Seconda riunione dell'Intergruppo Parlamentare
per l'Eutanasia Legale e il Testamento Biologico

Si e' riunito il 2 dicembre, per la seconda volta dalla sua istituzione e per la prima in Senato, l'intergruppo parlamentare sul testamento biologico. Un incontro importante, di cui sono stata promotrice insieme all'Associazione Luca Coscioni, per rafforzare e allargare la base del sostegno alle proposte di legge sul fine vita.
All'incontro sono intervenuti Marco Cappato, Mina Welby e Luigi Manconi, Presidente della Commissione Diritti Umani.
Diversi colleghi hanno preso la parola, avanzando proposte concrete per sollecitare l'inizio di un confronto in Aula. Il tema del fine vita tocca profondamente la sensibilita' della nostra societa' e deve essere affrontato, perche' si colmi finalmente un vuoto normativo che ha gravissime conseguenze. Un'urgenza ribadita dal messaggio di Max Fanelli, letto a tutti i presenti dall'on. Lara Ricciatti. I tempi sono maturi perche' si introducano norme condivise che rendano effettivo il diritto di ognuno a vivere le fasi finali della propria esistenza secondo i propri canoni di dignita' umana.

Intervista a Radio Radicale

Audiovideo dell'evento - Fotografie: 1 - 2 - 3


Costruire il nuovo Senato

Giovedi' 3 dicembre ho partecipato, nella sala Koch del Senato, al convegno "Costruire il nuovo Senato", organizzato dall'Associazione Italiadecide e dalla Facolta' di Giurisprudenza dell'Universita' la Sapenza di Roma. Ai lavori, introdotti dal presidente di Italiadecide on. Luciano Violante, ha partecipato il Presidente del Senato Pietro Grasso.

L'audiovideo del convegno


22 artiste per Nori de' Nobili

Sabato 5 Dicembre 2015 alle ore 18.30, nel Museo Nori de'Nobili di Trecastelli loc. Ripe, ho partecipato all'apertura della mostra, curata da Maria Jannelli, dal titolo
DEDICATO A NORI.

Presente all'evento Manuela Bora, assessore regionale alle Pari Opportunita'.

Locandina


Convocare la sesta conferenza nazionale sulle droghe

Ho sottoscritto l'interrogazione presentata da Luigi Manconi, Presidente della Commissione Diritti Umani e rivolta al presidente del Consiglio Matteo Renzi sulla opportunita' di nominare un sottosegretario per il Dipartimento delle politiche sulle droghe e con il sollecito di convocare la sesta Conferenza nazionale sulle droghe.

Il testo dell'interrogazione


Consolidare modelli di comunicazione ispirati al rispetto della
dignita' della donna e del principio di pari opportunita'

Martedi' 1 dicembre si e' tenuta la seconda riunione del Comitato paritetico Anci-Iap (istituto di autodisciplina pubblicitaria), istituito dal Protocollo d'intesa firmato lo scorso marzo 2014.
Il Protocollo mira a consolidare modelli di comunicazione ispirati al rispetto della dignita' della donna e del principio di pari opportunita', ampliando l'efficacia dell'Autodisciplina, il cui controllo viene cosi' esteso anche su quella parte di affissioni che risultano talvolta escluse dall'ambito di competenza dello IAP.
Sono sempre piu' numerosi i Comuni che si sono gia' attivati per integrare il Regolamento comunale delle affissioni pubblicitarie inserendo una clausola di accettazione del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale, che prevede di adottare modelli di comunicazione commerciale che non contengano immagini di violenza contro le donne, non lesive della dignita' e che evitino il ricorso a stereotipi di genere, aderendo cosi' all'invito rivolto dall'ANCI.
Sul tema ho presentato nel 2013 il Ddl 694 recante Misure in materia di contrasto alla discriminazione della donna nella pubblicita' e nei media, sottoscritto anche dalla Vice-presidente del Senato Valeria Fedeli e dalle colleghe senatrici Daniela Valentini, Manuela Granaiola, Camilla Fabbri e Francesca Puglisi. Il DDL e' ora stato assegnato alla Commissione Affari costituzionali ed e' in attesa di essere calendarizzato per l'esame.

Il testo del DDL - Il testo del protocollo


Giovedi' 26 novembre 2015

Palazzo Giustiniani - Sala Zuccari

Seminario su le

"Le periferie urbane"

Audiovideo integrale dell'evento


Una mozione perche' i finanziamenti Italiani in Iran
su programmi ONU, siano dati a certe condizioni

Ho sottoscritto una mozione presentata dal collega Luis Alberto Orellana che focalizza l'attenzione sul nesso tra l'incremento delle esecuzioni capitali in Iran e il finanziamento dei programmi ONU per il contrasto al traffico di droga e la prevenzione del crimine (UNODC) portati avanti, con finanziamento anche italiano, in quel Paese.
In questa mozione si chiede che il finanziamento italiano ai programmi UNODC in Iran sia condizionato a una moratoria sulla pena di morte per i reati legati alla droga. Questa scelta e' stata gia' fatta da altri paesi europei (per esempio la Danimarca). E' importante che, proprio in questo periodo segnato dagli attacchi terroristici, dobbiamo riaffermare i nostri principi tra i quali sicuramente il rispetto dei Diritti Umani e il rifiuto assoluto della pena di morte.

Il testo della mozione


Global Threats - Glocal Education
L'8 e il 9 gennaio 2016 a Senigallia (AN) si terra' un corso di formazione e ricerca sul tema
L'educazione alla cittadinanza responsabile di fronte alle sfide globali
Il corso e' rivolto a insegnanti, dirigenti scolastici, amministratori locali e operatori sociali.
Il corso si propone di:
- fornire le competenze necessarie per la realizzazione dei laboratori di pace previsti dal Programma "Pace, fraternita' e dialogo";
- elaborare nuovi itinerari didattici interdisciplinari nell'ambito dell'educazione alla cittadinanza democratica attiva che promuovano il protagonismo degli studenti e la collaborazione;
- progettare il Meeting nazionale delle scuole di pace (Assisi, 15-16 aprile 2016) e la Marcia per la pace PerugiAssisi (16 ottobre 2016).

Il programma del corso

Per adesioni, comunicazioni e informazioni:
Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i diritti umani
via della Viola 1 (06122) Perugia M 335.6590356 - T 075/5737266 F 075/5721234
email info@scuoledipace.it - www.lamiascuolaperlapace.it


Elenco newsletter precedenti.... - .... www.silvanaamati.it