobre, descrive come addestratore di cani da combattimento e ne documenta la presenza a uno scontro fra tre cuccioli e un cinghiale. Tali atti sono particolarmente gravi quando commessi da soggetti a cui e' affidata la cura della salute e del benessere degli animali e per questo ho anche inviato una lettera alla presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari di Milano, come hanno fatto anche molti altri enti e associazioni, per sollecitare la tempestiva apertura di un procedimento disciplinare che faccia chiarezza sulle responsabilita' in questa vicenda. Aggiungo che, in attesa dell'esame della Commissione Giustizia, c'e' un mio disegno di legge su questo tema (S. 1358), presentato da 6 mesi.

Il testo dell'interrogazione

Il testo del ddl 1358


La non punibilita' per tenuita' non si
applichera' al maltrattamento di animali

E' con enorme soddisfazione che apprendo che il Ministro della Giustizia Andrea Orlando ha dato seguito a quanto esposto nella nostra lettera del 18 dicembre scorso: il meccanismo di non punibilita' per tenuita' del fatto non potra' riguardare i reati di maltrattamento di animali, date le loro particolari caratteristiche.
Nella lettera, inviata da me e dalla collega Cirinna', segnalavamo al Ministro che, in caso di vittime animali, il meccanismo avrebbe creato le condizioni per un sistematico sbilanciamento del giudizio in favore dell'indagato, dato che lo schema di decreto prevede che il Pm senta indagato e parte lesa prima di proporre l'archiviazione.
E' del tutto evidente, infatti, che gli animali non avrebbero potuto in alcun modo contestare la ritenuta tenuita' del fatto.

La notizia nei siti di: Repubblica - Secolo XIX - La Stampa - Il Post - Corriere

Il testo della lettera


Una scimmia folgorata, soccorsa
e salvata da un'altra scimmia

Il fatto e' accaduto nella stazione ferroviaria di Kanpour, nel nord dell'India, dove una scimmia e' caduta priva di sensi dopo una scossa elettrica subita mentre camminava sui cavi dell'alta tensione.
La registrazione video del suo salvataggio e' stata fatta da viaggiatori in attesa del treno, che hanno poi applaudito l' animale protagonista di questo stupefacente soccorso tra esemplari della stessa specie. Qualcuno puo' ancora dubitare che non siano esseri "senzienti"?

Il video


Audizione al Senato della delegazione
della Resistenza Iraniana

Giovedi' il 18 dicembre in Senato ho partecipato all'audizione della delegazione della Resistenza iraniana, guidata dalla signora Dowlat Nouruzi. La Rappresentante del CNRI in UK ha ricordato di come il regime teocratico iraniano ha instaurato una terribile dittatura che con la sua misoginia reprime le donne iraniane. Struan Stevenson, presidente della "European Iraqi Freedom Association (EIFA)" ha ringraziato il Senato della Repubblica per avergli dato l'occasione di poter parlare sulla situazione del Medio Oriente.
E' stato anche letto il messaggio di Maryam Rajavi, presidente eletta del Consiglio Nazionale della Resistenza Iraniana (CNRI) dove ricorda, tra l'altro, che " ... oggi la violazione dei diritti umani e' lo strumento principale attraverso cui il regime teocratico iraniano mette in crisi tutta la Regione e il mondo intero. Dopo 18 mesi dall'insediamento di Rouhani si e' palesato l'inganno del moderatismo ed oggi e' chiaro a tutti che l'oppressione in Iran e' aumentata. In questo periodo in Iran ci sono state almeno 1200 impiccagioni e centinaia i casi di sfregio con l'acido ai volti delle donne. . . L'Iran sente il pericolo della esplosione del malcontento generale della popolazione iraniana e la perpetua violazione dei diritti umani e' la guerra del regime contro la sua popolazione. . . I governi occidentali purtroppo tacciono o peggio per i profitti economici e per strappare la firma sull'accordo sul nucleare chiudono gli occhi su questa mole di crimini."

Un emendamento per rifinanziare il Fondo emergenze per il maltempo Individuata anche la copertura finanziaria per i fondi destinati alla fase 2

Dobbiamo dimostrare ai cittadini, alle imprese e agli enti locali in difficolta' che le ricognizioni dei fabbisogni necessari per far fronte ai danni delle alluvioni non sono state inutili. Per questo il 26 novembre ho convocato un incontro in Senato con colleghi di diversi gruppi e dirigenti della Protezione civile, per definire il testo dell'emendamento che presenteremo alla legge di stabilita' perche' si prevedano stanziamenti per il Fondo per le emergenze nazionali destinati alla fase 2.
Confermo con soddisfazione che siamo riusciti ad individuare la copertura per un finanziamento di 175 milioni di euro. L'emendamento ha un sostegno trasversale e sara' firmato da tanti colleghi di Pd, Fi, Pi, Ncd, Gal e M5S, delle tredici regioni colpite da eventi alluvionali.
Ora ci auguriamo che il Governo esprima un parere positivo o che decida comunque di condividerlo facendone proprio il contenuto. Le famiglie e le imprese non devono rimanere sole di fronte alle conseguenze di queste calamita'.
Foto: 1 - 2 - 3 - 4

Si approvino subito le leggi sull'amianto

Fa bene il segretario provinciale Marco Pettinari ad esprimere, a nome dei Giovani Democratici, solidarieta' alle vittime dell'amianto e alle loro famiglie e frustrazione profonda per l'annullamento per prescrizione della sentenza di condanna del Maxiprocesso Eternit.
E' difficile accettare che, dopo anni, non ci siano colpevoli ne' risarcimenti, morali ancor prima che economici. Appena eletta in Senato, nel 2006, il mio primo atto ufficiale e' stato sottoscrivere il disegno di legge del collega Felice Casson per la tutela dei lavoratori e dei cittadini ex esposti all'amianto. Come ho spesso avuto modo di ricordare, ho sempre ritenuto un dovere morale verso la mia citta' impegnarmi su questo tema drammatico.

Emendamento al testo del DDL sul traffico di organi

Il traffico di organi costituisce una violazione della dignita' umana e dei diritti fondamentali e rappresenta un gravissimo rischio per la salute pubblica.
Il prelievo di organi e' anche una delle forme di sfruttamento tipiche della tratta di esseri umani e della riduzione in schiavitu'.
Il Comitato Nazionale di Bioetica, in un parere del 2013 sulle lacune della nostra normativa nazionale in materia, ha identificato chiaramente le categorie di persone coinvolte in questo odioso fenomeno: i pazienti malati; le vittime a cui vengono prelevati gli organi, persone particolarmente vulnerabili, che vivono in condizioni di miseria, o minori; i chirurghi, i medici e gli ospedali, disposti a violare leggi e regole fondamentali dell'etica e della deontologia; i reclutatori e i trafficanti della criminalita' organizzata.
Negli ultimi anni si e' registrato un aumento a livello mondiale del traffico di organi e del turismo a scopo di trapianto, uno degli esempi piu' evidenti dello sfruttamento senza scrupoli delle disparita' economiche e sociali a livello globale. Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanita', un quinto degli reni trapiantati ogni anno proviene dal traffico di organi.
L'emendamento presentato all'articolo 1 e' stato predisposto per adattare queste modifiche a quelle gia' introdotte all'articolo 600 (riduzione in schiavitu') e 601 (tratta di persone) del codice penale, dal Decreto legislativo n. 24 del 2014, che recepisce la Direttiva della UE per la prevenzione e la repressione della tratta degli esseri umani, e quindi agli obblighi in capo all'Italia come Stato membro della UE.
Teniamo a mente, inoltre, che entro il 6 aprile 2016 la Commissione Europea presentera' una relazione sull'impatto delle misure di prevenzione della tratta di essere umani, in riferimento alla normativa nazionale che incrimina l'utilizzo di beni e servizi oggetto di sfruttamento legato alla tratta.
Il traffico di organi rientra in questa categoria.

Emendamento - Il testo del ddl


Un regolamento per la tracciabilita' dei minerali

Il marzo scorso la Commissione europea ha trasmesso agli Stati membri la Proposta di Regolamento che istituisce un sistema europeo di autocertificazione dell'esercizio del dovere di diligenza nella catena di approvvigionamento per gli importatori responsabili di stagno, tungsteno, tantalio, dei loro minerali e di oro, originari di zone di conflitto e ad alto rischio. L'Atto e' stato annunciato in Senato il 3 aprile 2014, ma nessuna Commissione ne ha ancora richiesto l'assegnazione.
A settembre in molti abbiamo partecipato con interesse ad un incontro informale organizzato dalla Commissione Diritti Umani con John Mpaliza, promotore della marcia Reggio-Reggio per promuovere la pace nel Congo, durante il quale abbiamo affrontato il problema dello sfruttamento delle risorse minerali in zone di conflitto da parte di gruppi armati, che con i proventi finanziano le proprie attivita'.
Data la rilevanza del tema trattato, in collaborazione con la sen. Elena Fissore e la sen. Daniela Valentini abbiamo ritenuto importante chiedere al collega Vannino Chiti, presidente della 14a Commissione permanente (Politiche dell'Unione europea), di fare assegnare tale atto a questa Commissione.
Abbiamo ritenuto altrettanto importante, sulla base della documentazione prodotta da numerose organizzazioni della societa' civile, chiedere al presidente Chiti di prevedere delle audizioni nel corso dell'esame dell'atto in oggetto, in modo da approfondire alcuni temi emersi nel dibattito in sede UE, come l'opportunita' di adottare misure che rafforzino lo strumento su base volontaria proposto e di estendere il campo di applicazione, ora limitato agli importatori, in modo da includere le imprese che commercializzano prodotti finiti contenenti interessati dalla Proposta di Regolamento.

Giovedi' 20 Novembre 2014 - Senato della Repubblica
Conferenza stampa di presentazione della

Coniazione ufficiale di EXPO Milano 2015
Genesi, realizzazione, salvaguardia
di un progetto universale


Le donne iraniane: avanguardia nella
lotta contro il fondamentalismo

Mercoledi' 19 novembre in Sala Caduti di Nassiriya in Senato ho partecipato alla conferenza dal titolo "Le donne iraniane: avanguardia nella lotta contro il fondamentalismo". Farideh Karimi, presidente della Commissione dei diritti umani della Resistenza iraniana ha parlato della 61a condanna del regime iraniano alla III Comitato dell'Assemblea generale dell'ONU e ha detto che durante la presidenza di Hassan Rouhani la situazione dei diritti umani in Iran, secondo le relazione di Ahmad Shaheed, relatore speciale dell'ONU per l'Iran, e' molto peggiorata.
L'on. Elisabetta Zamparutti, tesoriere dell'associazione Nessun Tocchi Caino e moderatrice della conferenza, ha ricordato che mentre le donne in Iran sono vittime di gravissime discriminazioni, nella Resistenza Iraniana la leadership e' nelle mani delle donne che da anni guidano la lotta contro il regime teocratico in Iran e contro il fondamentalismo. E' stato ricordato che Maryam Rajavi, una donna musulmana, conduce, con la sua organizzazione, una battaglia per battere il regime dittatoriale al potere in Iran. Allego il testo del mio intervento alla conferenza.

Il testo dell'intervento


Martedi' 18 Novembre 2014 - Senato della Repubblica
presentazione del libro

2 Km di Futuro
L'impresa di seminare bellezza

di Maria Ludovica e Riccardo Varvelli
con la collaborazione di Maria Paola Palermi


Un importante e meritato riconoscimento
ai nostri Vigili del Fuoco

Martedi' 18 novembre alle 17.00 ho partecipato alla presentazione del libro di Luca Cari dal titolo Mai piu' Concordia. La storia dei piani rovesciati raccontata da chi e' entrato nel ventre maledetto. Uno straordinario documento sull'opera di salvataggio e di recupero delle vittime del naufragio della Costa Concordia, condotta dai nostri Vigili del fuoco, in prevalenza sommozzatori. L'iniziativa e' stata organizzata dalla collega Daniela Valentini e ha visto la partecipazione di molti Vigili del fuoco protagonisti di quelle tragiche giornate nell'isola del Giglio.

Audiovideo integrale dell'evento - Fotografie


Soddisfazione per l'operazione della Procura di Urbino
contro i combattimenti fra animali

Apprendo con soddisfazione la notizia dell'operazione coordinata dalla Procura di Urbino e condotta dai nuclei investigativi della Forestale di Pesaro Urbino, Perugia, Milano, Lecco e Pavia, che ha portato all'identificazione e alla denuncia di 7 allevatori e proprietari di cani di razza dogo argentino, addestrati al combattimento contro cinghiali. Ho recentemente presentato un'interrogazione parlamentare ai Ministri Andrea Orlando e Beatrice Lorenzin sul caso del veterinario di Milano che avrebbe addestrato cani di razza dogo al combattimento, documentato dal giornalista Edoardo Stoppa. Come segnalano da anni le associazioni animaliste, l'operazione conclusa oggi dimostra che queste pratiche inaccettabili e barbare sono ancora diffuse. E' necessario adottare misure urgenti di contrasto, introducendo aggravanti nei casi in cui i responsabili di tali atti sono soggetti a cui e' affidata la cura degli animali, come e' il caso dei veterinari e degli allevatori, e sanzioni anche per chi partecipa come spettatore a questi atti di odiosa crudelta'.

Il video su Repubblica.tv

La notizia su ANSA Marche


Disposizioni in materia di incentivi
alla rottamazione per autocaravan
Giovedi' 13 Novembre 2014
Senato della Repubblica
Sala dell'Istituto di Santa Maria in Aquiro

Presentazione del disegno di legge n. 1617 "Disposizioni in materia di incentivi alla rottamazione per autocaravan" presentato dalla sen. Daniela Valentini e sottoscritto dai colleghi Donatella Albano, Silvana Amati, Bruno Astorre, Claudio Moscardelli.
Introduzione di Fabrizio Cola. Interventi di Jan de Haas, Presidente Associazione Produttori Caravan e Camper, Riccardo Nencini, Vice Ministro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Francesca Tonini, Direttore Generale Associazione Produttori Caravan e Camper.
Conclusioni di Daniela Valentini.


Contro la barbarie della spiumatura dei volatili vivi

La spiumatura di volatili vivi causa gravi sofferenze, dolore e lacerazioni agli animali ed e' vietata in Italia. Apprendiamo con orrore, dall'inchiesta trasmessa dalla trasmissione Report domenica scorsa, che questa tecnica inaccettabile e' utilizzata da allevatori in altri paesi dell'Unione Europea, che rifornirebbero noti marchi della moda italiana. Ho presentato su questo tema un'interrogazione al ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi, sottoscritta anche dalle colleghe del Pd Monica Cirinna', Manuela Granaiola, Donatella Mattesini e Daniela Valentini.
L'indifferenza delle imprese verso cio' che accade lungo la propria filiera produttiva favorisce queste e altre pratiche illegali e barbare oltre ad arrecare un grave danno a tutte le imprese italiane del settore. Le aziende hanno un controllo diretto sulle loro filiere e sono in grado di influenzare le condizioni di vita di decine di migliaia e, nel caso di grandi aziende, milioni di animali. Molte hanno gia' adottato standard rigorosi e per questo chiediamo al ministro di adottare misure urgenti per garantire la tracciabilita' della filiera, a tutela del benessere animale.

Il testo dell'interrogazione

La notizia su viveresenigallia.it

Il comunicato di Silvana Amati nel sito di Report


Marche: l'impresa del cambiamento
Ancona - 7 novembre 2014 - Giornata seminariale organizzata dal PD delle Marche.
Un confronto sui punti programmatici indicati dalla direzione regionale del partito, per definire i contenuti da dare al programma elettorale del PD delle Marche per le prossime elezioni regionali.


L'impatto umanitario delle armi nucleari
Martedi' 4 novembre 2014 - Aula del Senato - Sono intervenuta per sollecitare una discussione sulla mozione da me presentata insieme ad altri colleghi e in collaborazione con la "Rete italiana per il disarmo" e "Beati i costruttori di pace", a luglio 2014 sul disarmo nucleare. Tale discussione potra' servire a definire una chiara posizione che il Governo Italiano dovra' sostenere l'8 e il 9 dicembre 2014 a Vienna, nella Terza conferenza mondiale sul tema de "L'impatto umanitario delle armi nucleari".

Il testo della mozione


TG Marche - Indice di produttivita' parlamentare
3 novembre 2014 - Il TG RAI della regione Marche ha comunicato i dati relativi all'indice di produttivita' parlamentare relativo ai senatori e ai deputati marchigiani per il periodo marzo 2013 e ottobre 2014.
I dati sono ricavati dal sito OpenPolis.it, un'associazione indipendente dal 2006, economicamente autonoma e partecipata da migliaia di persone.
Nel sito e' possibile trovare informazioni relative a tutte le regioni.


Rifinanziare il fondo emergenze nazionali

Sono prima firmataria di una lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi, sottoscritta da oltre cento colleghi al Senato e alla Camera, con la richiesta di rifinanziare il Fondo emergenze nazionali.
La riattivazione del Fondo per le emergenze, un tempo azzerato, ha fornito le risorse per fronteggiare le piu' immediate difficolta' create dagli ingenti danni delle alluvioni. Ora, pero', dobbiamo essere in grado di dimostrare ai tanti cittadini, alle imprese e agli enti locali in difficolta' che le ricognizioni dei fabbisogni necessari per far fronte ai danni non sono state inutili.
Perche' le famiglie e le imprese non rimangano sole di fronte alle conseguenze di queste calamita' e' indispensabile prevedere il rifinanziamento del Fondo e l'incremento degli stanziamenti. Per questo chiediamo al presidente Renzi e al Governo che il problema venga affrontato in occasione della legge di Stabilita', perche' si possa rispondere, ancora una volta, alle esigenze concrete dei cittadini e del territorio.

Il testo della lettera al Presidente del Consiglio

L'iter degli interventi post alluvione
articolo di Silvana Amati su VivereSenigallia.it

Articolo di Silvana Amati su EuropaQuotidiano.it


Alla Camera con il CONDAV

Giovedi' 6 novembre 2014 ho partecipato, su invito del Coordinamento nazionale danneggiati da vaccino, un'organizzazione di volontariato riconosciuta Onlus, all'undicesima Giornata nazionale in Ricordo delle Persone decedute o rese disabili dai vaccini, che si e' tenuta nella Sala delle Colonne della Camera dei Deputati. E' un tema drammatico e delicato sul quale il 14 ottobre, organizzai in Senato la conferenza stampa di presentazione dell'interrogazione parlamentare sulle Modalita' di somministrazione delle vaccinazioni militari.

Fotografie dell'evento


Rifinanziare il fondo emergenze nazionali

Sono prima firmataria di una lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi, sottoscritta da oltre cento colleghi al Senato e alla Camera, con la richiesta di rifinanziare il Fondo emergenze nazionali.
La riattivazione del Fondo per le emergenze, un tempo azzerato, ha fornito le risorse per fronteggiare le piu' immediate difficolta' create dagli ingenti danni delle alluvioni. Ora, pero', dobbiamo essere in grado di dimostrare ai tanti cittadini, alle imprese e agli enti locali in difficolta' che le ricognizioni dei fabbisogni necessari per far fronte ai danni non sono state inutili.
Perche' le famiglie e le imprese non rimangano sole di fronte alle conseguenze di queste calamita' e' indispensabile prevedere il rifinanziamento del Fondo e l'incremento degli stanziamenti. Per questo chiediamo al presidente Renzi e al Governo che il problema venga affrontato in occasione della legge di Stabilita', perche' si possa rispondere, ancora una volta, alle esigenze concrete dei cittadini e del territorio.

Il testo della lettera al Presidente del Consiglio

L'iter degli interventi post alluvione
articolo di Silvana Amati su VivereSenigallia.it

Articolo di Silvana Amati su EuropaQuotidiano.it


Incontro con Daniel Pascual Hernandez

Giovedi' 30 ottobre ho partecipato, in Commissione Diritti Umani del Senato, all'incontro con Daniel Pascual Hernandez, coordinatore generale del Comitato di Unita' Contadina (CUC) del Guatemala.
Daniel Pascual e' stato in questi ultimi tempi piu' volte minacciato di morte per la sua lotta in appoggio ai contadini. Il Presidente della Commissione Diritti Umani, sen. Luigi Manconi, ha inviato una lettera al Presidente del Congresso del Guatemala, per denunciare le continue minacce di morte nei confronti di Daniel Pascual, di monsignor Alvaro Ramazzini, vescovo di Huehuetenango e di Alberto Brunori, rappresentante dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite.

Il sito del C.U.C.


Dolore e rabbia per l'uccisione di Reyhaneh Jabbari

Insieme a molte altre parlamentari, il 29 ottobre 2014 ho sottoscritto la lettera che, su iniziativa della collega Sandra Zampa, e' stata inviata all'Ambasciatore Iraniano in Italia.

Il testo della lettera


Incontro con gli alluvionati di Borgo Bicchia
Sabato 25 ottobre ho partecipato nella sede del circolo Arci di Borgo Bicchia, un'area che si trova nel comune di Senigallia, ad un incontro con le persone che hanno subito gravi danni nell'alluvione del maggio scorso. A questo incontro ne seguira', nella stessa sede, un altro martedi' 28 con Enzo Giancarli, Presidente IV Commissione Ambiente Regione Marche e il dott. Marcello Principi, Autorita' di Bacino Regione Marche. Ho avuto modo di informare il comitato locale del lavoro nazionale che stiamo facendo per reperire fondi e far si' che la fase due dell'emergenza possa trovare finanziamenti. Giovedi' 30 ottobre partira' una lettera, che stanno firmando senatori e deputati di tutti i partiti, per chedere al presidente del Consiglio Matteo Renzi un adeguato rifinanziamento, nella legge di Stabilita', del fondo emergenze per le Regioni che hanno subito alluvioni anche recentemente.
Per Senigallia in particolare c'e' la necessita' di una cabina di regia locale che dia l'avvio ai lavori gia' finanziati, come le vasche d'espansione del Misa e altro. E' necessario inoltre un esame approfondito della situazione che supporti adeguatamente la richiesta di emergenza ambientale gia' avanzata dalla Regione al Capo dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli. Se tale emergenza fosse riconosciuta, potremmo proporre emendamenti che consentano l'escavo del fiume. A tale scopo sto lavorando insieme al collega Piergiorgio Carrescia della Camera dei Deputati.


Abolizione dei limiti d'altezza: licenziato il DDL dalle commissioni, ora al piu' presto in aula della Camera
Martedi' 21 ottobre le Commissioni riunite Affari Costituzionali e Difesa della Camera hanno licenziato il ddl da me presentato per l'abolizione dei limiti di altezza per i concorsi per reclutamento nelle Forze Armate, in Polizia e nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Nel resoconto della seduta si conferma la contrarieta' delle Forze Armate in merito al provvedimento, ma soprattutto la sollecitazione da parte di tutti i Gruppi a procedere in tempi brevissimi all'iscrizione e alla discussione in Aula. Il provvedimento deve essere iscritto nel calendario dei lavori dell'Assemblea in tempi rapidi, perche' non ha oneri e non interferisce col percorso della legge di stabilita'. Il sottosegretario Domenico ROSSI sollecitera' la Presidenza del Consiglio dei ministri affinche' acquisisca le valutazioni di tutti i dicasteri interessati e faccia pervenire la risposta del Governo nel piu' breve tempo possibile.
Vigileremo affinche' tutto cio' si realizzi e che finalmente si riesca a eliminare questo inutile ostacolo alle aspirazioni di tanti ragazzi e ragazze. Qualche settimana fa il sito del Corriere della sera riportava la notizia di una ragazza costretta ad ingaggiare una battaglia legale sul filo dei millimetri per entrare nella Guardia di Finanza.


Fare chiarezza sul caso sollevato da Striscia la Notizia

I maltrattamenti sugli animali sono atti di odiosa crudelta' e reati sanzionati dal codice penale. Se gli autori sono medici veterinari, tali intollerabili abusi violano anche il codice deontologico dell'ordine e danneggiano la categoria professionale. In base a queste valutazioni ho presentato un interrogazione ai ministri della Giustizia Andrea Orlando e della Salute Beatrice Lorenzin, sottoscritta anche dalle colleghe Daniela Valentini e Manuela Granaiola, in merito al caso del veterinario di Milano che un servizio di Striscia la Notizia del 13 ottobre, descrive come addestratore di cani da combattimento e ne documenta la presenza a uno scontro fra tre cuccioli e un cinghiale. Tali atti sono particolarmente gravi quando commessi da soggetti a cui e' affidata la cura della salute e del benessere degli animali e per questo ho anche inviato una lettera alla presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari di Milano, come hanno fatto anche molti altri enti e associazioni, per sollecitare la tempestiva apertura di un procedimento disciplinare che faccia chiarezza sulle responsabilita' in questa vicenda. Aggiungo che, in attesa dell'esame della Commissione Giustizia, c'e' un mio disegno di legge su questo tema (S. 1358), presentato da 6 mesi.

Il testo dell'interrogazione

Il testo del ddl 1358


In cammino per la pace e la fraternita'

Domenica 19 ottobre, cosi' come ho fatto negli anni precedenti, sono andata alla marcia per la Pace organizzata dal Comitato Promotore Marcia Perugia-Assisi.
Quest'anno la marcia e' coincisa con l'anniversario dei 100 anni dalla Prima guerra mondiale che causo' 10 milioni di morti e 20 milioni di feriti, mutilati e invalidi. Gli organizzatori della marcia hanno voluto ricordare a tutti le parole di Papa Francesco che, riferendosi ai continui e diffusi conflitti armati nel mondo e alle migliaia di morti che causano ogni volta, ha parlato di Terza Guerra Mondiale. Di fronte a questi scenari angoscianti, dicono gli organizzatori, abbiamo il dovere di insorgere e fare i conti con le nostre responsabilita'.

CGIL Marche: incontro con i parlamentari marchigiani

Venerdi' 17 ottobre sono stata invitata, insieme ai colleghi parlamentari marchigiani, ad un incontro nella sede della CGIL Marche ad Ancona. La CGIL e' fortemente impegnata in questi giorni nella discussione sul Disegno di legge delega sul mercato del lavoro e sta promuovendo numerose iniziative per far conoscere e sostenere le sue proposte, elaborate con l'obiettivo di contrastare la crisi, creare lavoro, estendere i diritti e contrastare la precarieta'. Queste sfide coinvolgono direttamente la nostra regione, fra le piu' colpite dalla crisi e da fenomeni di precarizzazione del lavoro.
Nell'incontro ci e' stata rappresentata la preoccupazione che il Job Acts riduca i diritti e non sia sufficiente a contrastare il lavoro precario. E' necessario che il "contratto unico a tutele crescenti" sia chiaramente sostitutivo di altri contratti che generano precarieta', come cocopro, cococo, contratti a termine senza causali, lavoro a chiamata, associazione in partecipazione, vaucher, finte partite iva. Ai parlamentari e' stato chiesto quindi di correggere gli atti in discussione in Parlamento, ascoltando la voce che viene da una parte importante e vasta del mondo del lavoro, che sara' protagonista della manifestazione del 25 ottobre.


#PassoDopoPasso #RottaMarche

Sabato 18 ottobre ho partecipato, presso la sede della Confartigianato di Ancona, all'iniziativa organizzata dal PD Marche dal titolo:

Insieme verso il futuro.

Oltre a Debora Serracchiani, vicesegretario nazionale del PD, erano presenti all'incontro David Sassoli, vicepresidente del Parlamento Europeo, Francesca Puglisi della segreteria nazionale del PD, Francesco Comi, segretario regionale del PD.


CISL: aumentare l'occupazione, ridurre la precarieta', ampliare le tutele

Sabato 18 ottobre ho partecipato ad Ancona alla giornata di mobilitazione nazionale per il Lavoro organizzata dalla CISL. Lavoratori, disoccupati, cassaintegrati, pensionati, provenienti da tutta la regione si sono dati appuntamento a Piazza Cavour e hanno raggiungiunto Piazza del Papa.
Nella piazza allestita per favorire un dialogo con parlamentari marchigiani ed esponenti del mondo delle imprese, i dirigenti CISL hanno presentato le loro proposte. Tante le testimonianze dei lavoratori che operano in settori colpiti dalla crisi, precari, giovani disoccupati. Ad Ancona, come in tutta Italia, la CISL ha chiesto con forza al Governo di riprendere il dialogo col mondo del lavoro, per attivare tutte le energie che servono ad affrontare la recessione e promuovere sviluppo, lavoro ed equita' sociale.


I rischi geologici nella Regione Marche

Venerdi' 17 ottobre ho partecipato al convegno sui "Rischi geologici della Regione Marche e la direttiva ALLUVIONI dell'Unione Europea" che si e' tenuto alla Rotonda a Mare di Senigallia organizzato dal Comune e dalla Regione Marche.
Dai relatori stati affrontati i seguenti temi:
  • La dinamica fluviale e irischi di esondazione
  • Gestione del rischio alluvioni del distretto idrografico dell'Appennino centrale
  • I sistemi di prevenzione e allertamento
  • I Piani di Protezione civile dai rischi naturali


Al piu' presto in Senato il DDL sul Negazionismo

Sono passati settantuno anni dal 16 ottobre 1943, giorno del rastrellamento del ghetto ebraico di Roma e il ricordo di quell'orrore e' ancora vivo. In questi anni abbiamo cercato, qui al Senato, di dare il massimo della visibilita' a una vicenda cosi' aberrante perche' riteniamo che sia dovere delle istituzioni stare vicino alla comunita' ebraica romana rispettando la verita' che ci e' stata rivelata dalle tante testimonianze.
E' per questo che ho molto apprezzato la lettera che ieri il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha inviato al presidente della Comunita' Ebraica di Roma Riccardo Pacifici, nella quale sottolinea l'importanza di sostenere la battaglia nei confronti del negazionismo. Mi auguro che le sue parole abbattano le resistenze che ancora ci sono su questo tema e che il ddl sul Negazionismo, che e' stato licenziato dalla commissione Giustizia del Senato lo scorso luglio, possa essere calendarizzato e approvato al piu' presto dall'Aula del Senato.


Martedi' 14 ottobre 2014
Senato della Repubblica
sala Caduti di Nassirya
Conferenza stampa di presentazione dell'interrogazione parlamentare sulle

Modalita' di somministrazione
delle vaccinazioni militari


Aggiornare il nomenclatore tariffario per
la fornitura a disabili di protesi e ausili

Il Nomenclatore tariffario e' il documento del Ministero della salute che stabilisce la tipologia e le modalita' di fornitura di protesi e ausili a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Si tratta di dispositivi essenziali perche' le persone disabili possano raggiungere un livello di autonomia che permetta loro di vivere una vita di relazioni sociali e lavorative in maniera autosufficiente. Sono venti anni che il Nomenclatore non viene aggiornato e cio' lede i diritti fondamentali delle persone coinvolte.
I problemi del documento sono evidenti: le descrizioni degli ausili elencati risalgono al 1995 e sono obsolete, perche' nella maggior parte dei casi non corrispondono piu' ai prodotti realmente in commercio ne' ai loro prezzi. La struttura stessa del Nomenclatore e' inaccessibile sia per le persone disabili, sia per i medici che si trovano a dover prescrivere dispositivi sulla base di uno strumento indecifrabile.
Questo ingiustificato ritardo nell'aggiornamento, previsto gia' dal 1999, ostacola l'accesso ai Livelli Essenziali di Assistenza cui hanno diritto le persone disabili causando loro un danno inquantificabile, ma che si puo' immaginare. Un ritardo ancora piu' ingiusto e incomprensibile di fronte all'evidenza del fatto che una parte significativa del problema potrebbe essere risolta immediatamente, persino a costo zero, iniziando col rendere fruibile il documento modificandone la struttura.
Il 25 settembre, nel corso dell'audizione della dott.ssa Maria Teresa Agati, presidente del Centro Studi e Ricerca ausili tecnici per persone disabili di Confindustria, i membri della Commissione hanno potuto constatare che non stati fatti passi avanti per l'effettiva risoluzione del problema. La Commissione Diritti Umani aveva gia' ascoltato la dott.ssa Agati sul tema dell'aggiornamento del nomenclature tariffario il 23 giugno 2013.
A quell'audizione erano seguite una risoluzione della Commissione e l'audizione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin il 31 luglio 2013.
In Commissione continueremo a lavorare perche' si giunga rapidamente ad una riforma ormai improrogabile.

Il resoconto dell'ultima audizione




Programma



Programma



Programma


Mercoledi' 8 ottobre 2014 - ore 16.00
Palazzo Giustiniani - Sala Zuccari

presentazione del libro
di Gaetano Daniele, Antonio Di Florio, Tano Grasso
La Camorra e l'Antiracket


Incontro in Senato con la delegazione
dell'Unione Patriottica Curda

Mercoledi' 1o ottobre 2014 una delegazione dell'Unione Patriottica Curda (UPK), guidata dal segretario esecutivo Hikmat Muhamad Karim, e' stata ricevuta questa mattina al Senato dal vicepresidente del Gruppo Pd, Giorgio Tonini, dalle senatrici del Pd Daniela Valentini e Silvana Amati e dal senatore Luis Alberto Orellana, Gruppo Misto - Italia lavori in corso.
Durante l'incontro l'attenzione e' stata focalizzata sulla situazione politica in Kurdistan e sugli sviluppi dopo la creazione dell'Isis e l'escalation violenze in Iraq e Siria.
Tonini ha espresso la solidarieta' dei senatori democratici nei riguardi del popolo curdo, oggetto di violazioni dei diritti umani e minacciato da un vero e proprio genocidio, ed ha confermato l'impegno italiano sia sul versante umanitario che su quello militare.
Fotografie: 1 - 2 - 3


Programma


Approvato l'Odg per l'incremento del Fondo per lo Sminamento Umanitario

L'Odg di cui sono prima firmataria, presentato con i colleghi Vito Vattuone, Carlo Pegorer e Daniela Valentini, impegna il Governo a incrementare in maniera stabile e continuativa la dotazione del Fondo per lo Sminamento Umanitario, per adeguarla alle necessita' operative, e a coordinarne la gestione in modo da bilanciare gli interventi d'emergenza con il finanziamento di progetti programmati sulla base delle finalita' stabilite dall'articolo 1 della Legge 58/2001 e dalle Convenzioni contro le mine anti-persona e le munizioni a grappolo.
Dal 2001 il Fondo finanzia programmi integrati collegati allo sminamento umanitario, che vanno dalla bonifica delle mine anti-persona e delle bombe a grappolo, all'assistenza, riabilitazione e reintegrazione socio-economica delle loro vittime. I rapporti di monitoraggio provano che nelle zone degli interventi programmati le vittime diminuiscono. La dotazione annuale del Fondo e' stata fin da subito altalenante, spesso ridotta bruscamente. Proliferano, pero', i conflitti. Per questo da anni mi batto, con il contributo degli amici della Campagna Anti-mine, perche' l'Italia mantenga e valorizzi gli impegni presi con la ratifica delle Convenzioni in materia.

Il testo dell'Ordine del Giorno


Sostegno al nostro OdG
Nel Jobs Act garanzie per
i giovani dicottenni fuori dalle "case famiglia"

"Chiediamo ai senatori di approvare oggi l'ordine del giorno presentato a Palazzo Madama da Silvana Amati e Daniela Valentini, all'interno della discussione sul Jobs Act, con il quale si impegna il governo a reperire le risorse necessarie per attuare un piano strategico a favore dell'inclusione lavorativa dei giovani 'fuori famiglia'", dichiara Liviana Marelli, responsabile Minori del Coordinamento Nazionale Comunita' di Accoglienza (CNCA). "Sono circa 3mila ogni anno i ragazzi che, usciti dai percorsi in comunita' o in affido, cresciuti dunque fuori dal loro nucleo familiare di origine o che non possono proprio contare sulla presenza di una famiglia, si ritrovano a fare i conti con una realta' molto dura, senza alcun sostegno. A questi dobbiamo aggiungere 1000-2000 giovani neomaggiorenni che restano in comunita' per mancanza di alternative. Riteniamo che situazioni come queste, che configurano uno 'svantaggio' reale e significativo, debbano essere affrontate dal legislatore e dalle politiche con interventi mirati e stanziamenti ad hoc. Per questo siamo al fianco delle associazioni come Agevolando che hanno promosso questa iniziativa."
Diritti Umani - Mediterraneo
al Centro Sociale Vallone

Venerdi' 19 settembre ho partecipato come membro della Commissione Straordinaria del Senato per la tutela e la promozione dei Diritti umani, all'iniziativa organizzata dal Partito democratico e dai Giovani Democratici per discutere sul tema "Diritti Umani - Mediterraneo".
All'iniziativa, che si e' svolta presso il Centro Sociale Vallone, ha partecipato anche Paolo Pignocchi, membro della direzione nazionale di Amnesty International.

Fotografie: 1 - 2 - 3


Roma, 23 settembre 2014
Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya

presentazione del libro
L'ARTE DI VIVERE

CONOSCERE, PREVENIRE E CURARE
LE MALATTIE NEURO-DEGENERATIVE

Registrazione audiovideo dell'evento


Un primo passo verso la riduzione dei tempi di detenzione nei CIE

Il 17 settembre abbiamo approvato in Senato l'art.3 comma E della Legge Europea (ddl 1533), accogliendo un emendamento a firma Manconi - Lo Giudice. L'emendamento prevede che il trattenimento di una persona all'interno di un CIE (Centro di Identificazione ed espulsione) non potra' superare i 90 giorni. L'intervento di Palazzo Madama modifica cosi' i tempi di detenzione, fino ad oggi di 18 mesi in base all'estensione voluta nel 2011 dall'allora governo Berlusconi e dall'ex ministro dell'Interno Maroni, che aveva triplicato il periodo di trattenimento (dal 2009 era di sei mesi). Un aumento dei tempi di detenzione che, come sottolinea il presidente della Commissione Diritti umani del Senato Luigi Manconi "non ha migliorato il tasso di espulsioni, e ha prodotto una maggiore tensione all'interno di tali centri: tra quanti vengono trattenuti, solo il 42% viene espulso". Spettera' ora alla Camera dei Deputati confermare la modifica.


Martedì ²9 luglio 2014 - Senato della Repubblica - Sala Caduti di Nassirya
Nel 69o anniversario dei bombardamenti su
Hiroshima e Nagasaki
Conferenza stampa di presentazione della mozione parlamentare
Per una politica di disarmo nucleare, verso la
Conferenza internazionale di Vienna 8 e 9 dicembre 2014


Un primo passo verso la riduzione dei tempi di detenzione nei CIE

Il 17 settembre abbiamo approvato in Senato l'art.3 comma E della Legge Europea (ddl 1533), accogliendo un emendamento a firma Manconi - Lo Giudice. L'emendamento prevede che il trattenimento di una persona all'interno di un CIE (Centro di Identificazione ed espulsione) non potra' superare i 90 giorni. L'intervento di Palazzo Madama modifica cosi' i tempi di detenzione, fino ad oggi di 18 mesi in base all'estensione voluta nel 2011 dall'allora governo Berlusconi e dall'ex ministro dell'Interno Maroni, che aveva triplicato il periodo di trattenimento (dal 2009 era di sei mesi). Un aumento dei tempi di detenzione che, come sottolinea il presidente della Commissione Diritti umani del Senato Luigi Manconi "non ha migliorato il tasso di espulsioni, e ha prodotto una maggiore tensione all'interno di tali centri: tra quanti vengono trattenuti, solo il 42% viene espulso". Spettera' ora alla Camera dei Deputati confermare la modifica.


Unire le forze per contrastare la pratica venatoria dei richiami vivi

Giovedi' 18 settembre, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati ho partecipato alla conferenza stampa organizzata dalla Lega per l'Abolizione della Caccia sul tema degli uccelli usati come richiamo vivo dai cacciatori.
E' stato fatto il punto sulla pratica dei richiami vivi, catturati negli impianti di uccellagione e ceduti ai cacciatori capannisti per fare da esca vivente agli uccelli migratori. E' una pratica proibita in Europa in quanto la rete, usata come strumento di cattura, non e' selettiva. Nel corso del mio intervento ho sostenuto che, pur essendo stato approvato in Senato l'ordine del giorno che impegna il Governo a riaprire la discussione sull'abolizione dell'utilizzo dei richiami vivi nell'ambito della legge europea 2013, e' fondamentale continuare a lavorare mettendo insieme tutte le forze, in maniera trasversale, nelle aule del Parlamento e fuori, perche' gli impegni stabiliti dall'ordine del giorno abbiano seguito. Non dimentico che sempre al Senato, primadell'estate, gli emendamenti sul tema al Decreto Competitivita', sono stati fortemente osteggiati dalla lobby dei cacciatori, che e' riuscita a far si' che fossero respinti dalla Commissione, nonostante il sostegno trasversale.
La gestione arbitraria, in molte regioni italiane, di questa pratica anacronistica e inaccettabile ha portato all'apertura di una procedura d'infrazione della cosiddetta Direttiva uccelli da parte della Commissione Europea.

E' lo Stato a dover tutelare gli orsi bruni presenti in Italia

Gli orsi bruni sono animali di interesse comunitario riconosciuti dalla Convenzione di Berna, dalla Convenzione di Washington e dalla Direttiva Habitat dell'Unione Europea. Il quadro normativo comunitario, europeo e nazionale impone dunque allo Stato Italiano la responsabilita' di assicurare la tutela degli orsi bruni presenti sul territorio nazionale, ed impegna le Regioni a mettere in atto le azioni di tutela, gestione e monitoraggio di questi animali.
Ora dalla denuncia e dall'indignazione per la morte dell'orsa Daniza si deve passare ai fatti. Per questo chiedo al ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti se dall'autopsia eseguita sull'orsa siano emerse responsabilita' in merito alle dosi somministrate di sonnifero e soprattutto in che modo si provvedera' alla gestione dei cuccioli rimasti orfani per evitarne da un lato la morte e dall'altro il distacco dall'ambiente naturale.

Con la caccia alle nutrie e la possibilita' di sparare agli animali sulla neve si e' persa una battaglia di civilta'

Venerdi' 25 luglio 2014 le commissioni Ambiente e Industria del Senato hanno approvato il decreto Competitivita' e purtroppo si e' persa l'ennesima occasione di vincere una battaglia di civilta' a sostegno di una politica ecologicamente utile. Non solo non e' stata accolta la proposta mia e di altri colleghi di cancellare l'uso dei richiami vivi e la caccia alle nutrie, ma sara' anche consentito sparare agli animali sulla neve e aumentare il numero delle cartucce in canna.

Continueremo a batterci perche' il Partito Democratico, a partire dai suoi massimi rappresentanti diventi finalmente consapevole della sfida sulla tutela degli animali e del rispetto della biodiversita' e dell'ecosistema. Non si puo' ancora restare indifferenti o distratti rispetto a segnali di attenzione che vengono dall'assoluta maggioranza degli italiani. Siamo molto a disagio nel dover affrontare il voto di fiducia sul decreto, che cosi' non potra' consentire nemmeno la riproposizione in aula degli emendamenti. Vorremmo pero' che questi temi siano posti all'attenzione degli organismi nazionali del Pd convinti che il buonsenso e l'attenzione al sentire comune potranno determinare finalmente un cambio di rotta atteso da tanti e da molto tempo, ormai ineludibile se si vuole davvero cambiare verso al Paese.
I senatori del gruppo PD:
Silvana Amati, Monica Cirinna', Erica D'Adda, Manuela Granaiola, Sergio Lo Giudice, Stefania Pezzopane, Laura Puppato, Annalisa Silvestro, Daniela Valentini
25 luglio 2014

Audiovideo dell'intervento in aula della sen. Cirinna'

Lettera al presidente del Consiglio Matteo Renzi


L'Unita' non deve chiudere,
l'Unita' non chiudera'

Appello dei senatori del Partito democratico perche' siano intraprese tutte le possibili azioni che permetteranno la ripresa delle pubblicazioni del quotidiano fondato da Antonio Gramsci.

il testo dell'appello pubblicato


I profili di dubbia costituzionalita'
della detenzione amministrativa presso i CIE

Il 30 luglio 2014 nella commissione straordinaria per la tutela e la protezione dei diritti umani, si e' svolta l'audizione del Prof. Andrea Pugiotto Ordinario di Diritto costituzionale nell'Universita' di Ferrara.



Audizione in Commissione
Diritti Umani del Senato
dell'Alleanza Italiana contro
la Fame e la Malnutrizione


Aboliamo l'uso dei richiami vivi per la caccia

Sta per arrivare al Senato la Legge Europea 2013-bis con le "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea". Tra i moltissimi emendamenti a questo provvedimento alla Camera ce ne è ³tato anche uno con il quale si chiedeva di abolire l'uso dei richiami vivi per la caccia. Purtroppo, l'emendamento è ³tato bocciato con l'apporto significativo dei deputati del PD che sono stati criticati pesantemente dal mondo animalista e non solo. Per evitare che anche al Senato si faccia lo stesso errore ho scritto una lettera a capogruppo dei Senatori PD Luigi Zanda, al vicesegretario del PD Lorenzo Guerini e al capogruppo PD alla Camera Roberto Speranza.

Presentato il DDL sull'acquisto di sistemi d'arma

Il 19 giugno 2014 ho presentato il DDL S. 1539 recante norme per la trasparenza, il controllo parlamentare vincolante, l'informazione e la verifica dei costi nel settore della difesa per l'acquisto di sistemi d'arma e per disciplinare la stipulazione di accordi sulle compensazioni. E' mia intenzione introdurre nuove norme in un comparto strategico, militare e industriale di grande importanza che ha bisogno di regolamentazione e di trasparenza informativa e finanziaria.


Lutto a Senigallia
per la scomparsa di
Giuseppe Amati

Un suo ricordo su
viveresenigallia.it


Per la morte dell'orsa qualcuno dovra' pagare

La notizia della morte dell'orsa Daniza fa venire i brividi. E' vergognoso lasciare morire un animale, che aveva due cuccioli in fase di svezzamento, solo perche' aveva ucciso alcune pecore.
Questo si chiama ciclo della vita e l'uomo ancora una volta l'ha interrotto macchiandosi di una responsabilita' enorme. Ora qualcuno dovra' pagare. A leggere le prime notizie non mi sembra che sia casuale la morte dell'orsa a causa dell'anestesia. Siamo in presenza di una vera e propria barbarie nei confronti di un animale che proteggeva la vita dei suoi cuccioli.
Mi auguro che la dinamica dell'operazione venga chiarita al piu' presto e che chi ha autorizzato questa operazione che si e' trasformata in un vero e proprio animalicidio si assuma subito le proprie responsabilita'.

Estratti dalla registrazione del servizio di TG La7

Interrogazione al ministro per l'Ambiente


Senigallia 5 settembre 2014

Ottimizzare le risorse dei sette corpi delle forze dell'ordine

Secondo appuntamento della campagna di sensibilizzazione promossa dal Sindacato Autonomo di Polizia

Il resoconto su senigallianotizie.it


"Io corro per la vita"

la terza edizione della manifestazione per la ricerca contro in cancro, organizzata dalla Fidapa a Senigallia venerdi' 5 settembre 2014

Fotografie


Fotografie


Salvare il prestigio della Costituzione

Venerdi' 8 agosto il Senato ha votato la prima lettura del testo di riforma costituzionale "Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del Titolo V della seconda parte della Costituzione".
Il percorso in Aula di questi ultimi 15 giorni e' stato assai arduo, per tempi e modalita' di discussione, arrivando a momenti reiterati di esasperata violenza verbale e non solo.
Non voglio commentare ora il risultato finale, che lascia insoddisfatti anche molti dei sostenitori della riforma, voglio invece motivare il mio voto in Aula.
Partendo dalla mia storia istituzionale e politica e confermando la mia adesione ai Comitati Dossetti per la Costituzione, ho deciso di rispondere conseguentemente all'appello inviato il 23 Luglio scorso da Raniero La Valle e Luigi Ferrajoli. Durante il voto delle migliaia di emendamenti presentati al testo, ho sostenuto con convinzione tutti quelli che riproponevano un Parlamento, e quindi un Senato, eletti a suffragio universale diretto. Mi sono poi astenuta sul voto di ciascun articolo e, al momento delle votazioni finali in Aula, ho confermato l'astensione che al Senato, come noto, corrisponde a un voto contrario. L'atto e' stato approvato con 183 voti a favore e 4 astensioni, la mia, quella del sen. Mario Tronti, del sen. Roberto Calderoli e della senatrice a vita Elena Cattaneo, mentre le minoranze e altri colleghi del PD e di Forza Italia hanno scelto di uscire dall'Aula o di non partecipare al voto.
Resta l'augurio che le successive fasi di discussione di un atto cosi' importante, alla Camera prima e poi di nuovo al Senato, consentano a tutti, dentro e fuori dal Parlamento, un ulteriore momento di riflessione.


Incontro con il responsabile nazionale
WELFARE del Partito democratico

Giovedì · agosto ho incontrato Davide Faraone, responsabile nazionale welfare e scuola del PD per affrontare insieme, anche su sollecitazione di combattive associazioni marchigiane di genitori, due importanti questioni:
1) le modalita' di somministrazione delle vaccinazioni pediatriche, su cui ho gia' presentato una interrogazione e di quelle militari, per le quali presentero' una interrogazione a settembre.
2) la drammatica vicenda dei maltrattamenti dei bambini autistici presso la Casa di Alice di Grottammare (AP).
Si e' concordato, dopo un incontro con il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, di coinvolgere l'assessore alla salute della Regione Marche Almerino Mezzolani e gli altri parlamentari della regione, per organizzare per la fine di settembre due iniziative nelle Marche, per approfondire le due questioni e presentare un piano di intervento, anche alla luce della proposta di legge "Disposizioni in materia di disturbi dello spettro autistico" approvata recentemente dalla Commissione salute della Regione Marche. Tale proposta vuole promuove condizioni di benessere e di inclusione sociale, garantendo una rete integrata di servizi e percorsi diagnostici, terapeutici, riabilitativi, assistenziali per la presa in carico di minori ed adulti.


70o anniversario della
liberazione della citta' di Senigallia
Oggi si celebra il settantesimo anniversario della liberazione della nostra citta' e, nel commemorare la fine della barbarie nazifascista e l'entrata in citta' delle truppe polacche, rinnovo la massima riconoscenza a chi, in quell'estate del 1944, fu disposto a dare anche la vita per restituire al nostro Paese liberta' e democrazia, ricordandone la lotta e il sacrificio.
Dall'immane tragedia della Seconda guerra mondiale, l'Europa ha saputo trovare, nell'unione delle nazioni, liberta' e prosperita'. Oggi, nel momento in cui torniamo a vedere quotidianamente immagini di guerra, di distruzione e di morte - a Gaza, in Libia, in Ucraina - non possiamo non chiedere a quella stessa Unione Europea, che ha saputo garantire a noi la pace in questi 70 anni, di impegnarsi perche' cessi la sofferenza dei popoli e sia restituita loro la speranza di un futuro senza guerre.
Silvana Amati
4 agosto 2014

Il messaggio su viveresenigallia.it


Il Senato ha approvato il "decreto Carceri"

Il 2 agosto il governo ha posto in Senato la questione di fiducia, sul testo del decreto Carceri varato alla Camera il 24 luglio u.s. e l'Aula lo ha cosi' approvato senza modificazioni.
Il provvedimento e' teso a ridurre il sovraffollamento nelle carceri e completa il pacchetto normativo gia' approvato nei mesi scorsi in risposta alla 'sentenza Torreggiani' della Corte europea dei diritti dell'uomo, che ha condannato l'Italia per la situazione degli istituti di pena.
Le misure approvate prevedono:
- modifiche al codice di procedura penale e alle disposizioni di attuazione, all'ordinamento del Corpo di polizia penitenziaria e all'ordinamento penitenziario, anche minorile;
- un abbuono di un giorno ogni dieci passati in celle sovraffollate se la pena e' ancora da espiare;
- 8 euro per ogni giornata trascorsa in cella in condizioni di sovraffollamento a chi ha finito di scontare la pena.
Tutto questo per compensare la violazione della Convenzione sui diritti dell'uomo, evitare ulteriori sentenze analoghe alla 'Torreggiani', e pesanti sanzioni economiche all'Italia.


# p a c e a G a z a

In nessun modo possiamo e vogliamo abituarci a quanto sta accadendo a Gaza e in Israele. Davanti alle infinite immagini di stragi, di sofferenza, di paura e di morte e' necessario che tutte le donne e gli uomini di buona volonta' chiedano insieme gesti straordinari e scelte coraggiose per porre fine ad un dramma davanti al quale non e' ammissibile correre il terribile rischio dell'assuefazione.
Noi senatori nella giornata che vede la presenza della Ministra Federica Mogherini a riferire presso la commissione Esteri sui fatti del Medio Oriente, vogliamo chiedere a lei ed al Governo italiano di rilanciare ed appoggiare ad ogni livello la proposta avanzata nei giorni scorsi dai colleghi Giorgio Tonini ed Enzo Amendola:
Una forza di interposizione e di pace promossa dalla Nazioni unite che provi a ripetere la positiva esperienza svolta in Libano, capace di far cessare immediatamente i bombardamenti di chi vuol continuare i combattimenti solo per lucrare sul dramma del proprio popolo.
In questo momento noi non vogliamo parteggiare se non per la pace, a favore di chi e' vittima inerme ed innocente degli estremismi che in un campo e nell'altro da sempre impediscono la convivenza tra i due popoli. Ma crediamo che la politica abbia davvero un senso solo se sa alzarsi in piedi e spendersi con coraggio e generosita' in situazioni come questa, stando accanto e dando voce a chi non la ha, a chi paga il prezzo pi� doloroso di questa inutile guerra, in primis donne e bambini e ai tanti inascoltati testimoni di pace che su entrambi i fronti chiedono di fermare questa inutile strage.


Serve piu' informazione per combattere
l'allarmismo sulle vaccinazioni pediatriche
Presentata un'interrogazione al ministro Lorenzin

Negli ultimi anni ci sono state numerose sentenze che riconoscevano presunti danni dovuti alle vaccinazioni. Nei giorni scorsi la Societa' italiana d'igiene ha anche denunciato un calo delle vaccinazioni in alcune regioni. Questi due dati generano allarmismo che si puo' combattere solo attraverso una capillare informazione e servizi efficaci che diano sicurezza e fiducia alle famiglie.
Ho chiesto al ministro della Salute Beatrice Lorenzin di concedere la dovuta attenzione a situazioni familiari gia' di per se' drammatiche, che non possono essere ulteriormente aggravate da comportamenti che alimentano un senso di abbandono proprio da parte delle istituzioni preposte alla tutela della salute e chiedo di prendere le opportune iniziative perche' vengano recepite in tutte le regioni le raccomandazioni contenute nel Piano vaccinale varato dallo stesso Ministero per il superamento delle differenze territoriali, e per il rafforzamento dei servizi e dell'informazione alle famiglie.
Non va messa in discussione la funzione storica delle vaccinazioni come strumento essenziale per combattere alcune gravi malattie infettive ma si tratta di avere la massima attenzione rispetto al possibile effetto di somministrazioni multiple in tempi ravvicinati, alla completezza dell'anamnesi vaccinale, all'acquisizione di un consapevole consenso informato, tutto questo eliminando le enormi disparita' di trattamento tra regioni e tra Asl della stessa regione, attraverso l'adozione di protocolli omogenei in tutte le regioni.
Silvana Amati
22 luglio 2014

Il testo dell'interrogazione parlamentare


Emanata l'ordinanza della protezione Civile per l'alluvione
Una rapidita' dovuta anche alla nostra proficua collaborazione
tra rappresentanti delle istituzioni e Governo

Il Capo del Dipartimento della Protezione civile, Franco Gabrielli, ha emanato l'ordinanza per i danni causati dal maltempo che ha investito le Marche e ha stabilito due importanti adempimenti:

- la rendicontazione, da parte degli Enti locali interessati, delle spese sostenute per gli interventi di soccorso ed assistenza alla popolazione, per l'autonoma sistemazione e per la tutela della pubblica e privata incolumita'. Queste spese potranno essere finanziate con i 10 milioni di euro gia' stanziati con la dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei Ministri.

- la ricognizione dei fabbisogni relativi al patrimonio pubblico, a quello privato ed alle attivita' economiche e produttive extragricole.

L'ordinanza non prende in considerazione, quale attivita' commissariale, la ricognizione dei fabbisogni per i beni mobili (autovetture, elettrodomestici, arredi). Per questo genere di danneggiamento l'attivita' di ricognizione sara' svolta direttamente dalla Regione.

Sono state accolte alcune delle proposte di integrazione allo schema che la Regione aveva avanzato: l'ordinanza prevede la possibilita' per i titolari di mutui ipotecari o chirografari relativi ad edifici distrutti, inagibili o inabitabili, anche parzialmente, di richiedere una sospensione delle rate.

La notizia nel sito della Regione Marche


La reazione all'alluvione di una comunita'
tenace e umanamente solidale
Domenica 13 luglio 2014 trasmessa da Senigallia in diretta TV su Rai Uno, la Messa celebrata dal Vescovo Giuseppe Orlandoni. Dal Vescovo espressioni di gratitudine a nome dell'intera comunita' verso istituzioni, amici e volontari per come hanno contribuito a risollevare la citta' dalle sconvolgenti condizioni in cui l'alluvione del 3 maggio l'aveva lasciata.

Il resoconto su viveresenigallia.it

Fotografie: 1 - 2


Sabato 12 luglio 2014 ho partecipato all'intervista condotta da Federico Piana, della Radio Vaticana, sul tema: "Fronteggiare le calamita' naturali in Italia". Nel corso della trasmissione sono intervenuti anche Roberto Oreficini, commissario straordinario della Protezione Civile e Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia.

Registrazione audio della trasmissione

La notizia rilanciata dall'Agenzia ANSA


Un monitoraggio sugli interventi di recupero con
il Presidente della Regione Marche
Mercoledi' 9 luglio ho partecipato all'incontro con il presidente della giunta regionale delle Marche Gian Mario Spacca, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, il commissario straordinario della provincia di Ancona Patrizia Casagrande, il dott Vincenzo Aliotta, responsabile della casa di cura Villa Silvia, per fare il punto sullo stato di avanzamento degli interventi urgenti per recuperare i danni causati dall'alluvione.

Fotografie: 1 - 2


Il sistema italiano di protezione dei
minori stranieri non accompagnati
Giovedi' 17 luglio 2014 in Commissione Diritti Umani e' intervenuta il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Franca Biondelli, per illustrare il sistema di protezione italiano e il Piano nazionale per fronteggiare il flusso straordinario dei cittadini extracomunitari, adulti, famiglie e minori stranieri non accompagnati.
A conclusione dell'intervento del Sottosegretario, ho sentito la necessita' di prendere la parola esprimendo amarezza e preoccupazione per la situazione che ci era stata illustrata e ho chiesto ulteriori elementi conoscitivi sui centri non autorizzati e sui minori di cui non si conosce l'attuale collocazione.

Il testo dell'intervento della Sottosegretario


Linea Roma-Ancona: Incontro di parlamentari
marchigiani cono il ministro Lupi

Insieme ai deputati marchigiani Piergiorgio Carrescia, Emanuele Lodolini, Irene Manzi, Alessia Morani ed Ernesto Preziosi ho incontrato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, per fare il punto della situazione sulle criticita' del trasporto ferroviario sulla linea Roma-Ancona e sulle altre questioni riguardanti le competenze del MIT. Presenti alla riunione anche l'ing. Michele Elia, Amministratore Delegato di RFI, e l'ing. Vincenzo Soprano, Chief Executive di Trenitalia.
Abbiamo messo in evidenza l'insoddisfacente situazione del trasporto ferroviario, la mancanza di un collegamento in alcune fasce della giornata a seguito della soppressione, negli anni passati, degli Eurostar e la mancanza di un coordinamento negli orari di alcuni treni interregionali che finiscono la loro corsa in Umbria.

Il resoconto dell'incontro su viveresenigallia.it


Lunedi' 14 luglio 2014 - Chiusura della Festa Democratica
di Senigallia con il vicesegretario del PD Lorenzo Guerini

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4


Venerdi' 11 luglio 2014 ho partecipato a Fabriano al convegno indetto dalla Commissione Politica per la Coesione Territoriale dal titolo:
EUSAIR - La macroregione adriatico-ionica
Il valore aggiunto delle strategie
macroregionali nel quadro dell'UE
Una tappa fondamentale del processo che portera' alla definizione della Macroregione Adriatico Ionica e che fa seguito all'approvazione, da parte della Commissione Europea, della comunicazione e del Piano d'azione e di lavoro e all'approvazione unanime, da parte del Comitato delle Regioni, del parere sulla strategia macroregionale, di cui il presidente della Regione Marche e dell'Intergruppo adriatico ionico del CdR, Gian Mario Spacca, e' stato relatore nella sede del Parlamento Europeo, a Bruxelles, il 26 giugno scorso. Il Consiglio europeo adottera' la strategia ad ottobre (nel corso della presidenza italiana dell'UE) perche' diventi, da gennaio 2015, la terza strategia macroregionale dopo quelle gia' in vigore per le regioni del Mar Baltico e del Danubio.
Il programma dei lavori

Per futuri aggiornamenti sull'evoluzione di questo progetto consultare anche il sito www.bruxelles.regione-marche.eu


Un attestato di stima che accolgo
con grande soddisfazione
La Presidenza del Coordinamento nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani ha comunicato la ratifica della mia nomina a vicePresidente del Comitato Scientifico Culturale del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani.
Non posso che ringraziare la Presidenza del Coordinamento riaffermando tutto il mio impegno a collaborare per la riuscita di questa straordinaria impresa umana.

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4

Silvana Amati
2 luglio 2014

La reazione all'alluvione di una comunita'
tenace e umanamente solidale
Domenica 13 luglio 2014 trasmessa da Senigallia in diretta TV su Rai Uno, la Messa celebrata dal Vescovo Giuseppe Orlandoni. Dal Vescovo espressioni di graditudine a nome dell'intera comunita' verso istituzioni, amici e volontari per come hanno contribuito a risollevare la citta' dalle sconvolgenti condizioni in cui l'alluvione del 3 maggio l'aveva lasciata.

Il resoconto su viveresenigallia.it

Fotografie: 1 - 2



Un monitoraggio sugli interventi di recupero con il Presidente della Regione Marche
Mercoledi' 9 luglio ho partecipato all'incontro con il presidente della giunta regionale delle Marche Gian Mario Spacca, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, il commissario straordinario della provincia di Ancona Patrizia Casagrande, il dott Vincenzo Aliotta, responsabile della casa di cura Villa Silvia, per fare il punto sullo stato di avanzamento degli interventi urgenti per recuperare i danni causati dall'alluvione.

Fotografie: 1 - 2



Venerdi' 4 luglio, seminario sull'economia marittima a Senigallia organizzato dall'Universita' Politecnica Marche - DICEA
In questi mesi ho sostenuto una serie di iniziative volte a sollecitare una concreta strategia nazionale per lo sviluppo dell'economia marittima italiana, cogliendone le grandi potenzialita', anche in termini di ricerca e innovazione, che possono tradursi, se debitamente supportate da una politica efficace, in crescita economica e in creazione di posti di lavoro. Tra queste c'e' anche il seminario di domani a Senigallia.
A tale proposito l'adozione di una tale strategia per la promozione della Blue Economy appare ancora piu' importante nel Semestre italiano di Presidenza dell'Unione Europea, durante il quale questa opportunita' per la crescita del nostro Paese e di tanta parte dell'Europa deve costituire una reale priorita' nell'agenda degli impegni politici.

Silvana Amati
3 luglio 2014

Giovedi' 3 luglio sono state consegnate al Presidente del Senato Pietro Grasso le prime 100 delibere approvate da altrettanti Consigli comunali, provinciali e regionali a sostegno della Campagna internazionale per il riconoscimento del Diritto umano alla Pace, promossa dal Coordinamento Nazionale degli Enti locali per la pace e i diritti umani.
Tale Coordinamento, con cui collaboro da anni e del cui Comitato Scientifico faccio ora parte, sta animando questa campagna il cui obiettivo, a cento anni dal primo conflitto mondiale, appare ancora piu' significativo in quest'epoca in cui tanti uomini, tante donne e tanti bambini sono costrette dalle guerre e dalle stragi a fuggire dalle loro case e dai loro affetti. Un'occasione per ribadire l'importanza dell'impegno delle comunita' locali per la promozione e la diffusione della cultura della pace.

Resoconto dell'evento

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Silvana Amati
3 luglio 2014

Un attestato di stima che accolgo
con grande soddisfazione
La Presidenza del Coordinamento nazionale Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani ha comunicato la ratifica della mia nomina a vicePresidente del Comitato Scientifico Culturale del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani.
Non posso che ringraziare la Presidenza del Coordinamento riaffermando tutto il mio impegno a collaborare per la riuscita di questa straordinaria impresa umana.

Fotografie: 1 - 2 - 3 - 4

Silvana Amati
2 luglio 2014

Dal Consiglio del Ministri via libera alla dichiarazione dello stato di emergenza
Previsti 10 milioni di euro per la Regione Marche

Dopo l'approvazione della copertura finanziaria da parte del Parlamento, e' stata finalmente approvata dal Consiglio di Ministri del 30 giugno la dichiarazione dello stato di emergenza per le 7 regioni colpite dalle calamita' naturali: Lazio, Puglia, Calabria, Umbria, Piemonte, Emilia e Marche. Questa era la condizione essenziale per la concessione delle agevolazioni e degli aiuti a favore della popolazione e dei territori.
Ora verra' data piena operativita' al fondo per le emergenze nazionali, che rappresenta una essenziale copertura alle ultime emergenze, che la Protezione civile ha gia' riconosciuto. Per le Marche e' previsto uno stanziamento di 10 milioni euro.
Questo e' stato l'ultimo atto di un faticoso percorso che ha visto impegnati governo, parlamento, istituzioni locali per dare risposte ai tanti cittadini, alle grandi e alle piccole imprese, che vivono da mesi i gravi disagi prodotti in tutte le diverse localita' dalle calamita' naturali. Esprimo quindi la mia soddisfazione e quella di quanti si sono battuti con me per questo risultato.
Silvana Amati
30 giugno 2014


Linea Roma-Ancona: Incontro di parlamentari
marchigiani cono il ministro Lupi

Insieme ai deputati marchigiani Piergiorgio Carrescia, Emanuele Lodolini, Irene Manzi, Alessia Morani ed Ernesto Preziosi ho incontrato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi, per fare il punto della situazione sulle criticita' del trasporto ferroviario sulla linea Roma-Ancona e sulle altre questioni riguardanti le competenze del MIT. Presenti alla riunione anche l'ing. Michele Elia, Amministratore Delegato di RFI, e l'ing. Vincenzo Soprano, Chief Executive di Trenitalia.
Abbiamo messo in evidenza l'insoddisfacente situazione del trasporto ferroviario, la mancanza di un collegamento in alcune fasce della giornata a seguito della soppressione, negli anni passati, degli Eurostar e la mancanza di un coordinamento negli orari di alcuni treni interregionali che finiscono la loro corsa in Umbria.

Il resoconto dell'incontro su viveresenigallia.it


Via libera del Senato al rifinanziamento
del Fondo per le emergenze
Lunedi' il Consiglio dei Ministri conceda lo stato di emergenza per le regioni colpite

Intervento in aula della sen. Silvana Amati nella discussione per la conversione in legge del Decreto n. 74 del 12 maggio 2014 che rifinanzia il Fondo per le emergenze causate da calamita' naturali.


Vaccinazioni multiple e patologie tumorali: alcune sentenze riconoscono delle correlazioni

25 giugno 2014 - Aula del Senato - La sen. Silvana Amati interviene sollecitando una particolare attenzione del Parlamento e del Governo alle correlazioni, richiamate in alcune recenti sentenze, tra vaccinazioni multiple e patologie tumorali.


26 giugno 2014
Il Parlamento e il Testamento biologico
intervista a Silvana Amati

Finalmente una buona notizia:
mercoledi' 25 giugno in Senato
il ddl con i fondi per le Marche
Il Senato ha deciso il calendario della prossima settimana: mercoledi' 25 giugno p.v. arriva in aula il ddl 1518 con le misure urgenti in favore delle popolazioni dell'Emilia-Romagna. Il disegno di legge contiene, tra le altre cose, anche 100 milioni di euro da destinare al fondo delle emergenze per le regioni colpite dalle alluvioni. Se entro mercoledi' riusciamo ad approvarlo, significa che avremo risolto i problemi procedurali che impedivano di dichiarare lo stato di emergenza per le Regioni colpite. In particolare, alla regione Marche spetteranno dieci milioni di euro... (leggi tutto)

Silvana Amati
20 giugno 2014

Presentato il DDL sull'acquisto di sistemi d'arma

Il 19 giugno 2014 ho presentato il DDL S. 1539 recante norme per la trasparenza, il controllo parlamentare vincolante, l'informazione e la verifica dei costi nel settore della difesa per l'acquisto di sistemi d'arma e per disciplinare la stipulazione di accordi sulle compensazioni. E' mia intenzione introdurre nuove norme in un comparto strategico, militare e industriale di grande importanza che ha bisogno di regolamentazione e di trasparenza informativa e finanziaria.

Aboliamo l'uso dei richiami vivi per la caccia

Sta per arrivare al Senato la Legge Europea 2013-bis con le "Disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea". Tra i moltissimi emendamenti a questo provvedimento alla Camera ce ne è ³tato anche uno con il quale si chiedeva di abolire l'uso dei richiami vivi per la caccia. Purtroppo, l'emendamento è ³tato bocciato con l'apporto significativo dei deputati del PD che sono stati criticati pesantemente dal mondo animalista e non solo. Per evitare che anche al Senato si faccia lo stesso errore ho scritto una lettera a capogruppo dei Senatori PD Luigi Zanda, al vicesegretario del PD Lorenzo Guerini e al capogruppo PD alla Camera Roberto Speranza.

Vinta a Roma una battaglia di assoluta civilta' per la tutela degli animali

Con l'approvazione all'unanimita' della mozione che di fatto sospende la delibera comunale con la quale si sanciva la chiusura dei canili e gattili romani, e' stata vinta una battaglia di assoluta civilta'. Finalmente una scelta giusta a favore della comunita'. Nei giorni scorsi avevo scritto, insieme ad altri colleghi di altre forze politiche, una lettera al sindaco di Roma Ignazio Marino per scongiurare la chiusura di alcuni canili pubblici.
E' molto importante che siano state accolte le richieste delle associazioni che, con grande abnegazione, anche grazie al prezioso lavoro di tanti volontari, si fanno carico della tutela e del benessere degli animali, in condizioni sempre piu' difficili. Ora, con la sospensione della delibera inizia il lavoro vero. Il consiglio comunale ha dato come atto di indirizzo quello di aprire un tavolo operativo con tutti i soggetti coinvolti (dalla Regione Lazio al Dipartimento Patrimonio) e con le associazioni che gestiscono le strutture comunali al fine di rivedere nel dettaglio la possibilita' di "normare" tutte le strutture di accoglienza degli animali, costruite dal Comune di Roma nel corso degli ultimi 20 anni. Il nostro impegno su questo sara' totale.

Lettera a Renzi dai senatori delle regioni colpite dalle ultime calamita'

I senatori delle Regioni Marche, Lazio, Umbria, Piemonte, Calabria, Puglia ed Emilia Romagna sollecitano una rapida risposta alla richiesta ufficiale della dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Consiglio dei Ministri.
Solo a seguito di questa definizione potranno essere adottati i provvedimenti urgenti a favore della popolazione e delle imprese, indispensabili per consentire alle amministrazioni locali di rispondere adeguatamente ai gravi problemi determinati dagli eventi calamitosi.

Il testo della lettera


Venerdi' 6 giugno 2014
Auditorium di via Rieti 11 -Roma
Convegno

La legge sul reato di maltrattamento degli animali 10 anni dopo
Risultati, Criticita', Prospettive



Il sindaco di Roma riconsideri la decisione di chiudere
la meta' dei canili-gattili della citta'

Giovedi' 5 giugno ho scritto al sindaco di Roma Ignazio Marino una lettera, sottoscritta anche da altri colleghi senatori di diversi gruppi politici, dove si chiede di bloccare gli effetti della delibera, approvata il 22 maggio scorso, che stabilisce la chiusura di tre canili-gattili su sei, il ridimensionamento di quello di Muratella dagli attuali 640 cani a 250 e gare d'appalto per distribuire i randagi fra strutture private laziali, con conseguente aumento dei costi e la pericolosa perdita di tracciabilita' degli animali.

Il testo della lettera - Articolo sul corriere.it


Riconoscere a Senigallia
lo stato d'emergenza

Il 27 maggio ho inviato una lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi che e' stata sottoscritta anche da altri parlamentari del PD e di altre forze politiche, eletti nella regione. Nella lettera chiediamo al Presidente del Consiglio di concedere lo stato di emergenza per le zone interessate dall'alluvione del 2 maggio u.s., nel primo Consiglio dei Ministri utile.
Solo a seguito di questa definizione potranno, infatti, essere adottati provvedimenti a favore della popolazione, delle imprese e delle amministrazioni.
Nella lettera non manchiamo di sottolineare che consideriamo necessario e conseguente che a questa dichiarazione segua la definizione di un finanziamento adeguato per rispondere ai primi atti di ripristino.
Silvana Amati

Il testo della lettera con le firme

Senigallia, 2 maggio 2014
Documentazione fotografica della graduale salita del livello dell'acqua
(cliccare sulle foto per ingrandirle)


Martedi' 20 maggio 2014 il vicesegretario naz del PD Lorenzo Guerini e' venuto a Senigallia per rendersi conto dei danni causati dall'alluvione. Oltre me erano presenti il segretario del PD Marche Francesco Comi, la presidente della provincia Patrizia Casagrande, il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi ed Elisabetta Allegrezza, segretaria cittadina del PD.


SUBITO INTERVENTI PER SENIGALLIA

I senatori PD della Regione MARCHE hanno presentano una mozione con la quale chiedono interventi urgenti e contributi immediati per fronteggiare la drammatica alluvione che ha colpito le Marche e in particolare la zona di Senigallia (AN) il 3 maggio, provocando anche 3 vittime.

Il testo della mozione presentata


Il 17 maggio 2014 ad Ancona, in via Vallemiano 37, e' stato inaugurato il secondo circolo PD con la partecipazione dei candidati al Parlamento Europeo
David Sassoli
e
Manuela Bora
.

Il servizio su TG3 Marche - Fotografie


Io voto con il cuore

I punti programmatici indicati dalle associazioni animaliste per le elezioni del 25 maggio


A Senigallia incontro con Goffredo Bettini, candidato al Parlamento Europeo

Il resoconto sul Corriere Adriatico del 27 aprile 2014


Giovedi' 24 aprile 2014 - ore 17.30
Auditorium di San Rocco - Senigallia
Presentazione del libro
Noi c'eravamo
Testimonianze dall'interno del PCI
della provincia di Ancona

Basta con le fratture nel PD, e' arrivato
il momento di superare le divisioni

Silvana Amati sul Corriere Adriatico del 23 aprile 2014


Oratore ufficiale: sen. Silvana Amati

Manifesto dell'evento


RaiNews24 - Lunedi' 14 aprile 2014 - La trasmissione "Di Mattina" condotta da Emanuela Bonchino apre con un servizio sulle terapie assistite da animali partendo dal disegno di legge presentato dalla Sen. Silvana Amati.
Il Senato elimina il criterio della statura dai requisiti per il reclutamento militare. Meno barriere per i giovani che cercano lavoro

Con il voto di ieri in Senato si rimuove un ostacolo considerato da molti ragazzi e da molte ragazze un impedimento alla speranza di futuro. La disciplina vigente, per l'accesso ai concorsi per il reclutamento nelle forze armate, nella polizia e nei corpi dei vigili del fuoco, si basa infatti principalmente su un dato fisico, quale l'altezza, definendo cosi' in concreto un ostacolo di ordine normativo. E' una discriminazione che non tiene conto della complessita' della struttura fisica del soggetto. Oggi, eliminando il limite d'altezza, introduciamo dunque un parametro che tiene in considerazione la piu' generale idoneita' fisica, ed affidiamo ad un regolamento, da approvare in tempi brevi la definizione dei criteri di valutazione della massa metabolicamente attiva dei soggetti interessati al concorso. Questo regolamento dovra' essere definito su proposta dei Ministri della Difesa, dell'Interno, dell'Economia, delle Finanze, delle Politiche Agricole e Forestali, di concerto con i Ministri delle Pari Opportunita' e della Salute, in modo da poter valutare in omogeneita' gli aspetti pur diversificati delle varie tipologie di accesso. Lo spirito del ddl risulta evidentemente dunque quello di rimuovere le limitazioni imposte, eliminando una discriminazione tra giovani uomini e giovani donne, in un momento storico dove le difficolta' per l'occupazione sono tali che non e' il caso di porre altre barriere su quelle gia' poste dalla crisi.

Il servizio su Rai 2 - TG Parlamento


Giovedi' 3 aprile 2014 - Roma - Palazzo Giustiniani

Convegno nazionale
"Il semestre di Presidenza Italiano del Consiglio dell'Unione Europea"
Con il Patrocinio del Senato della Repubblica

BLUE ECONOMY
Opportunita' e prospettive per l'Italia

Registrazione audiovideo integrale dell'evento


Giovedi' 3 aprile 2014 - Senato della Repubblica
Presentazione del libro di Michelangela Di Giacomo
Da Porta Nuova a Corso Traiano
Movimento operaio e immigrazione meridionale a Torino. 1955 - 1969.

Presenti, oltre all'autrice:
- Valeria Fedeli, vicepresidente del Senato
- Piero Fassino, sindaco di Torino e presidente ANCI
- Matteo Sanfilippo, docente dell'Universita' di Viterbo
Presiede la sen. Silvana Amati, Ufficio di presidenza del Senato.

Audiovideo integrale dell'evento


Un Disegno di Legge sulla Pet Therapy

Alla luce dell'esperienza piu' che decennale e dei numerosi studi effettuati in numerosi Paesi, e' giunto il momento di considerare anche in Italia l'opportunita' di riconoscere e di definire le modalita' relative all'impiego di animali per uso co-terapeutico in una serie di patologie in cui tale impiego si e' dimostrato in grado di produrre effetti benefici sulla salute dei pazienti. Per questo ho preparato e presentato il disegno di legge e sono intervenuta nel corso del servizio che RAI2 ha dedicato all'argomento.

DDL recante Norme in materia di Pet Therapy

1 aprile 2014 - TG2 - Servizio sulla PET THERAPY
Estratti dalla registrazione audiovideo


Svolte le audizioni in merito al DDL 54 sul Negazionismo

Martedì ²5 marzo 2014, riunione dell'Ufficio di Presidenza della Commissione Giustizia del Senato, integrato dai rappresentanti dei Gruppi parlamentari, durante la quale si sono svolte le audizioni in merito al disegno di legge n. 54 recante la modifica all'articolo 3 della legge 13 ottobre 1975, n. 654, in materia di contrasto e repressione dei crimini di genocidio, crimini contro l'umanita' e crimini di guerra, come definiti dagli articoli 6, 7 e 8 dello statuto della Corte penale internazionale.

"L'impresa di la Pira fu la costruzione di una citta' della pace proprio mentre l'esplodere delle contraddizioni toglieva ogni determinazione concreta all'oggetto dei suoi vagheggiamenti. Egli non si limito' a sognare e a suggerire, con l'ostinata divulgazione del suo sogno, il recupero e la salvaguardia di una identita' civica in declino.
Mise le mani sulle cose, afferro' uno dopo l'altro i nodi della crisi cittadina e si impegno' a scioglierli con tale passione da avere e da dare l'impressione di esserci riuscito.
"
Padre Ernesto Balducci
FACCIAMO COME GIORGIO LA PIRA ...
 
10a assemblea nazionale Enti Locali
per la pace e i diritti umani
Martedi' 4 aprile 2014 - Perugia, Piazza Italia 11

Locandina - Lettera - Scheda


Martedi' 18 marzo 2014 - ore 10.00
Palazzo Giustiniani - Sala Zuccari Roma
1944-2014    Fosse Ardeatine 70 anni dopo

Audiovideo integrale e documentazione

 


Il servizio su RaiNews24 del 24 marzo 2014

Equilibrio di genere per il Parlamento europeo

13 marzo 2014 - Intervento in aula di Silvana Amati nella discussione sulle modifiche alla legge 24 gennaio 1979, n. 18, per la promozione dell'equilibrio di genere nella rappresentanza politica alle elezioni per il Parlamento europeo


Celebrato l'8 marzo nel carcere romano di Rebibbia

Oggi, nel carcere femminile di Rebibbia ho potuto partecipare a un'insolita celebrazione della Giornata internazionale della donna.
Promotori dell'iniziativa l'Associazione "Gruppo Idee" e la stilista Sabrina Minucci. C'e' stata una sfilata di moda realizzata da cinque stiliste e sei modelle e, insieme a loro, Miss Italia Giulia Arena. Gli abiti presentati sono stati realizzati dalle detenute del Laboratorio Sartoria.
Ad assistere a questo particolare evento ero con la direttrice del carcere Ida del Grosso, la patron di MissItalia Patrizia Mirigliani, la prof.ssa Maria Fedele Grasso, moglie del presidente del Senato, l'attrice Elsa Martinelli, antesignana delle modelle italiane.
A tutte le donne di Rebibbia, spettatrici della sfilata, i detenuti di Sulmona hanno inviato piccole borse prodotte nel carcere insieme ad una poesia a loro dedicata.

Locandina dell'iniziativa

La notizia nel sito de iltempo.it

Silvana Amati
Roma, 6 marzo 2014

Lunedi' 17 febbraio 2014 - ore 16.00
Palazzo Giustiniani - Sala Zuccari Roma

La condizione della donna infortunata nella societa'

Presentazione dell'indagine sulle donne vittime del lavoro

Audiovideo integrale dell'evento e documentazione


Programma dei lavori


1944-2014     Le Fosse Ardeatine 70 anni dopo

Il 18 marzo 2014, nel Palazzo Giustiniani, Sala Zuccari, con il patrocinio del Senato della Repubblica che ha ospitato l'evento, si e' svolto il convegno in occasione dei 70 anni dall'eccidio delle Fosse Ardeatine. All'incontro, che ho organizzato insieme ad Adachiara Zevi per l' associazione culturale "Arte in memoria" e ad Annabella Gioia per l'"Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla resistenza", hanno partecipato, tra gli altri, Luigi Nieri, vicesindaco di Roma, Riccardo Pacifici, presidente della comunità …braica di Roma, Rosetta Stame, presidente dell'associazione familiari delle vittime, Carlo Smuraglia, presidente del'Anpi, Nicola Latorre, presidente della commissione Difesa e Francesca Barracciu, sottosegretario al ministero dei Beni Culturali.
La strage delle Fosse Ardeatine del 24 marzo 1944, in cui 335 uomini furono trucidati alle porte di Roma, rappresenta una ferita ancora aperta per le radici democratiche del nostro Paese e per la memoria e il dolore dei familiari delle vittime. Cattolici, ebrei, ragazzi, militari, impiegati, medici, persero la vita in uno dei pi� orrendi crimini dell'occupazione nazista in Italia. Il nostro imperativo oggi e' ricordare e riflettere su quegli orrori, educando le nuove generazioni alla democrazia e alla tolleranza.
Silvana Amati
Roma, 19 marzo 2014

Francesco Comi e' il nuovo Segretario regionale
del PD delle Marche
Il Congresso Regionale delle Marche si e' chiuso con l'elezione a Segretario Regionale di Francesco Comi con quasi il 76,57% dei consensi su 12.000 voti espressi. I 12.000 votanti corrispondono a piu' di mille votanti rispetto a quanti si sono recati a votare per l'elezione di Segretari Provinciali pochi mesi fa, e piu' del numero degli iscritti al PD dell'intera regione.
L'elezione del Segretario Regionale si e' svolta in un periodo di contrasti, con l'esplicito appello a non recarsi alle urne - fatto in se' gravissimo - portato avanti sulla stampa locale da esponenti del partito che peraltro ricoprono ruoli nazionali politici ed elettivi di grande prestigio. In alcuni seggi, e' stato veramente difficile potersi recare al voto. Nonostante questo clima assolutamente poco apprezzabile, hanno votato 2.080 persone nella provincia di Pesaro e Urbino, 2.826 nella provincia di Ancona, 1.592 nella provincia di Ascoli, 3.473 nella provincia di Macerata, 2.012 nella provincia di Fermo.
Ci sembra obiettivamente che questi dati dimostrino che comunque i marchigiani iscritti ed elettori del Partito Democratico hanno scelto di votare per il Segretario Regionale delle Marche del PD e che l'afflusso e' stato comunque di gran lunga superiore a quello della Lombardia, regione di quasi 10 milioni di abitanti, dove si sono recate al voto 24.172 persone e dove il voto non era accompagnato da situazioni di contrastato. Anche nel Lazio, Regione di quasi 6 milioni di abitanti, la partecipazione al voto e' stata assai scarsa con 48.000 votanti.
Rammento questi dati, non perche' essi rappresentino un buon risultato, anzi, tutto invita a riflettere su primarie aperte per i Segretari Regionali fatte in tempi cosi' lontani da altri appuntamenti politici e soprattutto in tempi nei quali l'attenzione degli italiani e' rivolta a ben altre questioni.
Resta il fatto che pero' il risultato delle Marche in questo quadro supera la sfida del boicottaggio e Francesco Comi risulta a buon diritto eletto Segretario Regionale del Partito Democratico.
A lui dunque i miei migliori auguri e un sincero buona fortuna per il grande lavoro che l'attende.
Un lavoro di ricomposizione che mi auguro consenta di ricostruire al meglio l'unita' fin qui perduta con il contributo anche di Luca Fioretti che e' stato uno sfidante corretto e qualificato.
Silvana Amati
Direzione nazionale PD
Roma, 18 febbraio 2014

Consentire ai "senza fissa dimora" l'iscrizione
alla ASL del comune in cui si trovano
Il 5 febbraio 2014 si e' svolta in Commissione Diritti umani l'audizione di Antonio Mumolo, presidente dell'associazione "Avvocato di strada" che si occupa di persone senza fissa dimora, da cui e' venuta la sollecitazione a una rapida approvazione del Ddl 86.
La legge 23 dicembre 1978, n. 833, che ha istituito il Servizio sanitario nazionale (SSN) individua nella residenza il criterio normale di collegamento tra utente e azienda sanitaria locale (ASL). Alla persona sprovvista di residenza e' quindi di fatto precluso l'esercizio del diritto alla salute, poiche' l'articolo citato stabilisce che per accedere alle prestazioni del Servizio sanitario nazionale occorre essere iscritti presso l'ASL nel cui territorio l'utente ha fissato la sua residenza. Il Ddl 86 propone un emendamento all'articolo 19 della legge n. 833 del 1978, esplicitando che "le persone senza fissa dimora, prive della residenza anagrafica, hanno il diritto di iscriversi negli elenchi relativi al comune in cui si trovano".
La Commissione si e' impegnata a discutere la questione durante il prossimo ufficio di presidenza, per definire il proprio impegno formale nel sostenere il Ddl. 86 in Commissione igiene e Sanita'.

27 gennaio 2014 - Ricordare le atrocita' nazifasciste
con una legge contro il negazionismo

La dott.ssa Barbara Balanzoni assolta dall'accusa di disobbedienza
Accolgo con grande soddisfazione la notizia dell'assoluzione di Barbara Balanzoni accusata di insubordinazione per aver assistito, nel 2012, una gatta partoriente in pericolo di vita durante la missione militare italiana in Kosovo. Nei giorni scorsi l'ENPA aveva consegnato al sottosegretario Roberta Pinotti oltre 178 mila firme a favore della dottoressa. La sottosegretario Pinotti, rispondendo alla mia interrogazione sul caso, aveva anche riferito di addebbiti diversi ancora al vaglio della magistratura militare. Mi auguro che si giunga ugualmente, su questi altri fatti, alla piena assoluzione della Balanzoni.

Contro lo scambio elettorale politico mafioso
adesso manca solo il si' della Camera
Il Senato ha approvato con 168 voti favorevoli la modifica dell�articolo 416ter del Codice penale sullo scambio elettorale politico mafioso. Un passo importante perche' il testo voluto dai 375.000 italiani firmatari della petizione Riparte il futuro diventi presto legge. Adesso manca solo il si' della Camera.
Don Luigi Ciotti

Dalla pubblicazione RESPONSABILMENTE NEWS
della FISAC-CGIL
"La legge di stabilita' ha aggiornato le norme antimafia e recepisce le sollecitazioni della petizione Libera Mutuo avanzata da FISAC-CGIL, grazie al lavoro della Sen. Silvana Amati, del MIUR e grazie alla collaborazione ed al sostegno di Banca Etica, di Libera, di altre associazioni e permette da oggi di velocizzare la restituzione dei beni alla comunita', con costi ridotti e piu' congrui per la collettivita'... "

testo completo


Il Governatore delle Marche Gian Mario Spacca ha incontrato i parlamentari regionali per discutere le questioni di interesse regionale: Quadrilatero, Finanziamenti per la salute, Macroregione Adriatico-Jonica. Sono state decise analoghe riunioni periodiche nella sede della Giunta Regionale Marche a Roma per un migliore coordinamento dell'attivita' istituzionale sulle questioni citate.


La notizia sul TG regionale della RAI di lunedi' 13 gennaio 2014


Prevenire i fenomeni degenerativi nelle scuole militari. Assicurare reparti misti, con quadri istruttori misti.

Abbiamo chiesto con una interrogazione urgente al Ministro della difesa Mario Mauro, di assicurare che i reparti di addestramento di base del personale femminile nelle scuole militari italiane siano di regola organizzati su base mista e che anche il quadro di istruttori risulti formato da personale sia maschile sia femminile.
Questa nostra iniziativa e' motivata dal fatto che la Procura militare di Roma ha aperto una indagine per violenza, minacce e ingiurie che sarebbero state perpetrate nei confronti delle allieve di sesso femminile, in addestramento presso il 235� Reggimento volontari "Piceno", con sede nella caserma "Clementi" nella citta' di Ascoli Piceno.
Riteniamo necessario intervenire con urgenza per garantire l'integrazione delle donne nelle Forze armate, facendo si' che sia possibile prevenire l'insorgere di fenomeni degenerativi, quali quelli ipotizzati nel caso della caserma "Clementi".
Le senatrici Daniela Valentini e Silvana Amati
Roma, 9 gennaio 2014

Il testo dell'interrogazione


Inviata, dai parlamentari marchigiani, una lettera al Presidente del Consiglio Regionale Vittoriano Solazzi per sollecitare un intervento pubblico di censura per le gravissime offese rivolte al Presidente della Camera Laura Boldrini e al Ministro Cécile Kyenge dal consigliere regionale Enzo Marangoni

Il testo della lettera


Perche' non c'e' contrasto fra ricerca e benessere degli animali
La Commissione Sanita' del Senato sta esaminando lo schema di decreto legislativo che da attuazione alla direttiva 2010/63/UE, che ridefinisce le norme per il benessere degli animali utilizzati a fini scientifici
Recenti articoli e comunicati miei sull'argomento:
L'Unita' - EUROPA
VivereSenigallia.it - Solidarieta' a Caterina

Venerdi' 13 dicembre alle ore 11.00 nella Sala Pino Ricci (Pagoda) del Consiglio Regionale delle Marche, ho partecipato alla conferenza stampa, convocata dal Gruppo PD nel Consiglio, in collaborazione con il Gruppo PD al Senato, sul tema

Il Pd per lo sviluppo del territorio: le infrastrutture necessarie per la portualita' e la logistica.

L'Assemblea Legislativa delle Marche ha avviato un percorso strategico di respiro europeo per potenziare il coordinamento dei nodi e dei sistemi di trasporto intermodale e la mozione presentata dai consiglieri regionali Mirco Ricci, Enzo Giancarli e Fabio Badiali va in questa direzione. Cosi' come le due proposte di legge presentate dalla sottoscritta e dal senatore Marco Filippi.

Il servizio sul TG3 Marche - La notizia su VivereSenigallia

DDL n. 56 (S. Amati) - DDL n. 370 (M. Filippi)

Mozione Ricci-Giancarli-Badiali


Documenti e materiali prodotti da dicembre 2013 al 31 maggio 2012