N. 30 del 29 luglio 2011

Quest'ultimo mese di impegno istituzionale e politico è stato segnato principalmente dall'approvazione a tempo di record della manovra Finanziaria.
Credo sia evidente a tutti che un atto così importante non sarebbe stato mai approvato in meno di una settimana tra Camera e Senato se non ci fosse stata l'assoluta necessità di dimostrare in campo internazionale che l'Italia esisteva e che non poteva quindi essere terra di conquista per gli speculatori.
E' certo che se fossimo stati noi al governo del Paese non sarebbe magari cambiato l'importo complessivo della manovra, ma sarebbe stato diversamente distribuito il peso della manovra stessa, che oggi graverà sopratutto sulle spalle dei più deboli.

E' di queste ultime ore il dibattito in Aula sul rifinanziamento delle missioni internazionali dove importante è stato l'impegno del nostro Gruppo in Commissione per ottenere almeno alcuni miglioramenti.
Il testo iniziale del Decreto infatti conteneva impropriamente norme che di fatto mettevano assolutamente in crisi l'organizzazione della cooperazione internazionale, così come irrilevante era il budget riservato all'insieme delle iniziative di cooperazione allo sviluppo, ridotto per questo semestre all'1,5% su 736 milioni di spesa.
Con il nostro contributo è stato tolto ogni riferimento a modifiche della legge sulla cooperazione. Sono stati aumentati i finanziamenti ad essa dedicati. E' stato bloccato un sub-emendamento dell'ultima ora della Lega con il quale si cancellava il registro delle armi e si è cambiato il titolo dell'atto, in modo da mettere al primo punto il rifinanziamento delle missioni rispetto agli interventi di cooperazione civile, compiendo così un'operazione verità, dato che più del 98% delle risorse risulta impegnato sul fronte militare. Alla fine della giornata, dopo una riunione del Gruppo da tempo richiesta, si è avuta l'opportunità per alcuni di noi di dichiarare in quella sede la non condivisione al rifinanziamento.

Per le principali missioni restano infatti tutti i problemi di merito che già in passato ho ricordato in Aula, problemi messi in luce anche dalla Risoluzione del Parlamento Europeo del 16 dicembre 2010 su "una nuova strategia per l'Afghanistan" e riconfermati dalle considerazioni fatte sulla stampa nazionale dal generale Fabio Mini, ex capo di Stato Maggiore delle forze Nato del Sud Europa.
Troppo alto il prezzo pagato e da pagare in risorse e vite umane di civili e militari, prezzo dovuto principalmente ad una nuova edizione della sindrome di Cavour intesa come unico modo per incidere nel quadro internazionale.

Sempre sul fronte istituzionale il 30 giugno sono intervenuta in Aula durante la discussione sulle mozioni riguardanti il trasporto ferroviario di media e lunga percorrenza ed ho presentato due interrogazioni:

  • la n. 3-02257 del 22 giugno 2011 indirizzata al Ministro degli Affari esteri, sulla difesa dei diritti dei nativi del Guatemala nei confronti della messa in opera di una centrale dell'Enel;

  • la n. 3-02309 del 14 luglio 2011 indirizzata al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, sull'impegno per mantenere l'Istituto musicale Pergolesi ad Ancona.
Sono cofirmataria di altre due interrogazioni:
  • la n. 3-02291 del 6 luglio 2011 indirizzata al Ministro degli Affari esteri, per conoscere quali iniziative intenda intraprendere per dare libertÓ di movimento ai nostri connazionali e alla nave italiana della Freedom Flotilla bloccata nel tentativo di raggiungere GAZA per portare aiuti umanitari;

  • la n. 3-02301 del 14 luglio 2011 indirizzata al Ministro dell'Interno, sulle gravi condizioni dei molti minori immigrati sbarcati a Lampedusa.
Sempre sui diritti umani il 22 giugno ho avuto modo di testimoniare con un comunicato la mia grande soddisfazione per la scarcerazione avvenuta in Cina dell'architetto/artista Ai WeiWei. Per questa vicenda, avevo partecipato ad una manifestazione al liceo artistico di Ripetta il 16 giugno scorso, ed avevamo presentato una interrogazione al Governo insieme al collega Pietro Marcenaro.

Il 7 luglio ho partecipato alla conferenza stampa organizzata a Palazzo Madama dai colleghi Roberto Di Giovan Paolo e Sergio Bellucci per presentare l'appello per la messa al bando dei robot di guerra. Allega la documentazione raccolta:
Audiovideo integrale dell'evento - Il mio intervento - Il testo dell'appello

Per quanto riguarda il PD ho preso parte alle riunioni della Direzione Nazionale, Regionale Marche e Provinciale Ancona, oltre che ai 10 giorni della Festa PD di Senigallia. Alla Direzione nazionale del 24 giugno, aperta da Pier Luigi Bersani per avviare una discussione sullo stato del Partito, ho contribuito con un mio intervento scritto.

Alla Festa di Senigallia abbiamo organizzato tante serate di dibattiti, molto frequentati, ed abbiamo avuto l'importante presenza di Rosy Bindi in una serata molto partecipata.
La Festa si è conclusa con un successo pieno sia economico che politico e di tutto questo vanno ringraziati principalmente Elisabetta Allegrezza, Segretaria dell'Unione Comunale e i volontari che ancora una volta hanno realizzato un miracolo.

Il 22 luglio ad Arcevia più di duecento persone presenti alla prima Assemblea Provinciale di apertura della campagna per le elezioni amministrative dell'anno prossimo che riguarderanno il rinnovo del Consiglio Provinciale di Ancona oltre che dei Consigli Comunali di Jesi, Fabriano, Corinaldo e Rosora.

Comunico poi con soddisfazione di aver ricevuto l'incarico di coordinamento dell'ambito Salute e Tutela degli Animali del Partito Democratico, incarico che svolgerò in stretto accordo con il responsabile del settore sanità On. Paolo Fontanelli. Ho quindi organizzato per settembre due momenti di confronto:

Nelle prossime giornate sarò ad Amalfi dove si svolgerà un importante seminario di AreaDem che tra gli altri vedrà la partecipazione di Piero Fassino e Dario Franceschini.

Per concludere questo mio resoconto, dopo aver augurato a tutti

BUONE VACANZE

voglio segnalarvi un filmato realizzato per sensibilizzare i cittadini contro gli abbandoni estivi degli animali. E' efficace e si sta diffondendo rapidamente nella rete perché è divertente. Solo per questo cercheremo di sorvolare sulla chiave maschilista usata per ottenere l'effetto comico.


La documentazione testuale e audiovisiva di tutti gli interventi è sempre reperibile nel sito web
http://www.silvanaamati.it

eMail: newsletter@silvanaamati.it

Newsletter: n. 1 - n. 2 - n. 3 - n. 4 - n. 5 - n. 6 - n. 7 - n. 8 - n. 9 - n. 10 - n. 11 - n. 12
n. 13 - n. 14 - n. 15 - n. 16 - n. 17 - n. 18 - n. 19 - n. 20 - n. 21 - n. 22 - n. 23 - n. 24
n. 25 - n. 26 - n. 27 - n. 28 - n. 29